Google: il nuovo algoritmo che capisce meglio ciò che cerchi. Cos'è BERT?
N

Google: il nuovo algoritmo che capisce meglio ciò che cerchi. Cos’è BERT?

di Sabrina Andreose

clock image2 minuti

Google: il nuovo algoritmo che capisce meglio ciò che cerchi. Cos'è BERT?

Google ha recentemente effettuato la più grande modifica all’algoritmo di ricerca degli ultimi 5 anni che, in caso di successo, diverrà attiva in breve tempo.

Venerdì la società ha annunciato un’importante modifica al software del popolare motore di ricerca, che ha lo scopo di interpretare meglio le query scritte in forma di frase.

Le versioni precedenti del motore di ricerca trascuravano vocaboli come “per” o “al”. Cosa cambierà con il nuovo software?

Sarà in grado di valutare se tali parole siano in grado di cambiare l’intento di una ricerca.

Abbiamo migliorato la comprensione dei termini di ricerca, relazionandoli tra loro come una frase intera, non come vocaboli indipendenti” – afferma la società.

Il nuovo software di Google si chiama BERT e ha lo scopo di elaborare il linguaggio noto come rappresentazione dell’encoder bidirezionale“.

BERT potrebbe influenzare fino al 10% delle ricerche in lingua inglese” – ha dichiarato Pandu Nayak, vice presidente della ricerca.

Il software è in grado di comprendere correttamente le query, in modo che Google possa fornire il miglior risultato possibile, già al primo tentativo.

Con una frase di ricerca come: “libri di matematica per adulti” BERT comprende che l’utente si riferisce a libri di matematica che gli adulti possono usare, a causa dell’importanza della parola “per”.

Google lancerà il nuovo algoritmo durante le prossime settimane in USA, estendendo l’aggiornamento ad altri paesi in futuro.

Durante una recente manifestazione di settore, Nayak ha portato esempi di come le ricerche effettuate sul Web offrano risultati meno soddisfacenti senza l’aiuto del software BERT.

Per testare BERT, Google si è rivolto a migliaia di lavoratori a contratto (noti come “rater”), che hanno  confrontato i risultati delle query di ricerca con e senza il software.

Google prenderà in considerazione anche altri input per migliorare efficacemente le ricerche, ad esempio quando un utente tenterà di riformulare un termine di ricerca, anziché cliccare i primi link ottenuti.

Al momento non sappiamo se BERT verrà utilizzato anche per migliorare le vendite pubblicitarie correlate ai termini di ricerca.

image of sabriandre

Sabrina Andreose

Sabrina Andreose - Appassionata di musica d’autore, videogiochi, scrittura e sartoria. Amo tutto ciò che è arte: creare e dare forma all...

N

TikTok apre la piattaforma di annunci self-service...

TikTok annunci self service

Dopo averla testata con diversi partner del brand durante gli ultimi mesi, TikTok annuncia che la piattaforma di annunci self-service è ora disponibile per tutte le aziende, a livello globale. L’iniziativa è parte dell’opzione TikTok for Business, recentemente lanciata dalla società. Come spiegato da TikTok: “Le soluzioni pubblicitarie self-service di TikTok offrono ai professionisti del […]

Leggi la news >
N

Instagram: ora gli utenti potranno fissare i comme...

Instagram nuovi commenti da fissare in cima

Il social media ha testato per la prima volta la nuova funzionalità a maggio; ora la modifica diverrà effettiva. D’ora in poi infatti, gli utenti potranno fissare fino a tre commenti preferiti in cima ai propri post pubblicati. Come spiegato dal vicepresidente Vishal Shah di Instagram, l’opzione è stata progettata per incoraggiare discussioni civili e […]

Leggi la news >
N

Brand Reputation, il Gruppo Lego è primo in Itali...

Gruppo Lego miglior reputazione

La classifica stilata da “the RepTrack company” per chi ha una migliore Brand Reputation, ha piazzato il Gruppo Lego al primo posto assoluto in Italia e nel mondo, seguito da Ferrari e Disney. Il brand danese è presente nella top ten della classifica da oltre 10 anni; ha scalato la vetta passo dopo passo, raggiungendo […]

Leggi la news >