N

Web

Presto, Android riuscirà a segnalarti se sei in un’area sismica

di Giuseppe Tavera

clock image3 minuti

android ti notifica i terremoti

Novità in arrivo per i possessori di smartphone Android: sembra che Google abbia aggiornato il suo sistema operativo e sia in arrivo la versione 5.0. A tutti gli smartphone che hanno al loro interno l’accelerometro, Google invierà una notifica se ci si avvicina in una zona a rischio sismico. In poche parole, il tuo smartphone ora ti avviserà se sei in un’area sismica e c’è un potenziale terremoto in arrivo. Il tutto grazie a un sistema fatto di raccolta dati, tecnologia mobile e algoritmi.

Android Earthquake Alerts System

Non un’applicazione ma una vera e propria funzionalità, chiamata Android Earthquake Alerts System, che sfrutta l’accelerometro integrato agli smartphone di ultimissima generazione. Grazie all’accelerometro, Google è in grado di identificare un certo tipo di onde sismiche chiamate onde P (le onde che fanno oscillare la terra in parallelo rispetto alla loro propagazione). Queste onde sismiche sono più veloci, quelle più immediate da riconoscere, quelle in grado di avvertirti del pericolo delle onde S, quelle più pericolose in assoluto. L’accelerometro, quindi, riconoscendo le onde P, lancia un segnale a Google che notifica sul tuo telefono l’arrivo di un terremoto, e ti permette così di correre ai ripari e avere salva la vita.

Gli smartphone che potranno sfruttare questa funzione, però, oltre all’accelerometro dovranno aggiornare il proprio sistema alla versione 5.0. Come spiegato dalle parole del team di Google, ecco come funzionerà in poche parole questo Android Earthquake Alerts System:

«Se il telefono rileva quello che sembra un terremoto, invia un segnale ad un nostro server che tiene conto anche della posizione approssimativa. Il server analizza quindi le informazioni di molti telefoni, per capire se effettivamente è in corso un terremoto e, nel caso, inviare le notifiche istantanee».

Un accordo con i migliori sismologi della California

Per sviluppare questa funzionalità, Google ha avviato una collaborazione con USGS (United States Geological Survey) e Cal OES (California Governor’s Office of Emergency Services), così da poter inviare avvertimenti sui terremoti in modo capillare e preciso, grazie a ShakeAlert®, direttamente sugli smartphone Android in California. ShakeAlert è stato sviluppato dai migliori sismologi della California e si affida ai dati forniti da più di 700 sismometri installati in tutta la California da USGS, Cal OES, Università di Berkeley (CA) e dall’istituto di tecnologia della California.

I terremoti avvengono in ogni parte del mondo, ogni giorno. Ci sono aree sismiche a rischio piuttosto abituate ai terremoti che sanno come gestire una criticità, ma ci sono anche aree sismiche ugualmente a rischio che non hanno minimamente idea di come fare ad approcciare a un terremoto.

L’esistenza di una funzionalità come questa potrebbe aiutarci a prevenire un rischio potenziale e a salvarci la vita per tempo.

image of giusetavera

Giuseppe Tavera

Giuseppe Tavera - Apprendista influencer. Vecchio sardo brontolone, mi occupo di sviluppo web e blogging per Nextre Engineering e il blog di Mirko Cuneo. Scrivo da quando si spammava su MySpace.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Costruire un rapporto duraturo con i clienti duran...

Rapporto tra imprese e clienti

Il 2020 è stato l’anno della trasformazione e del cambiamento, per moltissime imprese in giro per il mondo. Secondo uno studio condotto da Kantar chiamato ‘Covid-19: What do consumers expect from brands’ il 60% dei consumatori avvertono l’esigenza di diventare più proattivi per tutto ciò che concerne pianificazione e sicurezza nel loro imminente futuro. Non […]

Leggi la news >
N

Aumenta del 23% la pubblicità digitale delle azie...

pubblicità digitale cina

Secondo il report China Media Inflation Trends del 2021, i ricavi sulla comunicazione digitale delle aziende cinesi sono aumentati del 23% durante tutto il 2020, probabilmente merito o causa dell’emergenza sanitaria del COVID-19. Secondo le stime prevista, questa percentuale continuerà a crescere anche nel 2021 e probabilmente aumenterà anche negli anni a venire. I grandi […]

Leggi la news >
N

I consumatori preferiscono contattare le imprese v...

I consumatori contattano le imprese via chat

L’e-commerce è il commercio del futuro. Lo è già da diversi anni, a dire il vero, ma l’emergenza sanitaria ha spinto tantissime persone all’interno delle proprie case, portandole ad acquistare sempre di più online, anche beni di prima necessità. La parola chiave del 2020 è stata trasformazione, sia digitale che strutturale delle imprese, che non […]

Leggi la news >