Come cambiano le regole del business ai tempi del Covid-19

Le nuove regole del Business e la crisi provocata dal Covid-19

di Sabrina Andreose

clock image2 minuti

Business e crisi Covid-19

La crisi economica non svanirà presto, inutile negarlo.

“L’anoressia industriale” (così la definiscono gli esperti), provocherà stravolgimenti, con tagli dei costi e nuove regole.

La recessione non dovrà però peggiorare i servizi offerti ai clienti, che col tempo potrebbero stancarsi, allontanandosi per sempre.

Le regole della concorrenza ora sono cambiate: le nuove tecnologie imprenditoriali hanno preso il sopravvento.

I clienti possono scegliere e valutare in modo indipendente i prodotti da acquistare. Il nuovo business premia chi agisce nel modo più efficace nell’interesse della clientela.

La diffusione di Covid-19 ha generato una nuova sfida, che non tutti sono pronti ad affrontare.

Le aziende di successo segmentano i loro mercati, lavorando duramente per soddisfare le esigenze dei clienti.

L’obiettivo principale si concentra sullo sviluppo dei segmenti a lungo termine, escludendo quelli che frenano l’attività. Solo in questo caso, ridimensionamento e taglio dei costi sono giustificati.

E’ importante identificare il mercato principale della propria azienda, “coccolando” i clienti primari con offerte differenziate.

Come gestire la recessione provocata da Covid-19? Ecco alcune regole da seguire:

  1. I clienti devono essere soddisfatti. Prestate massima attenzione alle loro esigenze.
  2. E’ sconsigliato cercare di coprire troppi mercati, segmenti e clienti. Meglio concentrarvi su quelli a lungo termine.
  3. Provate a ridurre i prodotti, valutate il numero effettivo dei servizi inseriti nel catalogo. Eliminate il superfluo.
  4. Prestate attenzione alla rete di distribuzione. È cresciuta o diminuita?
  5. Consolidate la produttività delle spese promozionali, in particolar modo quelle della forza vendita.
  6. Diminuite i costi delle parti improduttive. Come i costi al servizio dei mercati e i clienti non redditizi.
  7. Concentratevi sui clienti. Affidatevi alle capacità dei vostri migliori manager.
  8. Evitate grandi sconti. L’azione risulterebbe controproducente dopo pochi giorni.
  9. Focalizzatevi sui clienti chiave della concorrenza. Ne perderete alcuni. Non preoccupatevi, sono quelli non redditizi.
  10. Migliorate il core business. Valorizzate i prodotti essenziali, i clienti e i mercati chiave.
image of sabriandre

Sabrina Andreose

Sabrina Andreose - Appassionata di musica d’autore, videogiochi, scrittura e sartoria. Amo tutto ciò che è arte: creare e dare forma all...

N

Brand Reputation, il Gruppo Lego è primo in Itali...

Gruppo Lego miglior reputazione

La classifica stilata da “the RepTrack company” per chi ha una migliore Brand Reputation, ha piazzato il Gruppo Lego al primo posto assoluto in Italia e nel mondo, seguito da Ferrari e Disney. Il brand danese è presente nella top ten della classifica da oltre 10 anni; ha scalato la vetta passo dopo passo, raggiungendo […]

Leggi la news >
N

Facebook shopping: nuove opzioni per creare il ...

Facebook Custom Audience

Lo strumento “Shop” per Instagram e Facebook è pronto al lancio; a tal proposito, la società ha implementato nuove opzioni per creare un Pubblico Personalizzato (Custom Audience) in base agli acquisti effettuati, ottimizzando i risultati e-commerce. Per visualizzare la novità, clicca la “Gestione annunci” di Facebook; noterai una nuova opzione per creare un elenco basato […]

Leggi la news >
N

LinkedIn sta selezionando i migliori “Talent...

LinkedIn Green Job

LinkedIn ha recentemente classificato l’Italia come una delle migliori nazioni a livello di carriera “Green Job”. Con questo termine ci riferiamo ai mestieri legati al settore della sostenibilità. Milano si trova al settimo posto nella classifica mondiale, proprio per l’alta concentrazione di professionisti di categoria. Il 2019 ha segnato un aumento del 13% del numero […]

Leggi la news >