Il lavoro agile può semplificare il ritorno alle scrivanie

di Luna Saracino

clock image3 minuti

Lavoro Agile

Il mondo del lavoro è cambiato, per tutti. Siamo passati dal trascorrere le nostre giornate in ufficio al passarle sedute sul divano, ma sempre a lavorare. Lo chiamano smart working, agile working, remote working. In italiano lo definiamo lavoro agile, lavoro da casa, lavoro da remoto. Il significato, in entrambi i casi, è sempre lo stesso: consentire ai dipendenti di gestire autonomamente il proprio tempo, riducendo al minimo stress e tensioni provocate da dinamiche lavorative potenzialmente tossiche.

NFS Technology Group ha annunciato una serie di soluzioni per il lavoro agile in grado di aiutare le aziende a ritornare a lavoro dopo il lockdown (che è ancora in corso, peraltro, in diverse parti del mondo).

Tornare al lavoro in modo semplice e sicuro

Considerando, infatti, il repentino cambiamento che ha subito il mondo del lavoro, è chiaro che lo smart working rimarrà una realtà consolidata e valutabile, ogni volta che qualcuno ci proporrà una posizione lavorativa, d’ora in avanti. Quando è possibile, ovviamente.

Tutto ciò è ancor più evidente se pensiamo a quante aziende hanno cominciato a utilizzare prodotti come Team e Zoom per comunicare al meglio con i propri dipendenti. Perfino Facebook ha implementato il suo Portal per consentire un lavoro davvero smart e agile per le persone che cominceranno a lavorare da remoto per le proprie aziende.

Il ritorno alla “normalità” di cui tutti parlano deve partire dal basso, a piccoli passi e deve essere fatto in sicurezza. Lo scopo è quello di provvedere a restituire ai dipendenti un lavoro più flessibile, in grado di ridurre gli stress e allo stesso tempo di offrire un posto di lavoro sicuro, pulito, igienizzato e distanziato.

Tornare alla scrivania con un semplice touch sullo smartphone

NFS Technology Group ha provato a rispondere a tutte queste esigenze “nuove” con una serie di feature, programmi e applicazioni in grado di supportare il lavoratore agile, che d’ora in poi lavorerà in smart working.

Il CEO di NFS Technology Group, Luis De Souza, ci dice che:

“Le nostre soluzioni per mobile offrono agli utenti diversi strumenti per perfezionare il lavoro agile e da remoto. Con pochi gesti, l’utente può selezionare e prenotare la sua scrivania già da casa, così da poter accedere al posto di lavoro a un orario stabilito e in completa sicurezza”

Lo scopo è chiaramente quello di sviluppare, per i lavoratori dipendenti, un environment sicuro, dove sentirsi protetti e ridurre all’osso tensioni e preoccupazioni. Il lockdown è stata un’esperienza faticosa per molti, anche dal punto di vista della gestione del lavoro. Per questo motivo è fondamentale cercare di ritornare a questa fantomatica “normalità” nel modo più semplice e normale possibile.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >