N

Social

Nuova ricerca LinkedIn: cos’è più importante per i lavoratori?

di Domiziana Desantis

clock image2 minuti

linkedin news

L’avanzare dell’età, la scarsità di guadagno, il mercato poco favorevole: questi sono tutti fattori che influenzano negativamente la realizzazione della carriera lavorativa.

La maggior parte delle persone desidera trovare opportunità in linea con le proprie passioni, raggiungendo un buon equilibrio tra vita professionale e privata.

Spesso però la mancanza di risorse spaventa i lavoratori. E’ proprio LinkedIn a rivelarlo: il social network del lavoro ha infatti condotto una ricerca in merito: LinkedIn opportunity index 2020.

Si tratta di uno studio effettuato per comprendere come le persone percepiscono le opportunità, lasciandosi eventualmente frenare dagli ostacoli lavorativi.

La ricerca ha coinvolto più di 30.000 adulti, con età compresa tra 18 e 65 anni, situati in 22 diversi paesi del mondo (Italia compresa).

Proprio il nostro Paese ha evidenziato come le persone siano piuttosto negative rispetto al resto del mondo.

Nella valutazione della percezione della “disponibilità di opportunità lavorativa sul mercato“, l’Italia si classifica al ventiduesimo posto, con un punteggio bassissimo.

Cosa spaventa maggiormente i lavoratori?

  • Le questioni ambientali (20%);
  • La sicurezza (14%);
  • I problemi di salute (13%).

Gli Italiani temono soprattutto i problemi di salute (16%), affiancati dalla qualità dell’istruzione (9%).

Vivere bene è sinonimo di salute (50%), l’intera Europa considera questo aspetto tra i più importanti in assoluto.

L’indipendenza finanziaria si piazza invece in seconda posizione (29%).

Una relazione soddisfacente con il proprio partner è al terzo posto, secondo la maggior parte degli intervistati.

Per l’Italia “vivere bene” significa perlopiù godere di buona salute (56%), seguito dall’essere finanziariamente indipendenti (33%) e dall’avere un lavoro stabile (28%).

Anche impegnarsi nel lavoro (81%) è considerato un fattore fondamentale per la realizzazione personale, seguito dalla capacità di adattarsi al cambiamento (80%). Per il popolo italiano, questi sono aspetti importantissimi.

Inoltre, circa un terzo delle persone intervistate è alla ricerca di valide opportunità di istruzione, soprattutto se ci riferiamo alle nuove competenze.

Il sogno italiano è quello di individuare occupazioni lavorative stabili e sicure, in perfetto equilibrio tra vita privata e professionale. L’Italia ama infine riuscire a ritagliarsi del tempo libero di qualità, da dedicare ad amici e famiglia.

image of Domiziana Desantis

Domiziana Desantis

Il potere delle parole mi ha sempre affascinata, tanto che ho fatto della comunicazione la mia professione. Lavoro come Web Content Creator & Editor in Nextre Digital, web Agency di Milano, e scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >