N

Web

Copyright: Google non pagherà gli snippet agli editori Francesi

di Eleonora Truzzi

clock image2 minuti

Copyright: Google non pagherà gli snippet degli editori Francesi

Per motivi di Copyright, la Francia non mostrerà più le anteprime tratte dai siti di news in Google. E’ il primo Paese a declinare le nuove normative sul Copyright della riforma UE, approvate lo scorso 26 marzo.

Secondo le nuove regole, gli editori dovranno ricevere pagamenti idonei per le anteprime degli articoli, chiamate snippet, in caso queste appaiono all’interno dei risultati di ricerca.

L’Articolo 15 consente ad ogni titolare di negoziare un compenso per l’utilizzo di contenuti nelle piattaforme internet. Mountain View non intende tuttavia pagare tali diritti, si dichiara piuttosto disposto a modificare l’aspetto degli snippet.

L’annuncio giunge in seguito all’entrata in vigore della nuova legge francese. Richard Gingras, vicepresidente delle News di Google, scrive in una nota:

“La Francia annuncerà la nuova legge sul diritto d’autore alla fine di ottobre. Gli editori potranno godere di maggiori diritti. Se abitate in Francia, noterete presto modifiche nel modo in cui le news appariranno nelle ricerche”.

Teoricamente Google non potrebbe rifiutarsi di pagare gli editori; esiste tuttavia un modo per bypassare la questione senza cadere nell’illegalità. Come? Rimuovendo gli snippet. Ciò significa che in Francia resteranno visibili esclusivamente i titoli e i link alle news.

Gli editori francesi avranno a disposizione due scelte: lasciare che Google continui ad utilizzare gratuitamente i contenuti, oppure eliminare gli snippet non pagati rischiando però di diminuire il proprio traffico online.

L’Associazione Nazionale Stampa Online sostiene la libertà di decisione, invitando gli autori a scegliere autonomamente se essere, o meno, indicizzati sui social network e sui motori di ricerca.

“Ogni singolo editore merita la possibilità di scegliere se presenziare nei motori di ricerca oppure no, la decisione deve essere libera e ben ponderata” dichiara Anso. Per conoscere gli sviluppi della situazione non ci resta che attendere il prossimo mese.

 

image of Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi - Scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >