Growth Mindset: prova, sbaglia, impara e fai il meglio per la tua azienda

Il giusto atteggiamento da applicare oggi in ogni azienda si chiama Growth Mindset. Se il tuo desiderio è di far crescere la tua attività affinché trovi il suo giusto spazio nel mercato attuale, continua a leggere questo articolo. Ti parlerò di cosa si intende per Growth Mindset, chi lo possiede e come fare per portarlo all’interno della tua impresa.

Negli ultimi anni i temi più trattati ruotano attorno ai concetti di digital transformation, web marketing, growth hacking, ecc. Tutti questi argomenti sono compresi nel più ampio insieme dell’innovazione, vista sia dal suo lato strettamente tecnologico sia da quello culturale.

Per accogliere e apportare significativi e vantaggiosi cambiamenti nella tua azienda parti definendo un nuovo mindset, ovvero la mentalità con cui processi e tratti le informazioni.

Il Growth Mindset è una modalità di pensiero che si inserisce all’interno dell’ambito culturale dell’innovazione e può essere considerato il mezzo o lo strumento utile per accogliere i cambiamenti della nostra epoca. Per questo è un tassello importante per le aziende che vogliono – e devono – essere pronte a cogliere le novità e gli sviluppi per riuscire a rinnovarsi e restare leader nel mercato.

Chi si mantiene troppo fedele a modalità di lavoro tradizionali, rischia di far ristagnare il proprio business. Questo, col tempo, può portare anche al fallimento dell’attività. Tieni presente che le tempistiche con cui accadono le cose oggi si sono velocizzate, e non poco. Quindi, anche essere surclassati irrimediabilmente dalla concorrenza potrebbe avere la medesima rapidità. Il mio consiglio è di tenerti informato e trovare la tua strategia per correre ai ripari: “aggredisci” il mercato, non giocare solo in difesa. La tua partecipazione attiva all’evoluzione della tua azienda è la mossa migliore che puoi fare per continuare la partita verso il successo.

Che cos’è il Growth Mindset

Per iniziare a parlare più nello specifico di Growth Mindset voglio citare Carol Dweck, professoressa di psicologia all’Università di Stanford. In seguito ai suoi studi e alle sue ricerche afferma che possedere un certo tipo di mentalità determini azioni e atteggiamenti conseguenti. I due tipi di mindset che costituiscono i casi che stanno agli antipodi sono il fixed mindset (mentalità fissa) e il growth mindset (mentalità di crescita). Il fixed mindset si verifica quando ti capita di avere un pensiero statico che ti evita di considerare altre possibilità all’infuori di ciò che già conosci. È una mentalità dominata dalla reticenza ad affrontare nuove sfide per il timore di entrare in un terreno sconosciuto.

Al contrario, il growth mindset mette in campo il coraggio di osare, è una forma mentis orientata alla crescita, al miglioramento, al desiderio di imparare. Una persona con questo tipo di mentalità trae stimolo dall’affrontare situazioni o attività sconosciute per il piacere di mettersi alla prova e trovare una soluzione.

Tra questi due estremi nascono poi tutte le sfumature del caso, come il digital mindset. Può anche darsi che tu abbia un atteggiamento maggiormente conservativo in alcune circostanze e più aperto in altre. Nessuno di noi è definito da un solo tipo di mentalità, tanto meno per tutta la vita. Gli esseri umani mutano e si trasformano per natura, devi saper accogliere le evoluzioni, sia personali che dell’ambiente.

Veniamo, dunque, alle aziende. Ogni impresa sviluppa il proprio modo di essere e il proprio approccio unico alle cose. Questo dipende da quale tipo di mentalità hanno le persone che la compongono, primo tra tutti il leader. Ed è qui che affermo che il growth mindset può aiutarti a innovare la tua azienda, ad affrontare le sfide della digitalizzazione, a mantenere il tuo posto nel mercato e a far crescere la tua attività.

Perché sfruttare il Growth Mindset in azienda

La trasformazione digitale sta mettendo in crisi i modelli aziendali tradizionali. Perché? Il motivo va cercato sicuramente nelle tecnologie all’avanguardia che hanno modificato il nostro vivere quotidiano sotto ogni aspetto. Inoltre, entra in gioco anche il modo di affrontare i cambiamenti che si prospettano. Da questa attitudine personale dipende lo stile di vita di molte imprese. Infatti, se sei un imprenditore legato ad un’azienda di stampo tradizionale e continui a rimanere ancorato alle tue sicurezze ti scontrerai con la realtà attuale. Oggi vediamo nascere di molte start up, alcune funzionano altre no, ma tutte hanno una cosa in comune: l’atteggiamento dei giovani che le avviano include la possibilità di fallimento.

Sbagliare spaventa tutti, ma sono gli errori che ci insegnano qualcosa che non sapevamo. Se impariamo da essi e abbiamo la capacità di migliorare, tentativo dopo tentativo, il nostro sarà un percorso di crescita. Su questo si basa il concetto di growth mindset: è l’attitudine che ci permette di considerare lo sbaglio non come qualcosa di privativo, ma una continua possibilità di tendere al miglioramento. Le critiche non ti devono spaventare perché sono consigli preziosi, molto più utili delle gratificazioni – che pure non devono mancare – poiché ti mettono in condizione di affrontare uno scoglio per perfezionare te stesso.

Il growth mindset deve essere sfruttato nelle aziende perché il presente non è più lo stesso e il futuro è incerto. Se alleni la tua predisposizione ad accettare le sfide, ad acquisire maggiore agilità nel lavoro, ad affrontare il mondo digitale, a pensare fuori dagli schemi, nulla ti potrà fermare dal rendere grande la tua attività.

Sentiti libero di sbagliare

Metti in conto il fallimento, perché è quello che succede quando si procede per tentativi. Lo stesso web marketing è una scienza che si basa sulla sperimentazione di processi e tecniche, alcune funzionano meglio di altre. Se non provi non puoi sapere e non puoi imparare, quindi non puoi trovare ciò che si adatta alle tue necessità specifiche e non puoi far crescere la tua attività. Perciò sentiti libero di provare, sbagliare, imparare e fare meglio. Questo è l’atteggiamento più positivo che puoi avere e che ti porta verso una crescita sicura.

La mente umana che rimane statica e non accoglie le novità continuerà a confrontarsi sempre e solo con le cose che già conosce. Questo porta a non ampliare o diversificare le prospettive causando la limitazione delle idee e della creatività.

Un’azienda che vuole sfruttare la tecnologia non può temere gli errori. Questi possono diventare un valore aggiunto su cui costruire strategie e azioni volte alla scoperta di strade mai percorse. Oggi non esistono più certezze assolute, per questo l’atteggiamento vincente prevede di arrivare alle soluzioni facendo dei tentativi ragionevoli volti a favorire nuove scoperte. Tra queste potrebbe celarsi il segreto del successo! È il leader prima di tutto che deve sviluppare il growth mindset, credere nelle potenzialità dei propri collaboratori e trasmettere loro la stessa mentalità.

Le persone pro attive che non temono le sperimentazioni costruiscono un’anima aziendale preparata all’innovazione e saranno esse stesse predisposte a fronteggiare le difficoltà senza farsene sommergere. Solo così otterrai risultati positivi.