Lenti a contatto con Zoom: la visuale si ingrandisce sbattendo le palpebre
N

Web

Lenti a contatto con Zoom, la novità del futuro per la vista

di Giuseppe Tavera

clock image2 minuti

Lenti a contatto con Zoom, la novità del futuro per la vista

Le lenti a contatto con zoom arrivano direttamente dal futuro: chi le indosserà potrà ingrandire la visuale semplicemente sbattendo le palpebre.

Non è fantascienza, bensì una realtà ormai non più tanto lontana. L’invenzione arriva da un gruppo di scienziati appartenenti all’Università della California di San Diego.

Le lenti a contatto futuristiche sono controllate dai movimenti oculari, in particolar modo dalla chiusura/apertura delle palpebre.

La creazione funziona tramite l’utilizzo di lenti bio-mimetiche, controllate da un segnale elettrooculografico.

Che cos’è la bio-mimetica? E’ una disciplina scientifica che osserva i fenomeni biologici, per poi riprodurli in modalità tecnologica.

Molti prodotti attualmente in commercio funzionano tramite questa tecnologia, come la vernice autopulente per esempio, creata tramite lo studio delle foglie di loto.

L’elettrooculografia è una tecnica altresì affermata, utilizzata nello studio per la diagnosi del distacco della retina. Registra i movimenti oculari mentre dormiamo, misurando la differenza di potenziale fra cornea e retina. Il risultato è chiamato elettrooculogramma e si esegue tramite elettrodi.

Le lenti a contatto con zoom hanno misurato i segnali elettro-oculografici sviluppati durante alcuni movimenti specifici degli occhi, come su, giù, sinistra, destra, battito di ciglia e doppio battito di ciglia.

Gli scienziati californiani hanno quindi creato una lente bio-mimetica morbida, in grado di rispondere  a tali impulsi elettrici. Con questa tecnica è stato possibile modificare la lunghezza focale, che si basa sui segnali sviluppati dagli occhi.

Chi indosserà le lenti potrà letteralmente zoomare la propria visuale con due semplici battiti di ciglia; gli obiettivi interni funzionano in base all’elettricità prodotta dai movimenti oculari, non dalla qualità della vista dell’utente.

In futuro, la scoperta scientifica potrebbe essere impiegata nella creazione di protesi visive, robotica a distanza e occhiali regolabili.

image of giusetavera

Giuseppe Tavera

Giuseppe Tavera - Apprendista influencer. Vecchio sardo brontolone, mi occupo di sviluppo web e blogging per Nextre Engineering e il blog di...

N

Le fondamenta tecnologiche solide sono alla base d...

Fondamenta Tecnologiche

I professionisti dell’IT hanno bisogno di osservare con molta attenzione il mondo che li circonda, perché solo così possono prevedere le tendenze e irrobustire le fondamenta tecnologiche. La costruzione di fondamenta tecnologiche solide è fondamentale, perché è come costruire le fondamenta robuste per una casa. Le fondamenta, infatti, devono essere robuste per poter sostenere successivamente […]

Leggi la news >
N

Facebook lancia Accounts Center per gestire più p...

Accounts Center di Facebook

Facebook ha lanciato un nuovo strumento, ancora in fase di sperimentazione: si chiama Accounts Center e consentirà agli utenti di poter gestire tutti i propri account presenti sulla piattaforma direttamente da un unico spazio. Lo ha comunicato il team di Facebook in un post sul blog del social network. Accounts Center consentirà di riunire in […]

Leggi la news >