Come farsi pubblicità in modo efficace

di Mirko Cuneo

clock image9 minuti

come farsi pubblicità in modo efficace

Quando si parla di come fare pubblicità in modo efficace, uno degli obiettivi che si desidera raggiungere è quello di trovare nuovi clienti.

Come farsi pubblicità è sicuramente un tema molto interessante e, allo stesso tempo, controverso.

In Italia la pubblicità è vista come uno strumento da utilizzare in momenti di crisi. 

In tanti pensano che quando un’azienda inizia a promuoversi e a fare pubblicità è perché è in difficoltà e ha bisogno di nuovi clienti, ma non è così.

Fare pubblicità online e diffondere il proprio prodotto o servizio è alla base di qualsiasi attività di vendita.

Perché farsi pubblicità è fondamentale

Anche se dovrebbe essere scontato per qualsiasi attività, farsi pubblicità è fondamentale perché un’azienda per crescere e svilupparsi ha bisogno di vendere i propri prodotti o servizi.

E come può farlo?

Sponsorizzandosi e cercando nuovi clienti.

Vendere, trovare nuovi clienti, generare utili e profitti, è indispensabile per lo sviluppo economico di qualsiasi tipo di attività.

Senza nuovi clienti non si vendono prodotti.

Senza vendite non si generano utili.

Senza utili le aziende falliscono.

E se le aziende falliscono, restano a casa i titolari, i dipendenti, e i collaboratori.

Perciò pensa: puoi davvero permetterti di non fare pubblicità?

In Italia il 95% delle Partite IVA rientra nella categoria delle microimprese, cioè quelle realtà commerciali che hanno meno di 10 dipendenti e che non superano i due milioni di euro di fatturato all’anno.

Ma il problema principale è un altro: molti imprenditori decidono di aprire la propria azienda soltanto perché vogliono essere indipendenti e lavorare senza un capo.

Quindi la maggior parte delle imprese italiane sono nate da persone brave a fare il loro lavoro, ma che purtroppo non conoscono le regole fondamentali del fare impresa e non sanno come farsi pubblicità.

Come farsi pubblicità senza spendere una fortuna

Fino a qualche anno fa, le persone credevano che per trovare nuovi clienti e farsi pubblicità era necessario investire decine di migliaia di euro, ed era vero. 

I canali di comunicazione erano di meno, non c’erano ancora internet e i social media, l’unico modo per farsi pubblicità era mandare in onda uno spot televisivo o un messaggio radiofonico.

Due canali di comunicazione estremamente costosi, che quindi erano dedicati esclusivamente alle grandi imprese che potevano permettersi un investimento del genere.

Ai piccoli e medi imprenditori non restava altro che affidarsi alla rete vendita locale o al passaparola. Erano questi i due canali di acquisizioni clienti preferiti.

Il problema è che per molte aziende lo sono ancora oggi, ma la realtà è ben diversa.

Oggi qualsiasi piccola e media impresa può farsi pubblicità senza spendere una fortuna sponsorizzandosi sui social Media, pubblicando articoli su un blog o aprendo un canale YouTube, ad esempio.

Metodi pubblicitari efficaci

A questo punto, dopo aver capito l’importanza della pubblicità per una piccola o medio impresa, è importante conoscere alcune regole base che vanno assolutamente seguite per evitare di sprecare qualsiasi tipo di investimento.

come farsi pubblicità in modo efficace

1. Ogni comunicazione pubblicitaria deve terminare con un’offerta

Non puoi permetterti di investire soldi in un’attività pubblicitaria e comunicare un messaggio senza offrire al cliente un’offerta o un motivo particolare per contattarti.

Il 90% delle pubblicità che gira in televisione o in internet non ti deve ingannare. Se hai una piccola o media impresa, e soprattutto se hai poco budget da investire, devi inserire un invito a compiere un azione: una Call To Action.

In questo modo il cliente sarà incuriosito dalla tua offerta e avrai più possibilità di essere ricontattato.

2. Ogni offerta deve avere una data di scadenza

Le persone sono pigre, non basta comunicare un’offerta per vendere di più.

Se vuoi davvero spingerle a comprare da te e ad approfittare della tua offerta per acquistare i tuoi prodotti o servizi, devi assolutamente aggiungere una data di scadenza alle tue comunicazioni.

Sfruttando il senso di urgenza e di scarsità, aumenterai la percentuale di persone che decideranno finalmente di acquistare da te.

3. La pubblicità dovrà essere chiara per tutti

Soprattutto nel momento in cui ti starai occupando di lanciare il tuo brand, dovrai cercare di rendere la tua pubblicità chiara e facile da interpretare.

Anche in questo caso, cerca di metterti nei panni della persona che sia destinataria del messaggio, ed evita gli elementi poco chiari o che possano essere fraintesi facilmente.

4. La pubblicità deve essere tracciata

Una vera campagna pubblicitaria deve essere tracciata e misurabile. Devi essere sempre in grado di sapere quale messaggio pubblicitario ha generato una vendita e da dove arrivano i tuoi clienti. 

In questo modo potrai ottimizzare la gestione dei tuoi investimenti, stoppando le comunicazioni che non portano risultati e aumentano il budget per quelle che invece vendono di più.

5. La pubblicità non dovrà mai comunicare un messaggio generico

Cerca di non cadere nei tranelli delle agenzie marketing tradizionali.

Non devi mai e poi mai realizzare campagne pubblicitarie e investire budget in annunci generici che non vendono nulla e non hanno nessuna offerta. Il tuo obiettivo non è quello di far conoscere la tua azienda o di aumentare i followers sui social.

Il tuo obiettivo principale è vendere.

Quindi prima di approvare qualsiasi comunicazione, domandati: questo messaggio mi farà vendere di più oppure no?

6. La pubblicità deve seguire una strategia di comunicazione

Un altro tipo di pubblicità che dovrai evitare sarà quella “una tantum”. Non limitarti ad una singola offerta, ad un solo tipo di promozione, ma cerca di far seguire, al tuo primo messaggio, delle comunicazioni successive.

Ad esempio:

  • Nel caso in cui tu abbia una mailing list, cerca di inviare almeno un paio di messaggi che riguardino la medesima campagna e che seguano il primo, meramente promozionale;
  • Non affidarti mai al singolo invio per ottenere un risultato tangibile;
  • Utilizza i sistemi di remarketing e di tracciamento per seguire i clienti potenziali e farli affezionare a ciò che offri;
  • Nel caso in cui tu abbia fatto una campagna sul web, nel primo step cerca sempre di acquisire i dati del potenziale cliente, in modo da poterlo ricontattare.

Non è facile sapere come farsi pubblicità in modo efficace, ma cerca sempre di seguire questi punti per sponsorizzare la tua attività in maniera efficace e produttiva. 

7. La pubblicità non deve per forza essere creativa

La creatività nella pubblicità può essere un elemento positivo, ma dovrai evitare di realizzare campagne che la utilizzino in modo eccessivo.

Ad esempio, il consiglio può essere quello di puntare su un testo accompagnato da un’immagine, evitando, invece, di realizzare interventi che prevedano solo le immagini.

Ricorda sempre che dovrai sempre tenere in considerazione i risultati della tua campagna pubblicitaria.

Dovrai, quindi, sapere esattamente quanto denaro ti genera ogni comunicazione, quanto tu ne abbia investito e quali siano stati i risultati anche sotto il profilo del numero di clienti acquisiti.

Solo così saprai se i soldi spesi siano effettivamente serviti a qualcosa oppure se sia il caso di cambiare strada.

come farsi pubblicità in modo efficace

Come farsi pubblicità scegliendo lo strumento migliore

Per capire come farsi pubblicità in modo efficace bisognerà partire dalla scelta dello strumento.

Infatti, non tutti sono giusti per ogni tipo di realtà imprenditoriale.

Come prima cosa, bisognerà capire se fare pubblicità online oppure offline. 

Infatti, entrambi i canali potranno essere efficaci solo se utilizzati correttamente.

Quando decidi di fare pubblicità online sarà fondamentale tenere in considerazione alcuni punti essenziali:

  • Il target, quindi il tuo pubblico potenziale, dovrà essere ben definito per scegliere il giusto messaggio e il tono di comunicazione più adatto a lui.
  • Se il tuo target conosce già cosa fai e cosa vendi, potresti investire negli annunci pubblicitari su Google. Quando le persone ti cercano sanno già cosa vogliono acquistare, ed è molto più facile vendere.
  • Nel caso in cui, invece, il tuo target ha bisogno di conoscerti, o magari non sa ancora di aver bisogno di te, allora potrebbe avere più senso procedere alla realizzazione di una campagna su Facebook;
  • Se invece lavori soprattutto con manager e professionisti, potrai investire in una campagna pubblicitaria su LinkedIn.

Qualora, invece, tu abbia soprattutto la necessità di realizzare una campagna pubblicitaria offline, potrai seguire alcune regole che ti consentiranno sicuramente di ottenere dei buoni risultati:

  • Nel caso in cui tu abbia un pubblico ristretto, cerca di capire da chi potrebbe essere rappresentato, e cerca di raggiungerlo in modo specifico;
  • Potrai ottenere ciò che vuoi anche senza andare online, con sistemi che comprenderanno le lettere a risposta diretta, l’invio di un notiziario oppure di pacchi omaggio, soprattutto nel caso in cui tu offra prodotti particolari;
  • Potrai anche decidere di fare pubblicità offline su magazine e giornali di settore, sempre nel caso in cui la tua attività sia limitata ad un pubblico particolare e che sia facilmente individuabile;
  • Qualora il tuo prodotto o servizio, invece, non sia rivolto solo ad una nicchia di persone potrai decidere di utilizzare altri canali offline, come la radio e la televisione. Ovviamente, dovrai cercare di partire dai canali locali, grazie ai quali potrai “geolocalizzarti” nel modo giusto e potrai iniziare a promuoverti ad un livello territoriale adatto alla tua attività.

Un consiglio che, in ogni caso, dovresti seguire, soprattutto per la pubblicità offline, è quello di non affidarti alla radio o alla tv locale per realizzare la “sceneggiatura” e i testi per il tuo annuncio.

Infatti, spesso potresti ritrovarti ad avere un risultato scadente, o poco adatto rispetto alle tue esigenze, in quanto chi si occupi di lavorare nelle emittenti, o anche nella distribuzione pubblicitaria dei giornali, non avrà specifiche competenze dal punto di vista del marketing o del copywriting.

Come farsi pubblicità nel modo giusto

Spero che questa guida ti sarà utile per la promozione della tua attività, ma se vuoi avere a disposizione alcuni strumenti utili per farsi pubblicità in modo efficace, continua a leggere.

Ho messo a disposizione di alcuni imprenditori e liberi professionisti una consulenza gratuita, che ti sarà d’aiuto per prendere consapevolezza di dove si trova oggi la tua azienda e di cosa ti manca per raggiungere gli obiettivi che desideri facendo pubblicità nel modo migliore possibile.

Cosa aspetti?

Prenota ora la tua chiamata gratuita.

P.S. Questa opportunità non sarà disponibile ancora per molto, non fartela scappare e richiedi subito la tua telefonata gratuita con i nostri coach!

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta

C

Crescita Sito

Come guadagnare con un sito Internet: strategie pe...

come guadagnare con un sito internet

L’obiettivo di ciascun imprenditore è quello di riuscire ad aumentare le vendite dei propri prodotti e servizi. Sapere come guadagnare con un sito Internet è di importanza vitale perché ogni singolo click in più avvicina l’utente a concludere l’acquisto. Cosa fa la differenza tra un utente che acquista e uno che abbandona la pagina? La […]

Leggi l'articolo >