Il Regno Unito crea un database che monitora le scelte dei consumatori

di Luna Saracino

clock image3 minuti

Regno Unito valori nutrizionali

Il Regno Unito lancia un nuovo database che collega le informazioni nutrizionali con le abitudini di acquisto degli utenti, con lo scopo di comprendere le scelte dei consumatori durante l’acquisto di prodotti freschi.

La compagnia di Data Intelligence americana, TeakOrigin, ha creato una partnership con la piattaforma di Global Intelligence Streetbeets, già impegnata nell’analisi delle abitudini dei consumatori, proprio con lo scopo di indagare la psicologia dei clienti. Questo sarà un grosso vantaggio per capire dove sono diretti i desideri di acquisto e per riuscire a soddisfarli.

A partire da Settembre, Streetbeets utilizzerà la tecnologia proposta da TeakOrigin per scansionare migliaia di cibi differenti ogni mese (soprattutto ortaggi e frutta). La scansione avverrà su aziende inglesi come Tesco, Sainsbury’s, Waitrose, Lidl e Amazon Fresh.

Streetbeets e TeakOrigin insieme per un consumo etico e consapevole

La piattaforma Streetbeets conta più di 3.5 milioni di utenti sparsi tra 189 paesi nel mondo, che utilizzano l’app di messaggistica di Streetbeets per condividere le loro abitudini giornaliere. In questo caso, il focus sarà principalmente sulle abitudini di acquisto di prodotti freschi, in modo tale da fornire a TeakOrigin le informazioni necessarie per poter processare i dati raccolti.

Lo scopo di TeakOrigin è quello di scoprire il reale valore nutrizionale di un determinato prodotto e spingere, così, gli utenti a chiedersi cosa sia più giusto, etico o sano acquistare per la propria spesa familiare.

Secondo le parole di Brent Overcash, CEO e co-fondatore di TeakOrigin:

Abbiamo creato questa realtà per aiutare a costruire un archivio globale sull’alimentazione, così da stabilire uno standard di misurazione nutrizionale per i consumatori e i venditori.

Scopo del database è puntare verso un’alimentazione più responsabile

Una misurazione standard dei valori nutrizionali dovrebbe già esistere, nel 2020. La verità, però, è un’altra e per i consumatori è sempre molto difficile reperire le informazioni per conto proprio. Per questo motivo, un database come quello proposto dal Regno Unito dovrebbe esistere in tutto il mondo, per aiutare produttori e consumatori a comprendere meglio la natura dei prodotti messi sul commercio. Lo scopo è quello di avere un’alimentazione responsabile, sia dal punto di vista etico che da quello ecologico e nutrizionale.

Tugce Bulut, CEO e fondatore di Streetbeets, ci comunica che:


Combinando gli sforzi e la professionalità di Streetbeets e TeakOrigin, saremo in grado di fornire ai consumatori gli strumenti necessari per prendere le giuste decisioni in ambito alimentare. In questo modo, potranno scegliere più consapevolmente cosa acquistare e cosa no. Allo stesso tempo, i venditori, sia online che offline, potranno rivendere i loro prodotti più consapevolmente.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Le competenze digitali che serviranno ai direttori...

Competenze digitali dei direttori finanziari

Secondo Gartner, i direttori finanziari dovranno sviluppare una serie di competenze digitali nei mesi a venire, se vogliono trarre vantaggio economico dagli investimenti fatti in ambito digitale fino a oggi. Il capo delle ricerche di ambito finanziario di Gartner, Alexander Bant, è convinto che i CFO (cioè i direttori finanziari) si stanno spingendo sempre di […]

Leggi la news >
N

Imparare a gestire le spese per migliorare la prop...

Migliorare i costi dell'impresa

Nel 2020 abbiamo assistito a una profonda trasformazione, sia dal punto di vista economico che sociale. Sono diminuiti gli spostamenti, le persone hanno cominciato a vivere maggiormente all’interno delle proprie mura domestiche, le imprese hanno migliorato la propria presenza online. Nonostante questo, però, è ancora molto difficile per molti brand aumentare le vendite online dei […]

Leggi la news >
N

Google Cloud lancia una suite dedicata ai rivendit...

nuova suite di Google Cloud

Nelle scorse ore, Google Cloud ha annunciato il lancio di una suite dedicata ai rivenditori, per aiutarli a rafforzare l’e-commerce e a migliorare la customer experience. La suite, chiamata Product Discovery Solutions for Retail, consentirà ai rivenditori di risolvere problematiche correlate al proprio e-commerce, sfruttando gli algoritmi dell’Intelligenza Artificiale unitamente all’infrastruttura scalabile di Google Cloud. […]

Leggi la news >