Google Meet: nuove funzionalità presto in arrivo per lavorare da casa

di Domiziana Desantis

clock image2 minuti

Aggiornamenti Google Meet

Google Meet lancerà una serie di nuove funzionalità specificatamente studiate per chi lavora da casa.

In risposta all’aumento dello smart working, la piattaforma introdurrà quattro nuove opzioni, sviluppate per soddisfare le esigenze degli utenti.

Secondo Smita Hashim, direttore della gestione dei prodotti Google Meet, Voice & Calendar, restare in contatto è molto importante, ora più che mai.

“Sempre più utenti si connettono ogni giorno con Google Meet; vogliamo garantire la massima qualità, fornendo gli strumenti necessari per condividere ed essere produttivi” – afferma Hashim.

“Nel corso delle ultime settimane, abbiamo esteso le funzionalità avanzate di Meet a tutti i clienti di G Suite.

Aumenteremo inoltre il supporto tecnico per Meet, garantendo sicurezza e facilità di utilizzo”.

Le nuove opzioni sfrutteranno le avanzate tecnologie di Google AI per migliorare la qualità delle riunioni nonché l’esperienza utente. Gradualmente verranno introdotte in tutto il mondo.

Nuove caratteristiche:

  • Layout piastrellato più grande: il nuovo layout espanso permetterà agli utenti di vedere contemporaneamente fino a 16 partecipanti durante le riunioni (in precedenza erano quattro).
  • Contenuti audio e video di qualità superiore: una nuova finestra per condividere video con contenuti audio durante le riunioni migliorerà l’esperienza degli spettatori in remoto.
  • Modalità in condizioni di scarsa illuminazione: Meet utilizzerà l’intelligenza artificiale per regolare automaticamente la trasmissione video, migliorando la resa anche in caso di illuminazione non ottimale.
  • Cancellazione del rumore: al fine di limitare le interruzioni della riunione, Meet filtrerà in modo intelligente le distrazioni di fondo, come l’abbaiare del cane o la pressione dei tasti mentre prendi appunti.

“Meet sta guadagnando popolarità: PwC per esempio, un’organizzazione globale cliente di G Suite, ha recentemente utilizzato l’app con 275.000 dipendenti che lavoravano da casa, in risposta a COVID-19.

In breve tempo, le riunioni video di PwC sono triplicate, connettendo in modo impeccabile i team interni ed esterni con clienti e partner” – aggiunge Hashim.

Meet sfrutta le stesse impostazioni di sicurezza impiegate da Google per proteggere i dati degli utenti, salvaguardandone la privacy.

Le funzionalità anti-abuso dell’app sono attivate per impostazione predefinita, così come le videoconferenze crittografate.

“Proviamo costantemente a migliorare sicurezza e privacy degli utenti. Aggiungeremo nuovi controlli per aiutare gli educatori a moderare efficacemente le riunioni virtuali, proteggendo gli studenti”.

image of Domiziana Desantis

Domiziana Desantis

Il potere delle parole mi ha sempre affascinata, tanto che ho fatto della comunicazione la mia professione. Lavoro come Web Content Creator & Editor in Nextre Digital, web Agency di Milano, e scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Nel 2020 abbiamo scaricato 200 miliardi di applica...

Aumento dello scaricamento delle applicazioni

Secondo App Annie State of Mobile Report 2021, nel 2020 sono state scaricate circa 200 miliardi di applicazioni sui dispositivi mobili, sia da App Store che da Google Play. Praticamente circa il 7% in più rispetto all’anno precedente. Si tratta di un traguardo senza precedenti che non ha alcuna intenzione di arrestarsi e che, anzi, […]

Leggi la news >
N

Cosa possono fare le imprese per riprendersi dalla...

Le imprese si riprendono dalla crisi

Il 2020 è stato un anno impegnativo, sia dal punto di vista sociale che economico. Moltissime imprese si sono ritrovate a dover ricominciare daccapo e rivedere le proprie priorità. Le sfide messe in atto sono state tantissime e altrettante ce ne saranno nei mesi a venire. Le imprese devono prepararsi ad affrontare i problemi nel […]

Leggi la news >
N

LinkedIn introduce nuovi strumenti di controllo de...

controllo delle pubblicazioni su LinkedIn

LinkedIn ha aggiunto di recente alcune funzionalità che consentono di controllare meglio i post pubblicati. Si tratta di strumenti di pubblicazione che consentono di restringere il campo di visualizzazione dei post a un determinato pubblico. In questo modo, sarà possibile anche su LinkedIn decidere chi può vedere ed eventualmente commentare un tuo post o un […]

Leggi la news >