Mirko Cuneo

Personal Branding

Come difendersi dagli attacchi sui social

19 dicembre 2017
come difendersi dagli attacchi sui social

Gli attacchi sui social network possono essere sempre fonte di frustrazione, di rabbia e a volte possono pungere sul vivo. Riuscire, quindi, a difendersi dagli attacchi sui social può diventare essenziale nella società odierna, che dà molta importanza alla presenza online, sia a livello personale, sia per quanto riguarda la propria professione.

Soprattutto chi debba lavorare utilizzando la rete dovrà fare attenzione a superare un attacco nel modo non solo più elegante possibile, ma anche nella maniera più efficace, così da uscire sempre vincente da ogni tipo di scontro che si può verificare con chi, dietro ad uno schermo, si sentirà invincibile.

Perché bisogna difendersi dagli attacchi sui social?

In una società ideale non sarebbe necessario arrivare a difendersi dagli attacchi sui social in quanto nessuno arriverebbe ad utilizzare Facebook o Twitter per mettere in cattiva luce un’altra persona.

Tuttavia, proprio il fatto per il quale questi strumenti sono molto diffusi e consentono di mantenere una certa distanza rispetto alla propria “vittima” consente a chi abbia delle proprie insicurezze di sfogarsi su una persona che può, ad esempio, far scaturire invidie e può rappresentare ciò che il “leone da tastiera” vorrebbe effettivamente essere oppure diventare.

Quindi, bisognerà partire dal presupposto per il quale, chiunque attacchi qualcun altro su un social network sarà sicuramente un soggetto poco sicuro di sé, con delle difficoltà a raggiungere la soddisfazione personale.

Già vedendo tutta la vicenda sotto questa prospettiva sarà possibile ridimensionare l’attacco e riuscire a difendersi dagli attacchi sui social in modo più calmo e razionale.

I punti per difendersi dagli attacchi sui social

Per arrivare, poi, a difendersi dagli attacchi sui social in modo efficace, senza infangare la propria reputazione e senza creare un vero e proprio polverone, che potrebbe essere ancora più grave rispetto all’attacco stesso, bisognerà seguire alcuni punti essenziali che vi metteranno al riparo da ogni tipo di problema.

In alcuni casi, ignorare

Una delle migliori tecniche da mettere in atto per difendersi dagli attacchi sui social è sicuramente ignorare la persona che abbia sferrato l’attacco. Questo tipo di reazione potrà essere messa in atto in tutti i casi in cui la persona che vi abbia attaccato sia un troll (quindi un utente che metta in atto questi comportamenti quasi come se fosse una professione) oppure un soggetto visibilmente poco pratico delle relazioni sociali.

Limitatevi a cancellare i suoi commenti e continuate a svolgere tranquillamente il vostro lavoro, o a portare a termine le vostre incombenze quotidiane senza problemi. Nel caso in cui la persona dovesse proseguire nella sua “missione” segnalatela al social nel quale si sarà svolta la vicenda, e vedrete che tutto si concluderà abbastanza in fretta.

Passare al divertimento

Nel caso in cui sia necessario difendersi dagli attacchi sui social che riguardino voi stessi, il vostro aspetto, la vostra persona, allora potrete sicuramente divertirvi. In genere, chi attacca le persone per ciò che sono, dando, ad esempio, agli altri del “grasso”, del “brutto”, dell’ignorante, lo sarà altrettanto, oppure sarà una persona frustrata per alcuni analoghi aspetti della propria vita.

Potrete rigirare tranquillamente la frittata e, in modo piuttosto rapido, passare ad utilizzare qualche semplice frase, che sia tagliente e ad effetto, per rimarcare il concetto per il quale chi vi abbia criticato sarà sicuramente messo peggio rispetto a voi e vorrebbe solo essere voi.

Un altro sistema è quello di indicare delle frasi che specifichino il fatto per il quale non avete tempo di stare dietro ai deliri di chi vi critichi in questo modo. Nella maggior parte dei casi, il “molestatore” si stancherà e smetterà di tormentarvi abbastanza velocemente.

Agire con fermezza

Nel caso in cui l’oggetto dell’attacco sia la vostra vita professionale e la serietà con la quale svolgiate un determinato lavoro, allora potrete interpellare direttamente il gestore del sito o del social network per bannare chi vi abbia toccato su un campo al quale tenete in modo particolare.

Le persone che si servono della vostra professionalità continueranno comunque a seguirvi e non sarà necessario fare molto di più per non avere più fastidi e per non incorrere più in particolari difficoltà.

 

Che cosa non fare per difendersi dagli attacchi sui social

Oltre alle tecniche che dovrete mettere in pratica per potervi difendere dagli attacchi sui social, esistono anche comportamenti che andrebbero sicuramente evitati.

In molti casi dovrete proprio evitare di raccogliere le provocazioni, soprattutto nel caso in cui queste provengano da persone che, visibilmente, non si trovano al vostro livello. Evitate proprio di rispondere e limitatevi a cancellare la loro presenza.

Non ponetevi al livello dei provocatori, in quanto potreste risentirne pesantemente dal punto di vista della vostra reputazione personale e professionale. Mantenete, quindi, sempre un certo contegno.

Allo stesso modo, non date mai troppa importanza a chi vi abbia attaccato. Per difendersi dagli attacchi sui social l’arma migliore e relegare il “molestatore” ad un fenomeno marginale.

 

 

Potrebbe interessarti anche

WhatsApp chat