Cos’è il mindset e come può essere sfruttato

Cambiare il proprio mindset è una tattica che dovrebbero utilizzare tutti coloro che vogliono raggiungere i propri obiettivi. Sia che siate lavoratori in proprio sia dei dipendenti di piccole o grandi aziende, il cambio di mentalità è un ottimo punto di partenza per intraprendere la strada verso il successo personale e professionale.

Spesso se ne sente parlare ma molti non sanno ancora bene che cos’è il mindset e come può essere sfruttato. Per questo motivo è necessario partire dalle basi per comprendere al meglio il concetto e applicarlo nelle diverse situazioni della vita. Infatti, il cambio di prospettiva verso la realtà è un bene sia nel lavoro che nella propria quotidianità. Può essere una strategia utile ed efficace per riuscire ad affrontare gli ostacoli con una diversa predisposizione.

Cos’è il mindset

Per poterne parlare e per poterlo sfruttare, bisogna innanzitutto definire che cos’è il mindset. Con questa espressione si vuole fare riferimento, in generale, a tutto quell’insieme di condizionamenti e di credenze che la nostra mente ha assimilato durante la vita. Questo atteggiamento mentale abituale caratterizza le nostre modalità di reagire e agire in determinate circostanze. In un certo senso possiamo definire il mindset come il nostro comportamento abituale di fronte alle situazioni che ci si presentano.

Ad esempio, se un soggetto è convinto di non saper parlare in pubblico, probabilmente tenderà ad evitare le occasioni durante le quali sia necessario mostrare le proprie capacità davanti agli altri. Questo ne determina una generale insicurezza, che se non viene affrontata si radicherà sempre più a fondo nella sua mente, inducendolo alla rinuncia e alla resa per la paura di sbagliare.

Proprio questo è uno dei motivi per cui trovo che sia indispensabile conoscere se stessi. Sapere quali sono i propri limiti, le proprie paure, le proprie difficoltà e riuscire ad ammetterle è un passo importante verso la possibilità di superare i propri limiti. Anche se spesso sono dei limiti immaginari che noi stessi ci poniamo quando, in realtà, sono le nostre paure a parlare e a farci credere che ci siano degli ostacoli impossibili da superare.

Partiamo dal presupposto che niente presenta un problema così insormontabile, a volte ciò che è necessario è avere le armi giuste per affrontarlo e un piccolo aiuto per scendere in campo e combattere.

Il mindset e la pratica

Abbiamo detto che il mindset è un’impostazione mentale che si è radicata in ognuno di noi anno sopo anno. Allora com’è possibile cambiare ciò che sembra sedimentato in noi così a fondo? La risposta più adeguata a questa domanda è che dopo aver chiaro che cos’è il mindset quello che c’è da fare è metterlo in pratica. Infatti, proprio la pratica è il modo migliore per fissare in concreto concetti teorici e per iniziare a realizzare quelli che sono i buoni propositi. Insomma, la teoria è necessaria ai fini della conoscenza ma se non viene fissata dalla pratica rischia di rimanere fine a se stessa. Quindi vi invito a tradurre in attività reali e utili quelle che sono le vostre intenzioni.

Ovviamente, sarà fondamentale, in primo luogo, acquisire un nuovo mindset, cambiandolo e cercando di introdurre nella vostra mente concetti positivi che potranno essere utili sia nella vita personale sia in quella professionale.

 

Cos’è il mindset

 

Il mindset e la teoria

Per costruire un nuovo e migliorato mindset è anche fondamentale avere una solida base teorica. Questo significa che, come detto prima, dobbiamo innanzitutto conoscere noi stessi e sapere quale obiettivo vogliamo raggiungere per sapere su cosa lavorare e modificare per ottenere il risultato. Sapere cos’è il mindset e sfruttarlo sono passi consecutivi del medesimo processo che vi porterà al successo.

Per arrivare, quindi, ad avere un mindset non solo positivo, ma orientato verso i vostri obiettivi, dovrete creare, mediante lo studio e l’applicazione teorica, una base molto solida che vi sarà utile nel momento in cui dovrete passare effettivamente alla pratica.

Conoscere voi stessi, i vostri limiti e l’obiettivo da raggiungere sono passaggi fondamentali per poter, in un secondo momento, passare alla pratica con convinzione ed efficacia.

Non esiste un mindset definitivo

Dopo aver capito che cos’è il mindset ed esservi costruiti delle solide basi teoriche, è arrivato il momento di passare alla messa in opera. Questo passaggio potrebbe non essere così facile ed immediato e, soprattutto, potrebbe anche capitarvi di non mettere in pratica subito la strategia corretta. Questo dipende dal fatto che sono rare le volte in cui si riesce ad agire già nel modo giusto ed efficace. Ad ogni attività e ad ogni situazione corrispondono delle tattiche differenti. Questo significa che il passaggio alla pratica richiede degli aggiustamenti strada facendo.

Non esiste un mindset definitivo o giusto in assoluto e in tutte le situazioni ma per ogni occasione dovrete modellare le vostre strategie ad hoc. Il mindset non è un punto di arrivo ma un processo in divenire, una continua evoluzione del personale modo di approcciarsi alle cose.

Per questo motivo, il concetto di mindset è spesso associato a quello di Growth Hacking, cioè quel tipo di approccio volto al miglioramento personale o alla costante crescita dell’azienda è dell’attività.

Che cos’è il Growth Hacking

Il concetto di Growth Hacking è un tema sempre più caldo associato soprattutto al business e al marketing. Sarà, quindi, necessario spiegare che cos’è il Growth Hacking: con questa espressione si indica l’attitudine personale di continuare ad indagare se stessi, i propri processi mentali per implementare le proprie capacità. Il Growth Hacking è un mindset, una predisposizione che spinge alla continua crescita. Per questo motivo può essere applicato in ambito aziendale.

Questo tipo di mindset  è orientato al successo in quanto si basa su punti fondamentali quali:

  • L’utilizzo della creatività;
  • L’applicazione della flessibilità;
  • La presenza di un certo spirito critico;
  • L’attitudine alla curiosità.

Attraverso il Growth Hacking si cerca di impostare determinate strategie che non seguono i metodi tradizionali, per esempio di marketing. Questi processi alternativi aiutano ad affrontare le situazioni da prospettive diverse per trovare soluzioni differenti ai problemi.

Cos’è il mindset

Il rapporto tra teoria e pratica

Dopo aver visto tutti questi concetti, aver capito che cos’è il mindset e come sfruttarlo, bisogna andare a ripensare il rapporto tra teoria e pratica nel proprio business, e anche nella propria vita personale.

Infatti, per poter avere un’effettiva applicazione pratica sarà fondamentale:

  • Creare un mindset di base volto al successo;
  • Continuare l’evoluzione personale nel tempo;
  • Capire come mettere in pratica gli strumenti che sono stati acquisiti.

Quindi, in questo modo, si potrà rivedere sotto una nuova luce il rapporto tra pratica e teoria, non esisterà l’una senza l’altra.

La teoria fonderà le basi per una pratica solida e di successo, la pratica, a sua volta, consentirà di modificare il mindset in modo da poter portare sul campo i concetti appresi.

L’evoluzione verso il successo è un processo che non può essere arrestato.