Marketing emozionale, perché può cambiarti la vita

Gli strumenti di marketing sono rappresentati da tutte le tecniche grazie alle quali è possibile migliorare il proprio lavoro e aumentare il volume d’affari. Tra questi si applica anche il così detto marketing emozionale, un concetto ancora poco conosciuto, ma in grado davvero di migliorare il proprio modo di promuovere un’attività.

Infatti, sia nel momento in cui ci si dedichi alla vendita di qualcosa, sia qualora non si venda nulla ma si vogliano contattare nuovi clienti, sarà fondamentale applicare delle tecniche che diano la possibilità di aumentare il proprio volume di affari.

In tanti casi vi sarete chiesti perché alcuni imprenditori e professionisti siano in grado di raggiungere tante persone e di farsi ascoltare, mentre a voi non capiti.

Probabilmente non mettete in pratica alcuni elementi fondamentali del marketing emozionale, che è un po’ la nuova frontiera della promozione e che vi consentirà di conquistare le persone in un modo unico e davvero coinvolgente.

Su che cosa si basa il marketing emozionale

marketing emozionale

Com’è già stato indicato, il marketing emozionale non è molto conosciuto, ma chi lo applicherà concretamente potrà vedere dei risultati strabilianti materializzarsi davanti ai propri occhi.

In particolare, i principi sui quali questa tecnica si basa sono i seguenti:

  • Mettersi nei panni degli altri

Per poter conquistare una persona, un consumatore o un possibile investitore dovrete guardare la vostra azienda, il vostro prodotto o il servizio da voi proposto sotto un diverso punto di vista, quello di chi vi starà di fronte;

  • Percepire le reazioni

L’empatia è un elemento fondamentale nel marketing emozionale. Dovrete cercare di percepire immediatamente le reazioni, e le emozioni, che gli altri proveranno nel sentire la vostra proposta e anche nel dover affrontare un problema per il quale voi proporrete una soluzione;

  • Sfruttare l’energia positiva

Non ci si vuole riferire a concetti new age con questa espressione! Tuttavia, dopo esservi messi nei panni degli altri, e aver percepito le loro reazioni ed emozioni, dovrete cercare di indurre una risposta positiva nelle persone che si troveranno di fronte a voi grazie a comportamenti mirati;

Iniziando a mettere in pratica questi strumenti potrete cominciare a coinvolgere maggiormente le persone nel momento in cui farete una proposta e potrete anche sfruttare le emozioni a vostro vantaggio, lasciando sempre una buona impressione di voi stessi, e della vostra attività, negli altri.

Come applicare il marketing emozionale

marketing emozionale

Dopo aver visto quali siano i principi fondamentali posti alla base del marketing emozionale dovrete “passare all’azione” e mettere in pratica alcuni strumenti che vi saranno utili nel vostro lavoro e nel rapporto con gli altri.

Come prima cosa, dovrete lavorare profondamente su voi stessi, soprattutto nel caso in cui siate un professionista singolo o, comunque, vi dobbiate sempre occupare di promuovere in prima persona la vostra attività.

Per questo motivo, dovrete essere capaci di gestire le vostre emozioni, senza presentarvi agli altri in una condizione di nervosismo, tristezza o rabbia.

Cercate di imparare delle tecniche grazie alle quali gestire le vostre emozioni al meglio, senza reprimerle ma sapendole incanalare correttamente e nella direzione giusta.

Allo stesso modo, allenatevi a percepire le emozioni degli altri, i loro stati d’animo e le loro risposte. Cercate di capire quali siano i gesti, le posture e anche le parole che i clienti, gli investitori o i vostri concorrenti utilizzeranno in determinate situazioni.

Come dimostreranno di essere interessati? In quale modo vi faranno capire di essere annoiati o irritati dal vostro discorso? Potrete allenarvi anche guardando programmi televisivi e film, nei quali spesso le emozioni vengono leggermente esagerate in modo da poter essere percepite anche da chi si trovi dalla parte del pubblico.

In questo modo potrete capire subito quali siano i pensieri dei vostri interlocutori e potrete sempre sfruttare la situazione a vostro vantaggio, cambiando registro, aumentando la loro attenzione o puntando su un elemento che potrebbe interessarli maggiormente.

Inoltre, cercate di ricordare in che stato d’animo si trovavano i vostri interlocutori in altre situazioni, magari in momenti nei quali non siate stati in grado di conquistare e di raggiungere il vostro obiettivo.

Controllando gli “esempi negativi” potrete superare il vostro passato e costruire il business dei vostri sogni.

Dopo aver preso in considerazione i primi due punti potrete cercare di iniziare a realizzare il vero e proprio marketing emozionale, un sistema di promozione che sfrutta sia le vostre emozioni sia quelle degli altri.

In particolare, sarete in grado di:

  • Presentarvi agli altri sempre con il giusto stato d’animo;
  • Fare una presentazione in grado di interessare, emozionare, divertire e impressionare gli altri;
  • Conquistare i vostri interlocutori e iniziare a vendere loro il vostro prodotto o servizio;
  • Rimanere impressi nella mente di chi vi abbia ascoltato, ma sempre nel modo giusto;

Ovviamente, il marketing emozionale non si costruisce da un giorno all’altro. Vi richiederà di lavorare su voi stessi, di analizzare anche gli errori che avrete compiuto nel passato, e di superare i vostri limiti.