Le aziende dovrebbero avere un’etica dell’Intelligenza Artificiale

di Giuseppe Tavera

clock image2 minuti

Etica dell'Intelligenza Artificiale

Secondo un recente studio condotto da Capgemini e chiamato “AI and the ethical conundrum”, il 70% dei consumatori si aspetta che le aziende utilizzino l’Intelligenza Artificiale per interagire con gli utenti in modo chiaro, etico e trasparente.

Fino a questo momento, l’Intelligenza Artificiale è sempre stata utilizzata in modo superficiale, al punto da produrre spesso bias discriminatori nei confronti degli utenti. Una leggerezza, questa, che rischia di essere controproducente per le aziende, che devono affrontare sempre di più la digital transformation e allinearsi a questo nuovo bisogno dei consumatori.

Lotta ai bias contro le minoranze

Anne-Laure Thieullent, Artificial Intelligence and Analytics Group Offer Leader di Capgemini, ha dichiarato quanto segue:

L’Intelligenza Artificiale è una tecnologia trasformazionale che ha il potere di determinare gli sviluppi di un determinato mercato, della società e dell’ambiente di riferimento. Non bisogna temere gli impatti dell’Intelligenza Artificiale sulla gente e sulla società: bisogna, invece, direzionare l’Intelligenza Artificiale stessa verso una lotta concreta ai bias contro le minoranze e, dove possibile, utilizzarla come supporto nella correzione dei bias umani esistenti all’interno della nostra società.

Serve un responsabile dell’etica dell’Intelligenza Artificiale

La ricerca di Capgemini ha dimostrato che solo il 53% delle organizzazioni ha un leader responsabile dell’etica dei sistemi di Intelligenza Artificiale. Eppure, dalla stessa ricerca emerge una consapevolezza sempre più forte sull’etica legata alla tecnologia. Allo stesso tempo, però, pare che nessuno si sia ancora preso la responsabilità di creare un ruolo predisposto a questo tipo di operazioni.

Il report di Capgemini è stato condotto nei mesi di Aprile e Maggio 2020 su un campione di 2900 consumatori, sparsi per 6 paesi nel mondo, e su un campione di 884 executive sparsi per 10 paesi nel mondo (inclusa l’India).

image of giusetavera

Giuseppe Tavera

Giuseppe Tavera - Apprendista influencer. Vecchio sardo brontolone, mi occupo di sviluppo web e blogging per Nextre Engineering e il blog di Mirko Cuneo. Scrivo da quando si spammava su MySpace.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Le competenze digitali che serviranno ai direttori...

Competenze digitali dei direttori finanziari

Secondo Gartner, i direttori finanziari dovranno sviluppare una serie di competenze digitali nei mesi a venire, se vogliono trarre vantaggio economico dagli investimenti fatti in ambito digitale fino a oggi. Il capo delle ricerche di ambito finanziario di Gartner, Alexander Bant, è convinto che i CFO (cioè i direttori finanziari) si stanno spingendo sempre di […]

Leggi la news >
N

Imparare a gestire le spese per migliorare la prop...

Migliorare i costi dell'impresa

Nel 2020 abbiamo assistito a una profonda trasformazione, sia dal punto di vista economico che sociale. Sono diminuiti gli spostamenti, le persone hanno cominciato a vivere maggiormente all’interno delle proprie mura domestiche, le imprese hanno migliorato la propria presenza online. Nonostante questo, però, è ancora molto difficile per molti brand aumentare le vendite online dei […]

Leggi la news >
N

Google Cloud lancia una suite dedicata ai rivendit...

nuova suite di Google Cloud

Nelle scorse ore, Google Cloud ha annunciato il lancio di una suite dedicata ai rivenditori, per aiutarli a rafforzare l’e-commerce e a migliorare la customer experience. La suite, chiamata Product Discovery Solutions for Retail, consentirà ai rivenditori di risolvere problematiche correlate al proprio e-commerce, sfruttando gli algoritmi dell’Intelligenza Artificiale unitamente all’infrastruttura scalabile di Google Cloud. […]

Leggi la news >