4 abilità che i leader aziendali possono imparare dai giardinieri

di Mirko Cuneo

clock image7 minuti

abilità leader aziendali

Ultimamente ho letto un articolo americano perché sono stato attratto dal titolo che metteva nella stessa frase leader aziendali e giardinieri. Ho deciso di riproporre una mia versione di quanto letto perché per me è stato illuminante e, soprattutto, mi ha aperto verso considerazioni che non avevo mai fatto.

Ci sono un sacco di articoli che parlano di Leadership, anche solo navigando nel mio blog ne puoi trovare tanti. Sicuramente è un argomento così vasto e oggi tanto preponderante che le cose da dire a riguardo non finiscono mai. È vero anche che non è semplice trovare qualcuno capace di parlartene in maniera così diversa.

Io ho avuto la fortuna di imbattermi in un articolo che mi ha davvero dato nuovi spunti e ispirazione per il mio mestiere di imprenditore. Siccome il mio desiderio è di aiutare altri imprenditori come me o professionisti che vogliono far crescere le proprie attività, adesso condivido con te i punti salienti della mia lettura.

Inoltre, se sei arrivato a questo articolo credo che tu stia cercando dei modi per sviluppare abilità pratiche di Leadership. Quindi ti potrebbe interessate il video corso per scoprire come diventare un ottimo leader e costruire relazioni stabili e produttive con i tuoi collaboratori.

Se vuoi sapere di più sul video corso, clicca il pulsante qui sotto. Nella pagina che ti si aprirà troverai anche tutte le indicazioni per ottenerlo subito.

Che cos’hanno in comune leader e giardinieri?

Iniziamo con il rispondere a questa curiosa domanda: che cosa hanno in comune leader aziendali e giardinieri?

Apparentemente niente, ma se osservi le due categorie da una prospettiva più alta noterai che i giardinieri si prendono cura del campo e delle proprie piante, mentre i leader devono farlo con l’azienda e con i membri del proprio team.

I giardinieri professionisti devono fare in modo che le piante crescano forti e sane per dare fiori e frutti. Gli imprenditori devono trovare le strategie per sviluppare il proprio business e coltivare le risorse umane per massimizzare la crescita e la produttività.

I tuoi collaboratori e dipendenti sono essenziali per il benessere della tua attività perché grazie al loro lavoro e impegno ti aiutano a raggiungere gli obiettivi a cui aspiri.

Ecco perché tu, proprio come un giardiniere premuroso, dovresti capire di che cosa hanno bisogno le persone che lavorano con te per fare in modo di aiutarle a dare sempre del proprio meglio. In cambio loro svilupperanno le capacità che servono al tuo business per prosperare.

4 abilità che i leader aziendali possono imparare dai giardinieri

Come suggerito dall’articolo in cui mi sono imbattuto, ci sono principalmente 4 abilità che i leader aziendali possono imparare dai giardinieri.

Le competenze dei maestri dal pollice verde sono riconducibili all’interno delle organizzazioni come le 4 R:

  • Ricerca;
  • Replica;
  • Rielaborazione;
  • Ri-immaginazione.

Le vediamo una per una nei paragrafi di seguito.

le abilità dei leader aziendali

1. Ricerca

Una cosa in cui credo moltissimo e di cui parlo spesso negli articoli del mio blog è il potere della formazione. Anche se sei un imprenditore o sei a capo di un’azienda, non dovresti mai smettere di imparare cose nuove e affinare le tue capacità.

Quelli che sono veri maestri nel proprio mestiere sono coloro che non smettono mai di essere studenti, di ricercare, leggere e apprendere. Ciò che ti porta alla staticità e poi a retrocedere è fare l’errore di sentirti completamente esperto nel tuo campo.

È la ricerca senza sosta che ti permetterà di essere sempre al passo con le novità, di sapere in che direzione vanno il mondo e il mercato e di agire in linea con essi. Addirittura, con la pratica e l’esperienza, potresti arrivare ad anticipare ed essere il precursore di tendenze future.

Ma ricerca, che per un giardiniere significa capire di quanta acqua e nutrienti hanno bisogno le differenti piante, per te vuol dire comprendere le necessità dei tuoi collaboratori. Se sai come “nutrirli” otterrai una crescita professionale da ognuno di essi.

Un’altra chiave per promuovere una cultura aziendale produttiva è capire che il cambiamento è inevitabile. Quindi diventa fondamentale tenere la mente aperta a nuove opportunità.

2. Replica

Se il primo step è l’apprendimento, il secondo non può che essere la pratica.

Pensa alla tua azienda come al campo in cui iniziare a fare concretamente tutto quello che hai appreso. Il modo migliore per fissare la teoria, infatti, è quella di passare all’esercizio.

Se ciò che impari rimane solo a livello astratto rischi di dimenticarlo, mentre se replichi ciò che hai imparato nella tua situazione reale ogni cosa prenderà senso e forma.

I vantaggi che otterrai saranno sia a breve sia a lungo termine. Nell’immediato starai attivamente mettendo in atto dei processi utili che, nel tempo, costituiranno la tua base solida e sempre in crescita di competenze.

Se queste, poi, le condividi anche con i tuoi collaboratori contribuirai ad aumentare la cultura aziendale condivisa e le abilità di tutti.

Mettere in atto processi orientati agli obiettivi è il modo migliore per trovare ciò che funziona e che potrai replicare per far evolvere sempre di più la tua organizzazione.

Ma le abilità i leader aziendali possono imparare dai giardinieri non sono ancora finite. Infatti, ti ho detto che sono 4, perciò significa che siamo a metà strada.

Non fermarti proprio ora!

3. Rielaborazione

Nonostante il processo di ricerca, formazione e poi messa in pratica, devi mettere in conto che ti imbatterai inevitabilmente in alcuni ostacoli.

Perché succede?

Molto semplice. A livello teorico le cose funzionano sempre perfettamente perché è come se accadessero in un mondo ideale, cosa che non è quello reale.

Ti troverai a scontrarti con persone, eventi o intoppi che rallenteranno o impediranno il processo per come lo avevi immaginato.

Allora, che cosa puoi fare?

Devi sviluppare l’abilità di rielaborazione. Significa avere la flessibilità e la capacità di plasmare le tue azioni in modo che si adattino al meglio alla situazione reale.

Potrebbe essere richiesto un cambio di rotta, una deviazione, una sosta o l’implementazione di ulteriori strumenti che ti permettano di raggiungere i tuoi obiettivi.

Quello che non devi fare è focalizzarti su quello che hai sempre fatto e continuare a cercare di ripeterlo sempre nello stesso modo. Se ora non funziona più significa che è arrivato il momento di cambiare.

Essere un leader significa anche avere la sensibilità per capire quando è necessario muoversi in una direzione differente.

Certo, spesso subentra anche il timore dell’ignoto ma il lavoro di messa a punto e di rielaborazione è una di quelle cose che ti aiuterà nell’ottimizzazione delle pratiche che permetteranno alla tua azienda di crescere.

4. Ri-immaginazione

Arriviamo all’ultimo punto, quindi la quarta abilità che i leader aziendali possono imparare dai giardinieri. Parliamo di ri-immaginazione.

Questo concetto è collegato a quello precedente ma si tratta di fare un altro passo avanti. Se prima parlavamo di adattare la teoria alla tua situazione reale, qui parliamo di ri-immaginare i processi, cioè trovare metodi migliori per ottenere risultati più fruttuosi.

Potrebbe voler dire anche mettere insieme informazioni che arrivano la momenti di formazione differenti e applicarli secondo la tua visione e le tue capacità. Oppure farsi ispirare da chi ha già affrontato un percorso simile per poi adattare quello che impari alla tua situazione.

Ogni cosa in un’azienda è in continua evoluzione e così deve essere per non rischiare lo stallo. Ciò che dovresti fare è trovare soluzioni nuove anche quando i problemi sono gli stessi. Fare cose nuove ti permetterà di ottenere risultati nuovi.

I veri maestri della leadership immagineranno costantemente come promuovere una cultura significativa che elevi le prestazioni, l’esecuzione e la produttività.

Diventa il leader che serve alla tua azienda

I leader che possono davvero essere chiamati così lo diventano dopo anni di lavoro e di crescita personale.

È un lavoro in cui non si smette mai di imparare, ma più che un lavoro io credo che si possa considerare uno stile di via. O sei così e fai delle scelte consone oppure non lo sei.

Scegli chi vuoi essere e vedrai che ogni decisione sarà più facile perché saprai già in che direzione andare.

Vuoi essere il leader che la tua azienda merita?

Ti offro un’opportunità! Clicca il pulsante, scopri il video corso sulle abilità pratiche della Leadership e impara a gestire le tue risorse in modo sempre più produttivo.

Sviluppare le tue doti di leader significa cambiare il futuro della tua azienda.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta