Creare sponsorizzate su Facebook per invogliare all'acquisto

Creare sponsorizzate su Facebook per invogliare all’acquisto

di Luna Saracino

clock image3 minuti

pubblicità sui social

Il grande vantaggio di fare pubblicità online è quello di poter raggiungere un considerevole numero di persone e potenziali clienti in pochi passaggi e a costi contenuti.

Perché una pubblicità sia efficace, tuttavia, è ancora necessario che si utilizzi il linguaggio giusto, le immagini giuste, la comunicazione giusta. Con l’avvento dei social media, infatti, il mestiere del comunicatore è diventato se possibile ancora più complesso e strutturato: cambia il target, cambia il medium, cambia – quindi – anche la comunicazione.

Il modo migliore per agganciare un nuovo cliente – o fidelizzarne uno già esistente – è la creazione di post chiari e mirati, che sappiano arrivare al punto. Queste sono solo alcune delle cose di cui bisogna tenere conto quando si parla di pubblicità sui social network, o nel caso di quello più famoso di tutti, di fare Facebook Advertising.

Scrivere un post per segnalare uno sconto ai potenziali clienti

Gli sconti sono, per natura, attraenti. Spingono il cliente potenziale ad acquistare qualsiasi cosa, se è a un prezzo ribassato. Bisogna, però, saper comunicare anche uno sconto, per poter convertire i clienti potenziali in clienti reali.

Per abbattere la barriera che separa l’utente dal suo acquisto bisogna innanzitutto riconoscere il target di riferimento. A chi ci rivolgiamo? A chi è dedicato questo sconto in particolare?

Successivamente, scegliamo una modalità di comunicazione semplice e che chiarisca da subito l’oggetto del post. Proporre uno sconto agli utenti è sempre una mossa intelligente, perché li spingerà ad acquistare senza sensi di colpa.

Adesso vediamo qualche esempio.

Gli sconti da proporre su Facebook e Instagram

Ecco alcuni esempi di sconti da proporre sui social media:

  • sconti aperti a tutti, che non richiedano acquisti effettuati in precedenza e sono adatti a tutti, anche ai nuovi arrivati;
  • sconti riservati, cioè rivolti a utenti in possesso di determinati requisiti (per esempio, una minima soglia di spesa). Un esempio: “Ottieni il 20% di sconto se spendi almeno 50€”.
  • flash sales: sono i saldi a tempo, quelli che attirano maggiormente l’attenzione e spingono maggiormente l’acquisto. Se l’utente sente di aver poco tempo a disposizione, è più propenso ad acquistare qualcosa che potrebbe non trovare più in seguito (non a quel prezzo, almeno);
  • saldi stagionali: sono i saldi relativi ai grandi eventi della stagione (Natale, Pasqua, ecc.). Funzionano come i saldi a tempo e, quindi, sono piuttosto efficaci, se il cliente sa che avrà pochi giorni a disposizione per poter effettuare l’acquisto;
  • free shipping: la spedizione gratuita è un ottimo incentivo per acquistare prodotti, a maggior ragione se la soglia di spesa diminuisce quando scegliamo i bundle al posto dei pezzi singoli;
  • i codici di acquisto: molto utilizzati su Instagram, i codici di acquisto sono spesso presenti nelle promozioni degli influencer. Se segui un influencer, infatti, ti sarà sicuramente capitato di leggere in alcune ads frasi come “Ottieni il 30% di sconto utilizzando il codice IG30”. In questo modo, l’utente si sente esclusivo e sa di poter ottenere uno sconto considerevole come se fosse dedicato a lui.

La chiave per generare risultati coerenti è avere una strategia pubblicitaria anche sui social media. Bisogna sfruttare tutti gli strumenti a disposizione per ottenere dei concreti risultati con il proprio business.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a ...