Microsoft lancia il nuovo servizio Desktop Analytics per i dispositivi Windows

Mercoledì Microsoft ha annunciato l’arrivo del nuovo servizio Desktop Analytics, che offre alle dashboard delle organizzazioni le migliori visualizzazioni degli endpoint, delle applicazioni e dei driver di Windows.

Il servizio verifica la presenza di problemi di compatibilità e offre “raccomandazioni e consigli utili per risolverli“, afferma l’annuncio di Microsoft.

Microsoft mette già a disposizione strumenti per l’analisi dei Big Data, come Power BI. E’ proprio grazie a Power BI che Nextre ti da modo di integrare dati che provengono da fonti diverse. Questi dati vengono trasformati in informazioni che possono essere davvero utili per le aziende.

Desktop Analytics, il nuovo servizio di Microsoft, può invece essere utilizzato per automatizzare le distribuzioni desktop di Windows, inclusa la configurazione dei dispositivi pilota per testare gli aggiornamenti.

Il software richiede l’utilizzo di System Center Configuration Manager versione 1902, con l’aggiornamento cumulativo 4500571 installato. Attualmente Desktop Analytics non può essere utilizzato autonomamente.

L’uso del nuovo programma, unito al servizio di gestione dei dispositivi Microsoft Intune, fa parte dei piani futuri di Microsoft, sebbene non siano ancora stati comunicati dettagli specifici.

Sono necessari altri requisiti per l’utilizzo di Desktop Analytics (oltre a quelli già citati), come descritto nel documento “Panoramica” di Microsoft. I dettagli importanti includono:

  • I Diritti di amministratore globale e una sottoscrizione di Azure.
  • I dispositivi registrati devono essere coperti da licenza per i piani Windows 10 Enterprise E3 o E5 (o equivalenti Education) o per i piani E3 o E5 di Windows Virtual Desktop Access, sebbene siano supportati i sistemi operativi Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10.
  • L’impostazione per la raccolta dei dati diagnostici (precedentemente denominata “telemetria”) deve trovarsi come minimo al livello “Base”. Tuttavia, solo l’impostazione “Avanzata”, può fornire dati di utilizzo dettagliati.

Attualmente pare esistano alcuni blocchi riguardanti l’uso del servizio Desktop Analytics nei paesi dell’Unione Europea, a causa dei requisiti di localizzazione imposti dal Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).

Desktop Analytics è il sostituto designato di Windows Analytics, che terminerà il 31 gennaio 2020. I tre componenti del vecchio programma: integrità del dispositivo, conformità degli aggiornamenti e disponibilità dell’upgrade, sono tutti combinati nel nuovo servizio.

Microsoft assicura che il componente “Aggiornamento conformità” di Windows Analytics, resterà  disponibile nel portale di Azure, anche dopo la data di chiusura stabilita a fine di gennaio.

 


Vuoi far crescere la tua azienda grazie al web?

Questo libro è un vero manuale di sopravvivenza digitale per l’impresa del futuro. Scopri tutte le strategie per ottenere successo grazie al web e governa da protagonista la trasformazione digitale della tua azienda.


Potrebbe piacerti anche