Le aziende più presenti online superano meglio la crisi
N

Web

Le aziende più presenti online superano meglio la crisi

di Giuseppe Tavera

clock image3 minuti

le aziende più presenti online superano meglio la crisi

Se c’è una cosa che noi italiani abbiamo imparato durante il lockdown è che la presenza online è diventata fondamentale. Anche le piccole imprese, quelle locali e fondate sull’economia del territorio, hanno bisogno di un’immagine online in grado di promuovere le loro attività e i loro prodotti. In piena pandemia, tantissime aziende hanno cominciato a spingere la propria attività commerciale online: secondo quanto è emerso da alcuni studi, però, sembra che le aziende che hanno saputo gestire al meglio la crisi sono state quelle già attive online da molto prima dell’inizio della pandemia, quelle con le informazioni più aggiornate e con una presenza certificata su tutti i social network e le piattaforme online.

Le aziende più “vincenti” online secondo Partoo

La piattaforma di SEO locale, Partoo, ha condotto in questi mesi un’analisi sulle pagine aziendali presenti su Google My Business. Partoo ha focalizzato la sua attenzione su un campione di 5 mila negozi, nella speranza di tracciare un quadro più o meno fedele dell’andamento economico nazionale. Lo scopo era quello di rintracciare le aziende che, nonostante la crisi, sono riuscite a rimanere a galla, proprio grazie alla propria presenza online.

I dati forniti hanno dimostrato che le aziende che sono riuscite a trasformare un bisogno in opportunità sono state soprattutto quelle cosmetiche, ma anche il mondo della moda e dei profumi non è da meno. Grazie alle pagine di e-commerce e la possibilità di consegna a domicilio a prezzi vantaggiosi, questo settore è riuscito a sopravvivere alla crisi senza riportare troppe cicatrici.

La crisi maggiore, invece, incredibile a dirsi, ha toccato soprattutto i supermercati, i centri commerciali e, ovviamente, le agenzie di viaggi. Nel primo caso, a soffrire maggiormente sono state le attività che non disponevano di e-commerce e/o consegna a domicilio; nel secondo caso, manco a dirlo, la colpa è stata del lockdown e della quarantena, che ha impedito alla gente non solo di uscire di casa ma anche di progettare vacanze (all’estero o in Italia).

Il segreto del successo è la presenza online

Come ha fatto il settore cosmetico a “battere” quello dei supermercati? La risposta è piuttosto semplice: le aziende favorite dai consumatori online sono quelle col maggior numero di informazioni trasparenti online, trasparenti ma – soprattutto – aggiornate, quelle in grado di sfruttare al meglio le potenzialità di Google My Business, quelle in grado di “indicizzare” (come si suol dire) la propria attività e presenza online. Pesano sul computo finale anche i Google Posts (le comunicazioni dirette su Google My Business), un modo immediato e semplice di comunicare rapidamente con i propri clienti e consumatori, abituali e non. Da non sottovalutare neppure le recensioni, che rappresentano per molti utenti un punto di riferimento fondamentale, in grado di confermare o cambiare idee in pochi click.

image of giusetavera

Giuseppe Tavera

Giuseppe Tavera - Apprendista influencer. Vecchio sardo brontolone, mi occupo di sviluppo web e blogging per Nextre Engineering e il blog di...