N

Social

Facebook: silenzio elettorale durante le elezioni presidenziali in USA

di Patrizia Motta

clock image2 minuti

Facebook: silenzio elettorale

Per evitare la disinformazione, Facebook sta pensando al silenzio elettorale. Le attesissime elezioni presidenziali americane si terranno il prossimo novembre. A tal proposito, Facebook sta valutando di vietare la condivisione di annunci politici.

Il social media non ha ancora confermato la notizia. La proposta è tutt’ora in discussione. I dettagli ufficiali arriveranno con il tempo.

Il possibile silenzio elettorale imposto da Facebook, è stato pensato per contrastare le pubblicità ingannevole, con l’intento di tutelare gli utenti da possibili fonti fuorvianti.

Il tentativo di proteggere gli elettori prima dell’Election day è indubbiamente lodevole.

D’altro canto però, la totale assenza di marketing politico, potrebbe influire negativamente sulle campagne pro-elezioni, le quali cercano di invogliare i cittadini ad andare a votare.

Anche i candidati alla presidenza subirebbero in tal caso limitazioni poco incoraggianti. Verrebbero infatti privati di strumenti utilissimi (quali i social network) per rispondere, discutere o presentare progetti agli elettori.

Il possibile blocco degli annunci politici è un passo azzardato. Fino ad ora, Facebook non aveva mai imposto alcun controllo sulle campagne elettorali. Il progetto ha sollevato critiche e opinioni contrastanti.

D’altronde, come dichiarato da Alex Stamos, ex dirigente della sicurezza di Facebook, gli annunci politici portano pochi guadagni alla società. La loro sospensione (per qualche giorno), causerebbe perdite del tutto irrilevanti.

Il blocco sugli annunci politici potrebbe infine avvantaggiare solo chi possiede somme di denaro idonee per gestire coperture mediatiche tradizionali.

“A chi state pensando?” conclude Stamos ironicamente, riferendosi con sarcasmo all’attuale Presidente degli Stati Uniti d’America.

image of Patrizia Motta

Patrizia Motta

Patrizia Motta - Ho una passione per la scrittura e nel tempo libero pratico la danza del ventre.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

La grammatica del nuovo mondo nel libro di Filippo...

Filippo Poletti libro Grammatica del nuovo mondo

50 parole chiave ordinate alfabeticamente a partire da 50 racconti di cronaca: premessa-testamento del filosofo Salvatore Veca, scomparso il 7 ottobre 2021. Radicale come la prima, la seconda, la terza e la quarta rivoluzione industriale. È la rivoluzione universale del covid, quella che ha cambiato per sempre la nostra vita. Non solo, dunque, una tragica […]

Leggi la news >
N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >