Secondo il WEF, entro il 2025 metà dei lavori saranno svolti dalle macchine

Secondo il WEF, entro il 2025 metà dei lavori saranno svolti dalle macchine

di Luna Saracino

clock image3 minuti

Automazione dei lavori nel 2025

Secondo l’ultimo report rilasciato dal WEF, World Economic Forum, entro il 2025 metà delle attività lavorative saranno svolte dalle macchine. Molto probabilmente, questo cambiamento così radicale provocherà una disuguaglianza sostanziale, sotto diversi aspetti.

Una rivoluzione basata sull’affermazione della robotica nel mondo del lavoro potrebbe da un lato aumentare i posti di lavoro ma dall’altro, senza dubbio, porterebbe a ridurli considerevolmente. Per esempio, buona parte dei lavori amministrativi potrebbero scomparire letteralmente con l’avvento delle automazioni.

I dipendenti temono ulteriori tagli al personale

Oltre il 50% dei lavoratori intervistati ha dichiarato di aspettarsi un’automazione sempre più presente in azienda, mentre il 43% si aspetta un taglio del personale per colpa della tecnologia.

Secondo WEF, l’emergenza sanitaria ha velocizzato l’adozione di nuove tecnologie per ridurre i costi gestionali e adottare nuove metodologie di lavoro. L’automazione porterà inevitabilmente a una crisi dei posti di lavoro e metterà inevitabilmente a rischio molti posti di lavoro. Si deve iniziare seriamente a prendere in considerazione di avere le necessarie competenze digitali.

Un altro grande problema riguardante l’automazione sui posti di lavoro è quello relativo alla gender equality. Secondo alcuni studi, infatti, l’automazione in ambito tecnologico può creare maggiori discrepanze nelle assunzioni. L’avanzamento tecnologico nel mondo del lavoro si è rivelato, nel tempo, più rischioso per le donne che per gli uomini. Per poter, quindi, mantenere un equilibrio precario in questa situazione, è opportuno tutelare i posti di lavoro soprattutto delle donne, proprio durante la fase di automazione delle aziende.

La sfida più grande, quindi, sarà quella di assicurarsi che tutti, a prescindere dal genere, dall’età e dal luogo di provenienza, si spartiscano le vittorie insieme alla nuova tecnologia. Le aziende dovranno avere un approccio olistico a questa faccenda, riprogrammando le loro priorità e focalizzando gli sforzi sul passaggio da un lavoro all’altro.

L’automazione potrebbe semplificare il lavoro per i dipendenti

Sempre secondo il sondaggio, l’88% dei professionisti della cybersecurity crede che l’automazione digitale semplificherà sensibilmente il loro lavoro. I dipendenti più giovani, lavorativamente parlando, hanno paura di perdere il posto per cedere il passo a una tecnologia più avanzata e chiaramente più sofisticata di loro.

C’è ancora tanta paura, tanta insicurezza e tanta precarietà, nel mondo del lavoro, soprattutto quando si parla di automazione e nuove tecnologie. Bisogna imparare a stare al passo con i tempi, senza dubbio, ma allo stesso tempo tutelare i lavoratori. È ingiusto, infatti, che buona parte di loro vedano il proprio lavoro messo a rischio da una macchina. Tuttalpiù, infatti, dovrebbero sentirsi supportati e felice di poter lavorare in un’azienda avanzata tecnologicamente.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Migliorare l’esperienza con il proprio e-com...

esperienza e-commerce imprese

Il distanziamento sociale e lo smart working hanno cambiato le abitudini delle persone, che adesso preferiscono effettuare acquisti online o su e-commerce, senza muovere un passo da casa. Aumentando, quindi, le vendite online, le imprese devono pensare a strategie di marketing in grado di sostenere questa crescita. Come è possibile farlo? Innanzitutto costruendo un rapporto […]

Leggi la news >
N

Cosa aspettarsi da brand e imprese durante le vaca...

Brand Imprese Vacanze

Il settore delle vendite è sotto pressione – e non è solo un problema italiano. In tutto il mondo, il retail si sta preparando ad affrontare una grande sfida, quella delle festività natalizie. I consumatori sono scoraggiati all’idea di effettuare acquisti in-store e si stanno già preparando a farlo online e i rivenditori, dal canto […]

Leggi la news >
N

Costruire un’impresa da zero è possibile: b...

Costruire Impresa

Costruire un business da zero può sembrare un’impresa titanica. La verità, però, è che con gli strumenti giusti è possibile avviare una nuova attività senza troppe difficoltà. Non ci sono tanti imprenditori appassionati di tecnologia, forse non lo sono neppure quelli che avviano attività a sfondo tecnologico. Quello che li smuove maggiormente è la possibilità […]

Leggi la news >