Mirko Cuneo

Leadership & Motivazione

L’arte della Leadership: risorsa e opportunità

8 agosto 2018
arte della leadership

Le aziende che vogliono leader di successo devono allontanarsi dall’immagine si scalatori aziendali e calarsi nei panni degli artisti.

Sviluppo e arte della Leadership sono all’ordine del giorno per ogni amministratore delegato, ma i risultati effettivi sono ancora relativamente scarsi. Nonostante questo argomento sia ritenuto davvero importante dai dirigenti e siano stati spesi nel 2015 ben 31 miliardi di dollari in leadership. La riposta si potrebbe trovare in una metafora popolare che paragona il percorso per diventare un leader alla scalata di una montagna. In sostanza la leadership è sulla vetta e costituisce il premio per coloro che riescono ad arrivare in alto e a raggiungere così il successo. Questa immagine mostra come tutti noi ci raffiguriamo, studiamo e pratichiamo l’arte della leadership, ma causa delle battute di arresto per molti di voi che aspirano a diventare dei leader. Secondo lo studio del 2014 Leadership Development, quattro studi su cinque pubblicati sull’arte della leadership si concentrano sulle azioni e sugli atteggiamenti degli individui che si trovano in alto sulla scala gerarchica. L’immagine della leadership comprende un po’ tutto ciò che viene fatto per arrivare ad ottenere il posto di leader: seguire le fasi di sviluppo, avere un rapido apprendimento, consolidare un insieme di strumenti e competenze adeguate, ecc. Il vero problema sta nel riuscire a mettere insieme tutte le competenze che servono per avere successo.

La Leadership come evoluzione personale

Nel processo di evoluzione personale si devono passare varie fasi durante la carriera: all’inizio bisogna sviluppare competenze tecniche e pratiche per saper gestire il lavoro, in un secondo momento è bene sviluppare delle competenze personali e il proprio modo di gestire il lavoro, infine, avere delle abilità strategiche con cui programmare il lavoro e arrivare al vertice. Insomma, è vero che le competenze tecniche sono fondamentali ma non bastano per farvi diventare dei leader. Voi CEO dovete apprendere l’arte della leadership evolvendo voi stessi e facendo vostre le varie fasi per arrivare al vertice. In caso contrario resterete sempre privi di una o più delle caratteristiche che faranno di voi dei veri e propri leader. Quindi, investite in leadership e investite su voi stessi, perché il vecchio detto che non si finisce mai di imparare sta diventando sempre più attuale rapportato alla velocità del cambiamento nel mondo odierno. Lo sviluppo della leadership, inoltre, inizia spesso troppo tardi. Non c’è un’età adeguata, anzi prima si inizia e meglio è siccome questa evoluzione durerà tutta la vita. Non sono sufficienti corsi di aggiornamento e workshop in cui ti insegnano la concezione standard per diventare un leader. Anche perché non si risolvono nuovi problemi con l’utilizzo di vecchi presupposti. Perciò, se desiderate arrivare alla vetta dovete interiorizzare l’arte della leadership ed esprimerla attraverso la vostra personalità. Vi consiglio un approccio che considero vincente per riuscire a raggiungere la posizione di leader, quello dell’artista.

Sii l’artista della Leadership

Gli artisti possono fare successo nel tempo ma non aspettano di essere arrivati ad un certo risultato prima di fare la loro opera migliore. Anzi, se riescono nella loro carriera è perché hanno delle visioni e delle abilità avvincenti per riuscire a realizzarsi. La buona leadership funziona all’incirca allo stesso modo, è sia abilità sia identità, non rappresenta solo il punto di arrivo ma il percorso che si segue per ottenere i risultati. La leadership è espressione di un viaggio e di una crescita personali, non è solo quello che fai quando arrivi ma ciò che ti porta a quel punto.

L’importanza della formazione

Un CEO deve investire nella continua formazione per sé stesso e per le proprie risorse. All’interno di un’azienda, infatti, può capitare che un giovane collaboratore venga promosso a ruoli di maggiore responsabilità e venga identificato come un futuro leader. Da quel momento, compito suo ma anche del datore di lavoro è di pensare alla sua continua crescita personale in modo che sviluppi le proprie capacità per essere un buon leader. Ricevere immediatamente feedback negativi a causa dell’aumento esponenziale delle aspettative non risulta efficace per aiutare l’addestramento della risorsa. In questo modo si ottiene il risultato opposto. La risorsa inizierà a mettere in dubbio le proprie capacità e non troverà modo per dimostrare che si merita il posto che gli è stato assegnato. Dunque, è indispensabile favorire lo sviluppo delle competenze e l’evoluzione, nel tempo, dell’esperienza adeguata. In questo caso, l’arte della Leadership viene esercitata dal CEO e tramandata al futuro leader.

Le aziende che sono in grado di investire e di favorire la crescita dei propri collaboratori attraggono i giovani di talento. Questi si sentiranno gratificati e rassicurati attraverso la varietà degli incarichi che gli verranno assegnati e riusciranno ad acquisire una mentalità flessibile e strategica. Mentre loro si concentreranno per far progredire l’azienda e le sue attività, i mentori avranno incoraggiato le loro risorse nel loro lavoro quotidiano in modo da farle diventare i leader di domani su cui potranno contare.

arte della leadership

Sviluppa comunità di leadership

Prima le aziende erano piramidi molto verticali, gabbie di ferro impostate in maniera assolutamente statica e gerarchica. Al giorno d’oggi, è molto utile dare vita a delle comunità che condividono la cultura aziendale e la responsabilità per i risultati. Se ci sono degli obiettivi condivisi da raggiungere può essere la carta vincente di un buon leader quella di far lavorare i propri manager in gruppo. In questo modo potranno condividere le loro idee, influenzarsi positivamente a vicenda, supportarsi l’un l’altro e, tutti insieme, far progredire il gruppo. In questo modo ne potranno beneficiare le persone e l’azienda stessa. Le prime saranno stimolate dal progetto e orientate alla crescita, mentre l’azienda e le sue attività raggiungeranno gli obiettivi preposti che porteranno all’incremento del business. Il senso di condividere un destino comune e una causa in cui si crede permette di intensificare e indirizzare le energie verso un fine condiviso e avere il supporto degli altri favorisce la creatività.

Costruisci la tua Leadership

Un CEO che destreggia l’arte della leadership e che trova il modo di trasmetterla ai suoi collaboratori, permette ad un’azienda di progredire e crescere nel tempo. Essere il leader del tuo gruppo, stimolare il senso di appartenenza ad una comunità e condividere la cultura dell’impresa, rende te un punto di riferimento e aiuta le persone a costruire la propria leadership personale. Coloro ai quali viene chiesto solo uno sforzo personale, si sentiranno sempre più alienati, giudicati e sotto pressione e, probabilmente, si comporteranno nello stesso modo con coloro che verranno dopo di loro. Tenderanno ad applicare su loro stessi un modello di leadership facendo affidamento solo sulle proprie capacità tecniche nella quali cercheranno di rifugiarsi. Invece, coloro che avranno la possibilità di lavorare in gruppo non solo si stimoleranno a vicenda ma formeranno una propria leadership personale che li porterà ad essere unici nel proprio modo di gestire il lavoro.

Nel caso in cui un collaboratore arrivi a sentirsi forzato e troppo stressato inizierà a prendere in considerazione l’idea di lasciare l’azienda che non gli permette di essere sé stesso. Mentre, nell’altro caso i collaboratori si sentiranno parte di un tutto e avranno sempre un pensiero di riguardo volto all’evoluzione e al successo dell’impresa. Un’azienda in cui viene trasmessa l’arte delle leadership presenta una differenza fondamentale con un’azienda che cerca la trasformazione ma rimanendo di vecchio stampo. Nel secondo caso la leadership viene vista come una sfida e un’eventuale ricompensa, mentre nel primo caso viene percepita come una risorsa e un’opportunità. Nell’attuale era della velocità e della mobilità, le persone vengono attratte maggiormente da realtà aziendali che forniscono supporto, formazione e opportunità. I CEO dovrebbero riuscire a trasmettere l’arte della leadership e, quindi, mettere i collaboratori in condizione di creare la propria personale. I leader di domani sono il risultato del buon lavoro di quelli di oggi.

Potrebbe interessarti anche

WhatsApp chat