Novità Facebook: arrivano le cuffie Oculus VR per il gaming

Facebook ha acquisito i diritti per le versioni VR di “Assassin’s Creed” e “Tom Clancy’s Splinter Cell”, aumentando i suoi investimenti nel settore gaming e introducendo l’arrivo delle cuffie Oculus VR.

La società di Facebook ha acquistato VR Oculus nel 2014 per 2 miliardi di dollari. Tuttavia, molti consumatori considerano le cuffie Oculus troppo costose, goffe e limitate, poiché attualmente ci sono pochi contenuti disponibili.

L’ultima strategia di Facebook punta al rinnovo della libreria dei videogame: il VP di Oculus, Jason Rubin, è stato recentemente nominato responsabile delle iniziative online di gioco; mentre l’amministratore delegato, Mark Zuckerberg, è personalmente coinvolto nelle offerte di Oculus.

Oltre agli aggiornamenti riguardanti le cuffie VR, Facebook si augura che l’aggiunta di videogame popolari possa incrementare le vendite e il coinvolgimento di Oculus.

La concorrenza è tanta. La società di giochi basata su cloud Shadow, per esempio, offre titoli in realtà virtuale, lavorando contemporaneamente agli algoritmi per migliorare l’esperienza di gioco VR.

Il settore del gaming è in piena espansione e le esperienze coinvolgenti con elementi social sono molto popolari tra i giocatori.

Si prevede che l’industria raggiungerà entrate pari a 180,1 miliardi di dollari entro il 2021. “L’acquisto del gioco è solo l’inizio della monetizzazione della nostra impresa “, dichiara l’analista Samantha Greenberg.

Il successo del videogame Fortnite è cresciuto grazie alla comunità globale; Pokémon Go ha coinvolto gli utenti nel mondo reale. Questi sono esempi lampanti di come AR e VR possano affascinare maggiormente il giocatore rispetto al gameplay tradizionale.

Aziende tecnologiche come Google (Stadia), Apple (Arcade) e Microsoft (xCloud) stanno progettando servizi di cloud gaming tenendosi al passo con i tempi; anche Snapchat ha recentemente raddoppiato le esperienze di gioco in-app AR.

Il cloud gaming potrebbe addirittura sostituire l’hardware delle console di gioco, fungendo da server remoto eseguito da un controller del cloud per fornire video e audio.

L’attesa innovazione sarà presto disponibile per molti dispositivi, tra cui smartphone o laptop. Il gameplay diverrà in questo modo potenzialmente più accessibile, rispetto alla classica console.

Se Oculus riuscirà nella sua impresa diverrà probabilmente il principale beneficiario di tali progressi tecnologici nel cloud gaming.


Vuoi far crescere la tua azienda grazie al web?

Questo libro è un vero manuale di sopravvivenza digitale per l’impresa del futuro. Scopri tutte le strategie per ottenere successo grazie al web e governa da protagonista la trasformazione digitale della tua azienda.


Potrebbe piacerti anche