L’imprenditoria per acquisizione è il futuro dell’economia

di Luna Saracino

clock image3 minuti

Imprenditoria per Acquisizione

Negli ultimi anni c’è stata una vera e propria impennata di attività imprenditoriali, non sempre però andate a buon fine. Sembra, infatti, che già prima del COVID-19, circa il 24% delle start up non ha mai superato il primo anno di vita, mentre solo il 43% è riuscito a raggiungere i 5 anni di età.

Per questo motivo, probabilmente, è diventato piuttosto popolare un fenomeno chiamato “imprenditoria per acquisizione”, la nascita di imprese a seguito di acquisizione di un business. Di seguito, quindi, nasce una nuova figura, quella dell’imprenditore per acquisizione.

A quanto pare, se vuoi essere un imprenditore di successo sembra essere meno rischioso mettere le mani su un’impresa già avviata, piuttosto che crearne una ex novo. L’azienda acquisita magari ha già un nome affermato e un mercato di riferimento e recuperarne l’eredità può in qualche modo aiutare a non correre troppi rischi potenziali.

Il segreto per un’impresa di successo

Il segreto per essere un imprenditore di successo, quindi, può essere proprio quello di diventare un “imprenditore per acquisizione”, recuperando le redini di un’attività già avviata e bisognosa di “nuova vitalità”.

Secondo alcune dichiarazioni di Entrepeneur.com nel 2019, per i nuovi imprenditori acquisire aziende preesistenti può essere un modo per ridurre la curva di apprendimento, diminuire i costi di formazione ed evitare eventuali errori fisiologici che tendiamo a commettere quando avviamo un’attività da zero.

Secondo Forbes.com, invece, per essere un imprenditore di successo è importante rintracciare i bisogno di un mercato, trovare una soluzione innovativa e fondare una start up da zero.

La verità, però, sembra essere un’altra: per fare successo è indispensabile acquisire e rinvigorire un business preesistente, magari già a un buon livello, e portarlo a un livello ancora più alto.

Scegliere l’impresa giusta da acquisire

Se da un lato acquisire una realtà preesistente ci salva da diversi rischi potenziali, dall’altro lato è importante scegliere l’impresa giusta su cui mettere le mani e assicurarsi di non fare un buco nell’acqua.

Prima di tutto, è importante scegliere un’impresa che siamo in grado di acquisire, che magari soddisfi alcuni nostri bisogni primari e in qualche maniera si adatti alle nostre esigenze (o, perché no, ai nostri gusti o alle nostre propensioni).

Successivamente, è consigliabile analizzare a fondo l’azienda che si intende acquisire, così da valutare rischi e vantaggi e comprendere appieno tutte le aree di crescita possibili.

Infine, è importantissimo valutare gli investimenti da fare, così da essere sicuri di avere una copertura economica utile a gestire tutte le spese dell’impresa.

In un’era come la nostra, nel pieno di un’emergenza sanitaria che non accenna a migliorare, gli imprenditori si stanno spingendo sempre di più sull’acquisizione di imprese già avviate, piuttosto che sull’avviamento di nuove realtà economiche. È un rischio calcolato e gestibile e consente una crescita potenziale ed esponenziale nel giro di poco tempo.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro
N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >