Digital Transformation e PMI: 6 ostacoli da superare

Le PMI continuano a dirigersi e ad abbracciare la Trasformazione Digitale e, sempre di più, cresce la consapevolezza che l’innovazione non si limita all’acquisto di nuove tecnologie. Anzi, un business basato sul digital richiede significativi cambiamenti relativi alla cultura e ai sistemi aziendali. Da un recente sondaggio di Gartner, società leader nella consulenza strategica, su Digital Transformation e PMI, ha rivelato che solo un piccolo numero di aziende è stato in grado di oltrepassare con successo le fasi iniziali della trasformazione digitale.

Gartner ha identificato 6 ostacoli che i CEO devono superare per portare a compimento la trasformazione della propria PMI affinché diventi un’azienda digitale.

Una cultura che resiste al cambiamento

La prima barriera tra Digital Transformation e PMI è rappresentata da una resistenza all’innovazione digitale. Questa può avere successo solo in una cultura di totale collaborazione. Le persone devono essere in grado di superare i propri limiti ed esplorare nuove idee. Ma devono anche averne l’opportunità! Infatti, ci sono molti casi in cui le aziende sono bloccate in una condizione e una struttura di rigide gerarchie resistenti ai cambiamenti. La trasformazione digitale richiede, invece, team di persone che riescano a lavorare in maniera complementare e collaborativa. Ogni persona deve avere un proprio ruolo che vada a fondersi con i ruoli dei colleghi in modo che ognuno dia il proprio contributo ma che il lavoro finale sia il risultato della collaborazione di tutti. La condivisione delle idee e delle esperienze porta più facilmente alla risoluzione dei problemi e alla gestione del lavoro in maniera più efficiente. I CEO devono, dunque, mirare a creare una cultura aziendale e un ambiente di lavoro che favoriscano la sinergia tra le persone. Questo diventa possibile anche creando e definendo una cultura digitale che passa attraverso la formazione dei propri collaboratori. Le connessioni che si creano tra persone che lavorano nello stesso team possono essere la svolta per la nascita di nuove idee e la diffusione di una cultura digitale.

Condivisione e collaborazione ancora limitate

La mancanza di volontà a condividere e collaborare, però, rappresenta la seconda barriera tra Digital Transformation e PMI. Le persone che sono abituate ad una struttura gerarchica sono più riluttanti a condividere con gli altri le proprie informazioni e le proprie conoscenze. Invece, l’innovazione digitale ha bisogno di team inter-funzionali in cui la collaborazione contribuisce allo sviluppo di idee innovative. Non importa partire già con una rivoluzione totale, il processo di trasformazione può essere avviato anche per fasi progressive. All’inizio potreste prendere in considerazione alcune aree che sembravo avere più predisposizione al cambiamento e, da lì, trovare lo slancio per diffondere la Digital Transformation a tutto il resto.

L’azienda non è pronta

Quella che viene identificata come terza barriera tra Digital Transformation e PMI è la mancanza di predisposizione da parte dell’azienda. Al giorno d’oggi, tutte le imprese sono coinvolte, in un modo o nell’altro, nel processo di trasformazione digitale. Voi CEO vi trovate al centro di una rivoluzione sia del vostro business sia del mercato di riferimento. Spesso, vi sentite in dovere di innovarvi per continuare ad essere competitivi, ma a volte capita che la vostra azienda non abbia impostato le basi per accogliere questi cambiamenti. È importante che ricordiate che la Digital Transformation non si realizza solo attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie ma è una combinazione di innovazioni tecniche e culturali all’interno dell’azienda. Anche i collaboratori devono avere le conoscenze e le competenze adeguate per poter affrontare la metamorfosi digitale.

digital transformation e PMI

Divario tra tecnologie e competenze

Sono molte le imprese che seguono un modello tradizionale nello svolgimento delle proprie operazioni. In questo tipo di ambiente la Digital Transformation diventa un processo inevitabilmente più lento. L’innovazione digitale necessita, invece, di un approccio completamente diverso che coinvolge: strumenti, persone e processi che si fondono insieme per creare nuovi modelli e servizi di business. Per fare un esempio, alcune delle nuove tecnologie sono l’Intelligenza Artificiale (AI) e l’Internet of Things (IoT) ma da sole non bastano. Servono anche dei dipendenti adeguatamente formati per saper affrontare questi cambiamenti e per entrare nella concezione di affrontare i processi con nuove prospettive e creatività. Le aziende nate già con la Digital Transformation hanno creato team già pronti e con le competenze giuste per questo tipo di evoluzione. Invece, le imprese che vi si sono approcciate in un secondo momento, o per quelle che lo devono fare, è opportuno creare team ad hoc che supportino la metamorfosi digitale.

Saper modificare le pratiche attuali

Un’ulteriore barriera tra Digital Transformation e PMI, emerge nel momento in cui le imprese non favoriscono questo processo o non aiutano i propri dipendenti nell’affrontarlo. È necessario possedere la giusta capacità per saper affrontare i nuovi lavori, o i soliti lavori ma con modalità differenti. Se non si hanno delle immediate capacità pratiche, è importante far compiere un’evoluzione ai collaboratori dell’azienda in modo che vedano le cose con una prospettiva che permetta loro di trovare anche delle soluzioni a cui prima non avrebbero pensato. Devono sviluppare un occhio particolarmente critico e applicare un pensiero strategico per poter affrontare e risolvere alcuni tipi di problemi. Anche perché non ci sono dei modelli collaudati che si possono applicare di volta in volta alle situazioni ma ogni PMI deve trovare le modalità più adeguate al proprio caso.

Timore e costi del cambiamento

L’ultima barriera che vediamo tra Digital Transformation e PMI è il blocco che si vive di fronte al cambiamento, un po’ per timore e un po’ per i costi che questo comporta. Infatti, anche se il digitale abbatte molti costi, il passaggio al digitale richiede una certa quantità di investimenti iniziali in tempo, in risorse e in denaro. Il lato positivo, però, è che dopo il via al processo innovativo, le aziende imparano a sviluppare le capacità organizzative e pratiche che rendono tutto più semplice e veloce. Per fare questo è indispensabile che vi poniate degli obiettivi a breve, medio e lungo termine per capire in che direzione state andando. Di conseguenza, dovete sviluppare delle strategie ad hoc che vi permettano di seguire passo dopo passo la strada che state percorrendo, il tempo che state impiegando e che vi aiutino a rispettare i progetti e le scadenze.

Gran parte del lavoro per avvicinare Digital Transformation e PMI si trova nella costruzione di una buona strategia per essere consapevoli di investimenti, tempistiche e competenze necessarie.