Mirko Cuneo

Personal Branding

L’importanza del Posizionamento del marchio

9 marzo 2018
Posizionamento del marchio

Moltissimi marketer sono a conoscenza dell’importanza del Posizionamento del marchio per sviluppare una strategia di promozione, questo soprattutto perché il brand è un elemento in grado di rimanere impresso nella mente dei consumatori e di richiamarli nel momento in cui debbano fare una scelta.

Il posizionamento dei marchi è una realtà conosciuta sin dagli anni Ottanta, ed è ancora importante, ed attuale, ai giorni nostri, anche se l’utilizzo di sistemi digitali e di internet hanno cambiato un po’ l’approccio a tali tecniche di promozione.

Inoltre, in molti casi i marchi, pur se ben posizionati in un primo momento, potrebbero richiedere una successiva valutazione per tornare ad essere apprezzati e a ritrovarsi a primi posti nella propria categoria.

Proprio basandosi su questi elementi, sarà possibile, quindi, valutare tutte le strategie grazie alle quali arrivare ad un ottimo Posizionamento del marchio.

Posizionamento del marchio valutazione

La strategia giusta di Posizionamento del marchio parte dall’analisi

Non ci potrà essere una strategia di marketing che esuli dall’analisi dei dati e del mercato all’interno del quale un determinato prodotto debba arrivare ad inserirsi.

Ovviamente, rispetto al passato, anche la fase di analisi si è evoluta ed ha preso in considerazione non solo dati differenti, ma anche strategie distinte.

Ad esempio, queste comprendono oggi gli strumenti di analytics di tipo elettronico e legati ad internet, così come i dati riferiti alle abitudini di coloro che visitano i siti ed utilizzano i social network.

Ecco che, quindi, andando ad analizzare questi elementi si potranno avere molte informazioni da usare per il Posizionamento del marchio della propria azienda.

Ad esempio, nel valutare le parole chiave usate dagli utenti per poter arrivare a visitare il sito internet aziendale, sarà possibile anche capire che cosa un potenziale cliente cerchi, che cosa vorrebbe ottenere da un marchio che si occupi di vendere una determinata merce, e così via.

Inoltre, i medesimi strumenti potranno essere utilizzati anche per andare a valutare, e a tenere sotto controllo, i competitor di una determinata azienda, imprese che, magari, hanno già raggiunto un livello al quale aspirerebbe anche chi stia effettuando la ricerca.

Posizionamento del marchio e anticipazione

Posizionamento del marchio e anticipazione dei trend

Controllare il Posizionamento del marchio della vostra azienda vi consentirà anche di anticipare, e di creare, dei trend.

Ad esempio, la Dove, già dagli anni Cinquanta, ha iniziato a far percepire ai consumatori il proprio sapone non come un semplice detergente, ma come uno strumento di bellezza. Per questo i loro prodotti sono ancora molto utilizzati oggi, anche se il loro brand è leggermente cambiato.

Ecco perché per arrivare a posizionare correttamente il proprio brand bisognerà capire su che cosa puntare e quale tipo di pubblico conquistare. Nel caso in cui, ad esempio, ci si occupi di vendere vestiti, sarà possibile pubblicizzare il fatto per il quale i materiali utilizzati siano ecologici, oppure la particolarità legata alla produzione dei capi, che avviene senza sfruttamento del lavoro.

In ogni caso, avere in mente i motivi per i quali una persona dovrebbe scegliere un marchio, e anche quelle che possono essere le sue particolarità, sarà uno dei passaggi essenziali verso il Posizionamento del marchio.

Le aree del Posizionamento del marchio

Sono state fatte moltissime ricerche in merito ai metodi di Posizionamento del marchio e anche a quelle che possono essere le aree nelle quali i marchi possono effettivamente inserirsi.

Secondo uno studio dell’Harvard Business Review, ci sono quattro aree generali nelle quali i brand possono non solo “stabilirsi” ma anche crescere. Queste sono:

  • La beneficienza e la creazione di risorse positive (ad esempio il fatto per il quale un’azienda doni una parte dei profitti ad un’organizzazione benefica);
  • La proposta di alternative positive (ad esempio il fatto di far funzionare un macchinario ad energia solare, invece che con i metodi più inquinanti);
  • L’appoggio a cause sociali (come il fatto di sostenere la comunità omosessuale);
  • L’aiuto a soggetti meno fortunati;

Puntando su almeno uno di questi fattori, soprattutto ai giorni nostri, il Posizionamento del marchio potrà non solo migliorare notevolmente, ma anche conferire una piena identità all’azienda che lo produca.

Perché il Posizionamento del marchio è importante

È stato notato come il Posizionamento del marchio dovrebbe costituire una delle grandi priorità delle aziende, soprattutto di quelle che si trovino a competere con altre realtà molto “agguerrite”.

Puntare su questi fattori consentirà alle imprese di avere non solo un’identità definita, ma anche di conquistare una clientela sempre maggiore.

Infatti, nel momento in cui un marchio arrivi a “cementarsi” nella mente del cliente, con specifiche caratteristiche ed elementi particolari, difficilmente verrà dimenticato da esso, e questo continuerà a preferirlo per molto tempo.

 

Potrebbe interessarti anche

WhatsApp chat