LinkedIn pubblica il nuovo report annuale sullo stato delle vendite

LinkedIn pubblica il nuovo report annuale sullo stato delle vendite

di Sabrina Andreose

clock image2 minuti

rappoto vendite LinkedIn

LinkedIn ha pubblicato il quarto report annuale sullo stato delle vendite, esaminando le tendenze e i cambiamenti chiave del mercato.

Lo studio si basa su sondaggi condotti su acquirenti e venditori che risiedono negli Stati Uniti, considerando l’emergenza Covid-19.

Sulla base dei dati principali, è chiaro che il COVID-19 ha modificato in modo significativo l’attuale panorama delle vendite.

La pandemia, infatti, ha impattato negativamente su quasi tutto ciò che conosciamo.

E’ tuttavia interessante notare il cambiamento delle strategie aziendali, nonché gli approcci in linea con il nuovo business.

LinkedIn ha evidenziato nuovi parametri, con un numero sempre più alto di organizzazioni che si muovono verso obiettivi di crescita a lungo termine.

“I dati del sondaggio indicano che le misurazioni del valore a lungo termine si stanno spostando in primo piano rispetto alle metriche tradizionali a breve termine, come le quote trimestrali.

Quando è stato chiesto di identificare la misurazione dei rappresentanti di vendita, quattro metriche sono state selezionate da oltre un terzo degli intervistati. Le prime due guardavano oltre il periodo trimestrale” – dichiara LinkedIn.

La maggior parte delle aziende faticherebbe a raggiungere gli obiettivi a breve termine alla luce della situazione attuale.

Nell’era dei social media, dove le aziende possono accedere a numerosi dati sui consumatori, sorprende notare che solo la metà dei venditori sfrutta correttamente questi flussi.

La cifra è in aumento; è importante insegnare a venditori e clienti le opportunità offerte dalla digitalizzazione.

Attualmente gli acquirenti cercano situazioni stabili, la fiducia è la chiave per instaurare rapporti di compra-vendita di successo.

Alla domanda: “Quali aspetti apprezzi maggiormente in un venditore?“, gli acquirenti hanno risposto:

  • affidabilità (47%);
  • velocità di risposta (44%);
  • esperienza nel settore (40%).

Per stabilire il rapporto di fiducia, i consumatori richiedono una maggiore comprensione delle necessità individuali.

Per raggiungere tale obiettivo, i venditori possono sfruttare i dati disponibili, rafforzando la necessità di utilizzare la tecnologia.

image of sabriandre

Sabrina Andreose

Sabrina Andreose - Appassionata di musica d’autore, videogiochi, scrittura e sartoria. Amo tutto ciò che è arte: creare e dare forma all...

N

Durante il COVID-19, i CEO puntano tutto sulla tec...

CEO Tecnologia Persone

Durante l’emergenza sanitaria provocata dal COVID-19, la maggior parte dei CEO delle aziende hanno puntato tutto sulla tecnologia, investendo cifre mai pensate prima, nella speranza di rafforzare un settore ancora potenzialmente in crescita. Questa attenzione nei confronti della tecnologia, però, non deve mai distogliere l’attenzione dalle persone, che stanno diventando sempre più talentuose e specializzate […]

Leggi la news >
N

Le aziende dovrebbero avere un’etica dell...

Etica dell'Intelligenza Artificiale

Secondo un recente studio condotto da Capgemini e chiamato “AI and the ethical conundrum”, il 70% dei consumatori si aspetta che le aziende utilizzino l’Intelligenza Artificiale per interagire con gli utenti in modo chiaro, etico e trasparente. Fino a questo momento, l’Intelligenza Artificiale è sempre stata utilizzata in modo superficiale, al punto da produrre spesso […]

Leggi la news >
N

Le fondamenta tecnologiche solide sono alla base d...

Fondamenta Tecnologiche

I professionisti dell’IT hanno bisogno di osservare con molta attenzione il mondo che li circonda, perché solo così possono prevedere le tendenze e irrobustire le fondamenta tecnologiche. La costruzione di fondamenta tecnologiche solide è fondamentale, perché è come costruire le fondamenta robuste per una casa. Le fondamenta, infatti, devono essere robuste per poter sostenere successivamente […]

Leggi la news >