Le strategie di marketing digitale devono allinearsi al reparto vendite

di Luna Saracino

clock image2 minuti

Uno dei punti chiave di ogni esperto di marketing è la conoscenza approfondita del proprio target e dei propri utenti. Per chi si occupa di B2B (comunicazione Business to Business), poi, questa conoscenza è davvero cruciale. La consapevolezza di tutto ciò che riguarda le esigenze di un consumatore medio porta inevitabilmente alla costruzione di processi di vendita e di legami di qualità tra consumatore e rivenditore, tra brand e utenti.

Lavorare bene sul target è fondamentale per strutturare una base di mercato molto solida. Per poterlo fare è essenziale imparare a conoscere i propri utenti, le proprie esigenze, le proprie inclinazioni. Agire in collaborazione con il reparto vendite è molto importante, perché è lì che si raccolgono i dati relativi alle principali abitudini dei nostri utenti.

Chi sono gli utenti del nostro brand? Quali sono le loro esigenze?

Sono tante le domande che dobbiamo imparare a porci, quando ci occupiamo di strategie di marketing digitale legate al B2B. Ecco alcuni punti da non perdere mai di vista in questo processo, soprattutto ora che ci stiamo avviando alla fine del 2020 e all’inizio del 2021.

Prima di tutto chiediamoci chi sono i nostri utenti e quali sono le loro abitudini. Dopo di che chiediamo al reparto vendite se stanno targettizzando gli utenti giusti, escludendo così quelli che non fanno parte della nostra lista.

Successivamente, è molto importante avere in mente il core business della propria azienda. Cosa rivendiamo e perché? Quali sono i nostri punti di forza e quali sono i nostri punti deboli? Perchè un cliente dovrebbe preferirci a qualcun altro?

Impariamo a conoscere meglio i nostri clienti, interagiamo con loro

Un altro passaggio fondamentale e assolutamente imprescindibile all’interno di questo percorso è dato dal bisogno di interagire al meglio con il proprio utente ideale, per accompagnarlo correttamente lungo il suo viaggio “commerciale”.

Le domande da porsi sono svariate e riguardano: le esigenze del nostro consumatore e il suo bisogno a ricercare un prodotto come il nostro; i tempi di reazione a una proposta commerciale e le decisioni prese a seguito di questa; la valutazione di tutte le variabili possibili, sia che il cliente sia soddisfatto, sia che decida di orientarsi verso altri lidi, verso altri brand, verso altri prodotti.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro
N

La grammatica del nuovo mondo nel libro di Filippo...

50 parole chiave ordinate alfabeticamente a partire da 50 racconti di cronaca: premessa-testamento del filosofo Salvatore Veca, scomparso il 7 ottobre 2021. Radicale come la prima, la seconda, la terza e la quarta rivoluzione industriale. È la rivoluzione universale del covid, quella che ha cambiato per sempre la nostra vita. Non solo, dunque, una tragica […]

Leggi la news >
N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >