Come farsi pubblicità in modo efficace

Se ti occupi di auto-promuoverti sarai interessato a sapere come fare pubblicità in modo efficace, riuscendo a raggiungere un numero elevato di clienti.

Come farsi pubblicità è sicuramente un tema molto interessante e, allo stesso tempo, controverso, in quanto la pubblicità, soprattutto nel nostro Paese, viene vista come qualcosa di “losco” e di poco pulito o, al contrario, come uno strumento utile ma alla portata di pochi, cioè di quelle aziende che possiedono un grandissimo budget.

In tanti pensano che non sia necessario farsi pubblicità se si vende qualcosa di buono, ma sappi che, invece, non è proprio così.

La pubblicità serve ed è davvero da considerarsi come l’anima del commercio.

Come farsi pubblicità superando i vecchi preconcetti

Innanzitutto, se ti stai chiedendo come fare pubblicità in modo efficace alla tua attività, dovrai iniziare a superare quelli che sono i tuoi vecchi preconcetti, quelli che, tra le altre cose, non consentono a molte imprese di arrivare al successo tanto sperato.

Infatti, è stato rilevato come nel nostro Paese il 95% delle imprese registrate rientri nella categoria delle microimprese, cioè quelle realtà commerciali che vedono un numero di addetti non superiore a 10 e che non superano i due milioni di euro di fatturato all’anno.

Queste, quindi, non rientrano neppure nel novero delle piccole e medie imprese e, a causa delle loro caratteristiche, rischiano ogni anno di fallire.

Inoltre, queste micro imprese sono sempre più spesso costituite da persone che non sono nate in famiglie in grado di instillare in loro il “germe” degli affari: molti piccolissimi imprenditori non sanno nulla di business e, tanto meno, su come farsi pubblicità.

Ecco che, quindi, iniziare a saperne di più ti consentirà di sbaragliare la concorrenza, e anche di evitare i tipici errori di chi non abbia una specifica conoscenza relativa al mondo degli affari.

Come farsi pubblicità senza spendere una fortuna

Uno dei primi preconcetti che tanti piccoli imprenditori sostengono è costituito dall’assunto per il quale la pubblicità sia costosa, e solo investendo centinaia di migliaia di euro sarà possibile ottenere dei risultati rilevanti.

In effetti, utilizzando i classici metodi proposti ai piccoli imprenditori, ai negozi o a chi sia un libero professionista, non sarà possibile arrivare molto lontano.

Tra questi metodi sono sicuramente ricompresi i seguenti:

  • Realizzare volantini “fatti in casa” e distribuirli nel quartiere e tra le attività commerciali della zona;
  • Comprare spazi pubblicitari sui giornali;
  • Realizzare campagne pubblicitarie che utilizzino i media (come radio e tv locali) ma che siano state prodotte direttamente dalle emittenti;
  • Affidarsi ad agenzie con scarsa esperienza, e che realizzino solo pubblicità classiche.

Molte agenzie di marketing alle quali si rivolgono i piccolissimi imprenditori non possono vantarsi di avere a disposizione degli strumenti validi per poter effettivamente fare marketing.

In molti casi, tali studi e piccole aziende di promozione si limiteranno a copiare le campagne pubblicitarie di brand più grandi, non consentendoti di raggiungere alcun tipo di risultato tangibile.

Questo soprattutto perché un’azienda molto grande, come una multinazionale ad esempio, non farà pubblicità solamente per acquisire nuovi clienti, ma anche per migliorare la propria immagine, risultare affidabile sul mercato azionario, costituire un proprio personal branding e, alla fine, anche vendere di più.

Invece, nel momento in cui deciderai di affidarti ad un’agenzia per farti pubblicità i tuoi obiettivi saranno molto più semplici, e potranno riguardare:

  • La necessità di acquisire nuovi clienti;
  • La necessità di fatturare concretamente di più;
  • La volontà di compiacere chi si trovi nella direzione dell’azienda;
  • L’obiettivo di vincere un bando o un concorso sbaragliando la concorrenza.

Il tuo obiettivo primario, nel chiederti come farti pubblicità, sarà comunque quello di vendere di più, e di poter raggiungere questo obiettivo in modo abbastanza veloce, quasi immediatamente.

Come farsi pubblicità valutando “l’impegno”

Prima di passare a quelle che possono essere concretamente le tecniche per farsi pubblicità e ottenere dei risultati concreti, vorrei che ti soffermassi a pensare alla contropartita che la tua pubblicità potrebbe portarti.

Infatti, nel momento in cui dovessi spendere anche solo un euro in pubblicità, questo dovrebbe fruttarti. Qualora ciò non dovesse accadere, allora dovresti abbandonare immediatamente quel canale pubblicitario o quella particolare tecnica promozionale.

Il consiglio, quindi, che voglio darti è sicuramente quello di investire il tuo denaro solamente verso quei canali che possano premiare il tuo impegno, tralasciando quelli che non siano in grado di aiutarti e che si rivelino anche delle forme di spesa inutili.

Potrai, ovviamente, fare alcune prove, soprattutto nel caso in cui tu non abbia mai fatto pubblicità alla tua azienda, ma successivamente dovrai abbandonare quei canali che non ti abbiano portato a guadagnare nulla e, invece, a spendere molto.

Come farsi pubblicità seguendo alcune regole basilari

A questo punto, dopo aver capito alcuni elementi che dovrai sempre tenere a mente nel momento in cui vorrai farti pubblicità, vediamo le regole basilari che dovrai seguire quando valuterai la possibilità di pubblicizzare in un modo o nell’altro il tuo prodotto o servizio.

  • La pubblicità è morta senza le offerte

Farsi pubblicità richiede, in primo luogo, di pensare al modo di ragionare del cliente.

Questo non significa che tu debba regalare i tuoi prodotti, ma dovrai cercare di coinvolgere attivamente il cliente al fine di ottenere un benefit, che sarà vantaggioso anche per te.

Un esempio classico è la così detta Call to Action, che avrai sicuramente visto in siti internet e social network.

La call to action è quella tecnica per la quale si invita un soggetto ad un’azione (lasciare la propria mail, rispondere ad un sondaggio, e così via) per poter ottenere un vantaggio (un video gratuito, un ebook, uno sconto).

In questo modo, quindi, il cliente apprezzerà la tua offerta e tu avrai lanciato un amo che potrebbe portarti a nuovi contatti.

  • La pubblicità deve essere limitata nel tempo

Farsi pubblicità in modo generico e per un tempo illimitato non è la tecnica giusta per un piccolo imprenditore.

Dovrai, invece, cercare di fare leva sempre sul senso di “urgenza”: pubblicizza un prodotto o un servizio indicando come questo sia disponibile solo per un breve periodo di tempo. Incredibilmente, vedrai come le persone cercheranno di approfittare della tua offerta per non perdere la convenienza.

  • La pubblicità dovrà essere chiara per tutti

Soprattutto nel momento in cui ti starai occupando di lanciare il tuo brand, dovrai cercare di rendere la tua pubblicità chiara e facile da interpretare.

Anche in questo caso, cerca di metterti nei panni della persona che sia destinataria del messaggio, ed evita gli elementi poco chiari o che possano essere fraintesi facilmente.

Ad esempio, qualora tu abbia scelto di offrire uno sconto a seguito della compilazione di un sondaggio, cerca di creare un questionario che sia semplice, che non contenga troppe domande e che sia mirato ad uno scopo preciso.

  • La pubblicità deve essere tracciata

Nel momento in cui ti starai occupando di capire come farti pubblicità dovrai anche cercare di costituire una strategia vera e propria, grazie alla quale potrai tracciare i risultati della tua campagna e non solo.

Nel caso in cui, ad esempio, tu abbia distribuito dei coupon, questi dovranno essere portati dal cliente e ritirati presso la tua sede, mentre qualora la pubblicità sia stata effettuata su internet, dovrai aver creato un’apposita landing page, all’interno della quale sarà possibile trovare tutte le indicazioni in merito alla tua attività, al prodotto e all’offerta stessa.

Non dovrai mai distribuire un tagliando che non rechi un codice identificativo con il quale tracciare la sua presenza, oppure non potrai riferire la tua campagna online al tuo sito internet generico.

  • No alla pubblicità generica

Cerca di non cadere nei tranelli che vengono spesso tesi dalle agenzie marketing senza scrupoli, e senza esperienza.

Non farti convincere a realizzare una pubblicità generica al solo scopo di farti conoscere: un manifesto o un volantino che presenta semplicemente il tuo logo e il tuo nome non saranno efficaci dal punto di vista pubblicitario. Anzi, risulteranno solamente delle perdite di tempo e di denaro.

  • No alla pubblicità una tantum

Un altro tipo di pubblicità che dovrai evitare sarà quella “una tantum”. Non limitarti ad una singola offerta, ad un solo tipo di promozione, ma cerca di far seguire, al tuo primo messaggio, delle comunicazioni successive.

Ad esempio:

  • Nel caso in cui tu abbia una mailing list, cerca di inviare almeno un paio di messaggi che riguardino la medesima campagna e che seguano il primo, meramente promozionale;
  • Non affidarti mai al singolo invio per ottenere un risultato tangibile;
  • Utilizza i sistemi di remarketing e di tracciamento per seguire i clienti potenziali e farli affezionare a ciò che offri;
  • Nel caso in cui tu abbia fatto una campagna sul web, nel primo step cerca sempre di acquisire i dati del potenziale cliente, in modo da poterlo ricontattare.

Come farsi pubblicità marketing

  • No alle campagne mal fatte

Non è facile sapere come farsi pubblicità in modo efficace, ma cerca sempre di stare lontano da coloro che ti propongano delle campagne mal fatte e realizzate da soggetti non professionisti.

Anche solo il fatto di non saper scrivere correttamente in italiano potrebbe essere un fattore penalizzante: immagina di pubblicare un annuncio con errori grammaticali, e cerca di immaginare anche quale potrebbe essere la reazione del pubblico!

Allo stesso modo, cerca di stare lontano dalle campagne di instant marketing, e affidati, invece, sempre a servizi maggiormente strutturati.

  • No alla pubblicità troppo creativa

La creatività nella pubblicità può essere un elemento positivo, ma dovrai evitare di realizzare campagne che la utilizzino in modo eccessivo.

Ad esempio, il consiglio può essere quello di puntare su un testo accompagnato da un’immagine, evitando, invece, di realizzare interventi che prevedano solo le immagini.

  • La pubblicità giusta è misurabile

Infine, un elemento che dovrai sempre tenere in considerazione è costituito dalla possibilità di misurare concretamente i risultati della tua campagna pubblicitaria.

Dovrai, quindi, sapere esattamente quanto denaro ti abbia fruttato una pubblicità, quanto tu ne abbia investito e quali siano stati i risultati anche sotto il profilo del numero di clienti acquisiti.

Solo così saprai se i soldi spesi siano effettivamente serviti a qualcosa oppure se sia il caso di cambiare strada.

Come farsi pubblicità scegliendo lo strumento migliore

Per capire come farsi pubblicità in modo efficace bisognerà partire dalla scelta dello strumento.

Infatti, non tutti sono giusti per ogni tipo di realtà imprenditoriale.

Come prima cosa, bisognerà capire se utilizzare uno strumento online oppure offline. Infatti, entrambi i tipi di pubblicità potranno essere efficaci se saranno realizzati nel modo più corretto e congeniale al caso concreto.

Per chi decida di fare pubblicità online sarà fondamentale tenere in considerazione alcuni punti essenziali:

  • Il target, quindi il tuo pubblico potenziale, dovrà essere abbastanza vasto in modo da consentirti di usare gli strumenti online in modo efficace. Un panettiere di quartiere di una piccola città, forse non dovrebbe investire in una pubblicità online su larga scala;
  • Se il tuo target sarà vasto e il settore ti consentirà ancora di espanderti sufficientemente, potresti investire negli annunci Google, anche se questi possono spesso richiedere un investimento in denaro abbastanza elevato;
  • Nel caso in cui, invece, il tuo target risulti essere più limitato e tu abbia a disposizione una quantità di denaro inferiore, allora potresti pensare alla realizzazione di una campagna su Facebook;
  • Qualora, grazie ad un’analisi preliminare, tu abbia avuto la possibilità di capire che il tuo pubblico sia soprattutto B2B, allora potrai investire in una campagna pubblicitaria su LinkedIn.

Qualora, invece, tu abbia soprattutto la necessità di realizzare una campagna pubblicitaria offline, potrai seguire alcune regole che ti consentiranno sicuramente di ottenere dei buoni risultati:

  • Nel caso in cui tu abbia un pubblico ristretto, cerca di capire da chi potrebbe essere rappresentato, e cerca di raggiungerlo in modo specifico;
  • Potrai ottenere ciò che vuoi anche senza andare online, con sistemi che comprenderanno le lettere a risposta diretta, l’invio di un notiziario oppure di pacchi omaggio, soprattutto nel caso in cui tu offra prodotti particolari;
  • Potrai anche decidere di fare pubblicità offline su magazine e giornali di settore, sempre nel caso in cui la tua attività sia limitata ad un pubblico particolare e che sia facilmente individuabile;
  • Qualora il tuo prodotto o servizio, invece, non sia rivolto solo ad una nicchia di persone potrai decidere di utilizzare altri canali offline, come la radio e la televisione. Ovviamente, dovrai cercare di partire dai canali locali, grazie ai quali potrai “geolocalizzarti” nel modo giusto e potrai iniziare a promuoverti ad un livello territoriale adatto alla tua attività.

Non fidarti di chi ti dice che la carta e l’offline non valgono nulla: esse sono realtà parallele, spesso utilizzate in contemporanea, e che consentono, anche se con un pubblico differente, di ottenere sempre degli ottimi risultati.

Un consiglio che, in ogni caso, dovresti seguire, soprattutto per la pubblicità offline, è quello di non affidarti alla radio o alla tv locale per realizzare la “sceneggiatura” e i testi per il tuo annuncio.

Infatti, spesso potresti ritrovarti ad avere un risultato scadente, o poco adatto rispetto alle tue esigenze, in quanto chi si occupi di lavorare nelle emittenti, o anche nella distribuzione pubblicitaria dei giornali, non avrà specifiche competenze dal punto di vista del marketing o del copywriting.

Come farsi pubblicità una tantum

Come farsi pubblicità investendo bene il denaro

Dopo aver scandagliato tutta questa serie di premesse probabilmente la domanda: “Come farsi pubblicità?” avrà per te già delle risposte.

Tuttavia, uno dei concetti che dovresti cercare di assimilare al meglio, e che dovrebbe costituire un tuo punto di riferimento, è costituito dalla necessità di fare pubblicità in modo efficiente e con lo scopo di far agire il cliente velocemente.

Infatti, come ti ho già detto, la semplice pubblicità che venga realizzata allo scopo di “farsi conoscere” è inutile ed è una perdita di tempo e di denaro.

Tu dovresti avere sempre come obiettivo quello di vendere, quello di raggiungere la tua clientela in modo mirato e anche quello di poter misurare le interazioni che il cliente avrà avuto con te grazie alla pubblicità stessa.

Quindi, dopo aver compreso quale tipo di pubblicità vorrai realizzare, quali canali utilizzare per rendere efficace la pubblicizzazione dei tuoi beni o servizi, dovrai anche capire quale sia l’azione da far compiere al tuo potenziale cliente.

Infatti, come abbiamo già visto, il cliente deve sempre essere portato a compiere un’azione: lasciare i suoi dati, completare un sondaggio, e così via, in modo da poter avere un vantaggio e, allo stesso tempo, dare qualcosa anche a te.

Ovviamente, l’azione che dovrai far compiere al cliente dovrà essere differenziata a seconda del tipo di attività che svolgerai e anche dalle persone che vorrai raggiungere con la tua pubblicità.

Se ti occupi, ad esempio, di ristorazione potrai consentire a chi compili il tuo sondaggio di avere uno sconto su un pranzo o una cena, mentre nel caso in cui la tua attività sia quella della gestione di un centro benessere, allora potrai consentire al cliente di usufruire di servizi speciali, di ottenere prodotti gratuiti e così via.

Ad ogni situazione si dovrà adattare anche il tipo di pubblicità e il “premio” da conferire a chi collabori alla tua campagna promozionale.

Anche se ogni tipo di attività commerciale potrà vedere un approccio differenziato al sistema della pubblicità, tutti i differenti modelli di business dovranno sempre basarsi su alcuni punti essenziali.

Tra questi i più importanti sono sicuramente i seguenti:

  • Fare pubblicità in modo da creare una sorgente di traffico: questa potrà essere online (visite al tuo sito internet, al tuo profilo social o alla landing page appositamente creata), oppure offline (utilizzo di un buono);
  • Costituire quella che abbiamo chiamato “call to action”, cioè l’invito all’azione destinato al potenziale cliente che, a fronte di un’attività, potrà ottenere qualcosa;
  • Realizzare una serie di azioni mirate e precedentemente programmate per portare quel visitatore a diventare un vero e proprio cliente.

Quindi, questi tre elementi dovranno sempre essere presenti nella realizzazione delle tue campagne pubblicitarie, e potranno costituire le linee guida sulle quali potrai basare il tuo sistema per farti pubblicità in modo efficace.

Potrai iniziare a farti pubblicità utilizzando alcuni canali, magari quelli online, e cercando di sperimentare queste indicazioni in modo concreto, per vedere quali potranno essere le reazioni del tuo pubblico potenziale.

Successivamente, potrai sentirti più sicuro e potrai iniziare a “spostare” queste conoscenze e questo modello pubblicitario anche verso altre fonti di traffico, in modo da andare ad aumentare quella che sarà la base dei tuoi potenziali clienti.

Come farsi pubblicità strumento

Perché è importante farsi pubblicità

Leggendo questa guida avrai capito che farti pubblicità è importante per la tua attività. Non potrai pensare che i clienti vengano da te “magicamente”, che conoscano il tuo business senza che tu li abbia raggiunti in qualche modo.

Infatti, più lascerai da parte la necessità di farti pubblicità nel modo giusto, più il tuo business ne risentirà sotto ogni punto di vista.

Diversamente, invece, più sarai in grado di padroneggiare la pubblicità, e le differenti fonti di traffico, più sarai in grado di sbaragliare la concorrenza e di acquisire nuovi clienti.

Come farsi pubblicità affidandosi alle persone giuste

Spero che questa guida ti sarà utile per la promozione della tua attività, ma se vuoi avere a disposizione alcuni strumenti grazie ai quali cominciare la promozione del tuo business, allora potrai affidarti ai servizi che offro e alla mia consulenza.

Infatti, non tutti nascono con il “gene” degli affari, ma tutti possono imparare a promuovere se stessi e la propria attività facendosi guidare da chi conosce il mestiere.

Non permettere più ai tuoi concorrenti di superarti, di acquisire la tua quota di mercato e di lasciarti con un palmo di naso: prendi in mano la tua attività e inizia a risalire!