In che modo la segnaletica digitale può trasformare l’esperienza in-store?

di Luna Saracino

clock image2 minuti

Segnaletica digitale in-store

Gli store fisici sono in crisi da diverso tempo, ma è innegabile che la pandemia mondiale abbia accelerato il processo di estinzione dei negozi veri a propri per dare spazio, sempre di più, ai siti di e-commerce e ai negozi online.

Le sfide da superare sono state tante, nel corso del 2020, e altrettante ce ne saranno in futuro, se i tempi continuano a essere incerti come quelli che stiamo oggettivamente vivendo. L’emergenza sanitaria ha spinto le persone a rimanere sempre di più in casa, sia per questioni di sicurezza che per questioni economiche. Così facendo, quindi, sempre più persone decidono di effettuare acquisti online, abbandonando gli store fisici a favore di uno shopping più agile e “comodo”.

Gli store fisici del futuro saranno sempre più orientati sull’esperienza digitale dei clienti

Secondo Chris Day, direttore di Moving Tactics, azienda specializzata in soluzioni orientate sulla cosiddetta segnaletica digitale, gli store fisici in futuro dovranno integrare dati e tecnologie in tutto e per tutto affini a quelle utilizzate online. In questo modo, l’esperienza del consumatore ha sempre il primo posto e i brand possono adattare il loro business a ogni singolo utente aumentando le vendite online. Nello specifico, secondo Day:

I rivenditori devono ripensare in che modo potranno trasferire il mindset digitale nei loro negozi fisici. Il futuro del retail sarà sempre più digitale, anche se in presenza, quindi via libera ai touchscreen e a un’esperienza più interattiva dei clienti, in grado di renderli sempre più autonomi anche nelle loro decisioni. In questo modo, è possibile anche per i negozi raccogliere più facilmente informazioni e dati utili per poter profilare al meglio un determinato cliente.

Collegare i dispositivi mobili degli utenti per raccogliere dati e informazioni

Progettando la customer experience direttamente sui dati forniti dagli utenti in tempo reale, i brand possono finalmente ripensare il proprio business, personalizzando l’esperienza dei clienti al 100% e rendendola, così, sempre più efficace e fidelizzando, quindi, sempre più il cliente stesso. Sempre secondo Day:

“Collegare la ricerca su dispositivi mobili a questi elementi aggiunge un altro tassello all’efficienza dei servizi. Mentre un cliente seleziona un prodotto online, potrebbe recarsi allo store più vicino sicuro di trovare quello che sta cercando. In questo modo, sarà possibile coinvolgere nel processo anche un consulente, in grado di guidare il cliente verso il prodotto desiderato e che intende acquistare.”

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >