Mirko Cuneo

Growth Hacking & Marketing

Come creare un post che aumenti le visite

14 dicembre 2017
Come creare un post

Vi piacerebbe aumentare le visite al vostro blog o sito web, ma non sapete come creare dei contenuti che vi consentano di raggiungere questo risultato? Per creare un post che aumenti le visite al vostro blog oppure allo spazio web che gestite dovrete seguire alcune regole, che vi consentiranno non solo di ottenere ottimi risultati, ma anche di aumentare i vostri profitti.

Infatti, così facendo avrete la possibilità di farvi conoscere e anche di ottenere un numero sempre maggiori di clienti, di follower e di estimatori della vostra attività professionale.

come creare un post

I migliori post per aumentare le visite

Creare un post che aumenti le visite al vostro sito può sembrare un’impresa impossibile, ma questo non è vero! Basterà fare un attimo il punto della situazione ed investire il vostro tempo nella direzione giusta.

Innanzitutto, esistono delle categorie di post in grado di calamitare l’attenzione del pubblico. Questo accade soprattutto per il tema trattato, oppure per le modalità con le quali tali temi vengono presi in considerazione.

Ecco, quindi, un elenco di quelli che sono sicuramente i tipi di post migliori per aumentare le visite al vostro sito.

I post che spiegano “come fare” qualcosa

I tutorial, le guide e tutti i tipi di articoli che spiegano come fare qualcosa sono sicuramente post che aumenteranno le visite al vostro blog o sito internet.

Per iniziare a capire il tema da trattare sarà sempre necessario chiedersi quali siano i problemi che l’utente medio dovrà affrontare ogni giorno, ovviamente sempre rimanendo nel vostro campo di attività.

Ad esempio: come far funzionare un determinato programma sul vostro computer, oppure come cucinare una pietanza particolarmente ricercata, o ancora come montare una bicicletta o come acconciare i vostri capelli per una serata speciale.

Inoltre, dovrete anche comprendere come poter fare la differenza. Cercate di vedere che cosa fanno gli altri e tentate di dare qualcosa in più ai vostri lettori, ad esempio aiutandoli concretamente a risolvere un problema e non rimanendo troppo sul vago, oppure rimanendo  a disposizione per consigli e aggiunte rispetto al vostro post originario.

Potrete, inoltre, prendere come esempio fatti che si siano susseguiti nella vostra vita. Ad esempio: siete stati licenziati da poco e vi state occupando di costruire il vostro business. Potrete, in questo caso, creare un post che spieghi sia come affrontare il licenziamento, e magari sbrigare la burocrazia, sia come iniziare un proprio lavoro da soli e senza l’aiuto di altre persone.

I vostri utenti aumenteranno di sicuro e vi saranno grati per i tanti consigli che avrete saputo elargire in modo chiaro e preciso.

come creare un post

I post improntati sulle liste

Le liste sono, da sempre, un modo grazie al quale organizzare le proprie idee e anche averne di nuove. Nel caso in cui stiate cercando di capire come creare un post che aumenti le visite al vostro sito o blog, la risposta potrebbe proprio risiedere nelle liste.

Create un post che metta insieme alcuni elementi che potrebbero essere rilevanti per i vostri utenti. Esistono alcuni esempi di liste che possono essere effettivamente molto utili a diversi tipi di lettori, tra i quali si possono annoverare i seguenti:

  • I cinque modi per usare i social per il vostro lavoro;
  • Dieci sistemi per iniziare a guadagnare di più subito;
  • I quattro consigli per avere una casa più in ordine subito;
  • I dieci consigli per iniziare a risparmiare tempo ed essere più produttivi.

Ovviamente, anche in questo caso, la tematica dovrà essere attinente rispetto al vostro campo di azione: nel caso in cui vi occupiate di informatica non vi servirà a nulla pubblicare un post relativo alla casa, mentre qualora vi stiate occupando di crescita personale potrete puntare tutto sull’organizzazione del tempo.

come creare un post

I post che aggregano altre risorse

È tipico delle guide e delle liste nel campo della tecnologia e dell’informatica il fatto di improntarsi sull’aggregazione di risorse che possono provenire da altre fonti e da altri soggetti.

Potreste obiettare dicendo che questo tipo di post non gioverà solo a voi ma anche ad altre persone. In realtà, questo non è vero, in quanto ogni clic creerà comunque una grossa mole di traffico anche nei confronti del vostro sito internet oppure del vostro blog.

Inoltre, questo tipo di post vi consentirà sia di tenere d’occhio la concorrenza, sia di aumentare man mano la conoscenza che avete in merito ad un determinato tipo di attività o di soggetto.

I post dedicati alle recensioni

Anche in questo caso potrete creare un post che aumenti le visite utilizzando la vostra assoluta esperienza in un determinato campo e con riferimento a prodotti specifici.

Nel caso in cui vi occupiate di computer, di cellulari o di tecnologia in generale, potrete realizzare una guida nella quale vi occuperete di recensire software di diverso tipo, darete consigli e potrete anche stilare delle liste tematiche per chi potrà essere interessato a questo tipo di tema.

Ad esempio potrete aggregare le diverse app per gestire gli impegni, le applicazioni per dormire meglio, oppure potreste fare una recensione relativa ad un software appena uscito o ad un dispositivo che possa interessare a chi leggerà il vostro blog.

I post sugli studi

Soprattutto in alcuni campi, i casi di studio sono davvero utili per comprendere come si comporti il pubblico e quali possano essere le manovre da mettere in atto per conquistarlo.

Ad esempio, nel campo tecnologico potrete illustrare gli studi recenti sull’utilizzo nelle diverse fasce orarie del cellulare, oppure potrete riferirvi alle abitudini di una determinata categoria di utenti, in modo da fornire delle informazioni utili ai vostri lettori.

Potrete anche usare questo espediente per spiegare qualcosa di nuovo ai vostri utenti, ad esempio partendo dagli studi su una fascia di popolazione in particolare avrete anche la possibilità di spiegare a chi leggerà come potersi comportare, e come poter pensare, come gli imprenditori di successo.

I post e le info-grafiche

Nel caso in cui siate bravi a destreggiarvi tra i progetti dedicati alla grafica, potrete creare un post che si concentri sulle infografiche, cioè sulla spiegazione di un determinato concetto mediante l’utilizzo delle immagini e dei grafici.

Ad esempio, potrete spiegare ai vostri lettori come realizzare un business plan passo per passo aggiungendo anche diverse infografiche, in modo da rendere il vostro post non solo molto più chiaro, ma anche maggiormente interessante per una vasta fascia di popolazione.

I post che spiegano un concetto

In molti campi la realtà dei fatti sta cambiando, e con essa anche i concetti che vi si possono applicare. Non tutti riescono a stare dietro alle ultime novità, e qui entrate in campo voi.

Potrete utilizzare il vostro post per spiegare un concetto difficile oppure per introdurre i vostri lettori ad un nuovo tipo di trend.

Esempi sono stati sicuramente tutti i post che hanno riguardato la nuova finanza, le monete virtuali e gli investimenti che si possono realizzare in questo campo.

Come creare un post che aumenti le visite passo per passo

Dopo aver visto quali possono essere i tipi di post in grado di aumentare le visite al vostro sito dovrete, a questo punto, occuparvi anche di capire come creare realmente tali contenuti in modo che essi siano efficaci e vengano effettivamente letti dai vostri utenti.

Ecco una serie di passi da seguire per fare sicuramente centro:

Trovate la vostra nicchia

Il web è davvero pieno di contenuti, e potrebbe sempre sembrare impossibile creare un post che aumenti le visite e che sia effettivamente originale. In realtà, esistono “territori” inesplorati anche su internet e voi potreste essere esperti di una determinata materia anche senza saperlo!

Allo stesso modo, potrete porre il vostro contenuto sotto una luce nuova, anche andando a scegliere termini che diano questa impressione a chi vi leggerà. Ad esempio, l’espressione “social media marketing” è piuttosto diffusa e vi farà perdere nel maremagnum che è internet. Ma nel caso in cui utilizzaste l’espressione “social intent data” potreste catturare l’attenzione di un numero maggiore di lettori.

In sostanza, il contenuto potrà essere il medesimo, ma avreste avuto il colpo di genio relativo ad una sua esposizione originale.

Per essere sicuri di stare creando un contenuto effettivamente originale, accattivante, e in grado di aumentare le visite al vostro sito internet il consiglio è quello sicuramente di fare qualche ricerca su Google e di vedere quali siano stati, fino ad ora, gli approcci mediante i quali tale tema sia già stato trattato.

Potrete, così, guardare la stessa cosa ma da un altro punto di vista. Inoltre, il consiglio è anche quello di creare una mappa dei contenuti da esplicare ai lettori, individuando anche tutti i sub-concetti che vorrete esporre e che potrebbero dare anche vita ad altri post che potrete correlare al primo.

Non limitate le vostre idee e seguite l’istinto, un po’ come quando nelle aziende ci si concentra sul così detto brainstorming.

Assicuratevi di creare un post che risponda a domande interessanti

Così come i post, anche le domande degli utenti sono effettivamente infinite. Per capire che cosa interessi ai lettori nel vostro campo di competenza potrete dare un’occhiata a piattaforme come Yahoo! Answer nelle quali l’utente medio si occupa di dare sfogo ai suoi dubbi e di richiedere consulenze.

In questo modo avrete già un quadro di quelli che potranno essere i temi per i vostri prossimi post da inserire sul vostro sito internet.

Fate una ricerca per le parole chiave

Tutti sanno che su internet molta parte dei contatti viene ottenuta grazie all’utilizzo delle giuste parole chiave, le quali porteranno direttamente le persone all’interno del vostro spazio.

Allo scopo di scoprire quali siano le parole chiave che potranno essere più ricercate per un determinato tema, usate strumenti appositi, come accade, ad esempio, per il famoso Google Analytics e per tutti gli altri tool affini ad esso.

Fate ricerche collaterali e non fermatevi ai primi risultati, in modo da avere un quadro chiaro della situazione. Successivamente, fate un’analisi del vostro post e valutate se questo, sempre con gli appositi strumenti, riesca ad arrivare al ranking da voi richiesto e che vi consenta di aumentare le visite al vostro sito internet.

Potrete anche ricercare la parola chiave di riferimento su Google e vedere quali siano le frasi di auto completamento che esso vi propone: potreste sempre avere, in questi casi, delle idee davvero innovative.

Il vostro obiettivo dovrà essere quello di aumentare le visite al sito per almeno 50 persone ogni mese, con una ricorrenza adeguata della parola chiave.

Utilizzare gli strumenti che consentono di monitorare il comportamento delle persone su internet vi darà anche la possibilità di dare loro ciò che vogliono e di “anticipare le loro mosse” diventano un vero e proprio esperto del web.

Sempre usando Google Analytics, infatti, avrete la possibilità di valutare quali siano i tipi di post che andranno a portare più persone verso il vostro sito internet: in questo modo potrete realizzarne degli altri aumentando sempre di più il traffico verso il vostro spazio nel web.

Allo stesso modo, potrete anche usare strumenti inusuali per effettuare questo genere di ricerche, come Amazon, ad esempio.

Potrete andare a leggere le recensioni che le persone avranno fatto sui libri che siano attinenti al vostro settore, e potrete capire che cosa staranno cercando, poiché saranno stati loro stessi a scriverlo all’interno della loro recensione.

In questo modo metterete insieme tutta una serie di tool e arriverete ad ottenere un risultato concreato senza dover investire decine di ore.

Come creare un post che aumenti le visite e che aumenti la vostra posizione

Ora sapete come andare ad aumentare le visite al vostro sito internet, ma dovrete ancora lavorare su quella che sarà la vostra posizione nelle pagine dei risultati di Google.

Spesso in merito a tale possibilità si possono leggere in rete consigli che assomigliano quasi a “segreti” veri e propri. Tuttavia, per riuscire nell’impresa sarà sufficiente mettere in pratica alcune semplici, ma efficaci, strategie.

Create un post che sia abbastanza lungo

Tranne per alcuni tipi di post, è stato rilevato come Google privilegi i post medio-lunghi, in quanto appaiono certamente meno votati ad accumulare visite, e più rivolti verso la vera e propria informazione per chi legga.

In generale si può dire come un ottimo post, a livello di lunghezza, dovrà essere costituito da almeno 1500 parole, e in alcuni campi si può arrivare a 2000 o a 3000 parole senza problemi. Ovviamente, il vostro post dovrà essere ben strutturato, in modo da catturare l’attenzione del lettore e da non portarlo alla noia.

Utilizzate le vostre parole chiave in modo preciso

L’utilizzo delle parole chiave, si è già visto, è molto importante, in quanto consente di portare direttamente da voi chi stia ricercando un consiglio oppure una soluzione per un determinato problema.

Esistono “luoghi” nei quali inserire le parole chiave in modo mirato così da dare una posizione più alta al vostro post anche per i risultati di ricerca Google.

Ecco alcuni esempi:

  • All’interno dell’URL della pagina o della sezione;
  • All’interno del titolo del post;
  • Nella meta description del vostro post;
  • Nelle tag e nella didascalia delle immagini inserite eventualmente nel post;
  • Nel post, sempre mantenendo un senso per le frasi che siano state inserite;
  • Usate i Plugin SEO

In molti programmi e piattaforme per la scrittura di contenuti, come ad esempio WordPress, sono presenti specifici Plugin che consentono di valutare in tempo reale il punteggio SEO dei testi che siano stati inseriti.

Molti di questi non vi indicheranno solo la ricorrenza di una parola chiave, ma anche se il vostro testo sia leggibile oppure abbia bisogno di particolari modifiche per non risultare noioso o confuso agli occhi degli utenti.

Consentite al vostro post di linkarsi ad altri

Non “lasciate solo” il vostro post ma rendetelo in grado di reindirizzare il lettore verso altre pagine da voi scritte.

Creerete, in questo modo, una vera e propria mappa concettuale che non solo sarà chiara per il lettore, ma che lo indurrà a rimanere molto tempo sul vostro sito internet e ad apprezzare i contenuti che avrete creato per lui, magari finendo per iscriversi alla vostra newsletter (anzi, inserite sempre un link nei vostri post proprio per tale iscrizione!).

Create link a siti autorevoli

Così come i vostri post dovrebbero rimandare ad altre pagine di vostra creazione, essi avranno una maggiore credibilità nel momento in cui rimanderanno a risorse autorevoli, come quelli delle enciclopedie oppure siti costituiti da esperti del settore.

Inserite i pulsanti social

Allo scopo di diffondere sempre di più i vostri contenuti in rete dovrete anche cercare di aumentare le visite che provengano dai social network. Per questo motivo dovreste inserire i pulsanti grazie ai quali gli utenti potranno twittare il vostro contenuto, oppure condividerlo su Facebook o su altri tipi di pagine social.

come creare un post

Controllate che il vostro post sia facile da leggere

Nel creare un post che aumenti le visite controllate sempre che questo, anche a livello grafico e al primo impatto, sia facile da leggere e possa essere consultato senza problemi.

Consentite, ad esempio, di individuare subito la sezione che potrebbe interessare al vostro utente medio, senza la necessità di scorrere tutto il post per minuti interi: eviterete che gli utenti si stanchino e abbandonino per sempre il vostro sito internet.

Create delle conclusioni

Oltre al corpo del vostro articolo cercate di creare una parte dedicata alle conclusioni, nelle quali potrete sintetizzare alcuni concetti chiave che avrete espresso proprio all’interno del vostro post.

Allo stesso modo, potrete iniziare il vostro articolo realizzando una specie di sommario, nel quale inserirete gli argomenti che verranno trattati: così tutto sarà chiaro, conciso e di facile accesso per i vostri utenti che, ricordate, non amano troppo perdere tempo.

Usate contenuti multimediali

Oltre al semplice testo cercate di inframmezzare le parole anche mediante l’uso di immagini, video e infografiche. In questo modo catturerete ancora di più l’attenzione del lettore e avrete la possibilità di fargli rimanere impressi alcuni dei concetti da voi espressi all’interno dell’articolo.

Allo stesso modo, cercate di creare una didascalia che sia corretta per le vostre immagini, e aggiungete ad esse i tag che consentiranno agli utenti di trovare i contenuti multimediali che potrebbero riportarli direttamente alle vostre pagine.

come creare un post

Organizzate correttamente il sito

Oltre a creare un post che aumenti le visite dovrete anche pensare a quello che è l’aspetto generale del vostro sito internet. A nessuno piace trovarsi su una pagina mal organizzata, obsoleta oppure difficile da navigare. Inserite, quindi, in modo chiaro le sezioni che gli utenti potranno utilizzare per ritrovare i contenuti, organizzate i post per categorie specifiche e inserite anche gli strumenti di ricerca.

Inoltre, ogni tanto controllate che tutte le vostre pagine siano ancora attivi e che i link che avrete proposto non siano scaduti, in modo da non dare un’immagine sciatta della vostra attività a chi vorrà visitare il vostro spazio sul web.

Seguite uno schema

Nel creare un post che aumenti le visite sarebbe anche necessario seguire uno schema che consenta di avere una certa logica nel momento in cui il contenuto dovesse essere letto.

Dovrete iniziare dal titolo e dall’introduzione: con queste due parti dovrete cominciare ad esporre il succo del problema al vostro lettore, senza indurlo in confusione e senza usare troppi giri di parole.

Dovrete anche far capire che proprio nel vostro articolo lui potrà trovare le soluzioni per quello che è la sua problematica, quella che lo avrà portato fino a voi.

Poi potrete inserire un sommario, nel quale sintetizzare gli argomenti dell’articolo e dal quale si potrà passare direttamente alle diverse sezioni.

Il corpo del testo dovrà, appunto, essere organizzato in sezioni in modo da rendere chiara e veloce la lettura da parte di chi vi abbia consultato.

Esponete chiaramente il problema che volete risolvere, successivamente inserite le possibili soluzioni, magari con elenchi che diano un maggiore ordine alla pagina, e poi passate alle conclusioni che faranno sentire “al sicuro” il vostro lettore.

Conclusioni

Mettendo in pratica questi consigli sarete sicuramente in grado di creare un post che aumenti le visite al vostro sito oppure al vostro blog. Non dovrete più temere la concorrenza e potrete finalmente vedere i frutti del vostro lavoro.

 

Potrebbe interessarti anche

WhatsApp chat