N

Web

Outbrain analizza i download delle app: quanto valgono in tempo di Covid-19?

di Giuseppe Tavera

clock image2 minuti

Download app durante Covid-19

Outbrain ha condotto una ricerca approfondita che analizza il numero delle installazioni e la durata reale del rapporto tra utenti e brand.

Ottenere dei download durante il coronavirus è semplice; gli utenti sono spesso a casa, hanno tempo libero a disposizione. Ma cosa accadrà in futuro?

In questo particolare periodo storico, molti di noi scaricano app anche per pura curiosità, o addirittura noia.

Recenti statistiche confermano un significativo aumento dei download di app tra marzo e aprile, in particolar modo incentrati su shopping, streaming, giochi, fitness e videoconferenze ed elearning.

I dati raccolti appaiono quindi positivi; ciò che non conosciamo però, è il reale coinvolgimento che si propaga tra gli utenti.

Outbrain evidenzia anche la diminuzione del prezzo per i download, che va dal 33% in meno per le app educative, fino al 46% in meno per le app di fitness e salute.

E’ inoltre importante considerare l’aumento del Life Time Value, pari al 30% in più per le app verticali (come il gioco d’azzardo).

I contenuti meritano invece un discorso a parte: il 53% dei marketers intervistati ritiene che inviare l’utente direttamente all’app store sia più efficace. Il 43% preferisce indirizzarlo ad una pagina di contenuti.

Tramite l’utilizzo di strumenti di targeting mirati, i brand possono raggiungere il pubblico giusto e massimizzare la redditività per ogni nuovo iscritto.

Non sappiamo come andrà in futuro; i consumatori continueranno ad adattarsi durante la pandemia? Ciò potrebbe variare per sempre l’utilizzo delle app così come oggi lo conosciamo.

I dati raccolti mostrano infine inaspettate sorprese. Alcune app di dating, come Tinder per esempio, anziché registrare una diminuzione dell’attività a causa del distanziamento sociale, hanno registrato un aumento del 20% sulle conversazioni in app.

I single della città si sono quindi adattati ad un panorama sociale differente; i marketer devono fare altrettanto, mantenendo lo stesso passo con gli utenti e le loro nuove abitudini di vita.

image of giusetavera

Giuseppe Tavera

Giuseppe Tavera - Apprendista influencer. Vecchio sardo brontolone, mi occupo di sviluppo web e blogging per Nextre Engineering e il blog di Mirko Cuneo. Scrivo da quando si spammava su MySpace.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >
N

Come migliorare il proprio e-commerce nel 2021?

Migliorare il proprio e-commerce nel 2021

La pandemia ha spostato il commercio principalmente online, spingendo moltissime aziende a cambiare completamente le proprie abitudini di vendita. La maggior parte dei brand, oggi, ha un proprio store online a conferma che il settore degli e-commerce sta diventando ogni giorno più popolare. Il motivo è piuttosto semplice: i tempi in cui viviamo sono assai […]

Leggi la news >