Strategie di marketing per aziende e professionisti

di Mirko Cuneo

clock image11 minuti

strategie di marketing

Sei alla ricerca di strategie di marketing che ti aiutino a far crescere la tua attività?

Allora, prima di tutto, lasciami dire che il marketing è basato soprattutto sulla pianificazione strategica, se manca quella non ci saranno mai investimenti pubblicitari in grado di salvare il tuo business.

Che cosa significa?

In parole molto semplici intendo che le strategie di marketing funzionano se hanno degli scopi precisi, se vengono create per il raggiungimento di determinati obiettivi, se si hanno le conoscenze e le competenze per metterle in atto.

Quindi, non è sufficiente destinare un budget, più o meno alto, per trarre benefici e vantaggi dal marketing e dalla pubblicità. Se non c’è strategia rischi solo di fare un gran lavoro che non porterà alcun risultato.

Troppo spesso il marketing viene considerato con superficialità, come se fosse soltanto un goffo tentativo per abbindolare i consumatori e convincerli a comprare. Se questa è l’idea che in molti hanno significa che in troppi hanno sottovalutato il potere e il valore delle strategie di marketing, le hanno forzate e sfruttate nel modo sbagliato.

La verità è che il marketing, insieme alla vendita, è fondamentale per la crescita di un’azienda o di una professione. Se tu stai cercando strategie che ti aiutino davvero a raggiungere i risultati che desideri continua a leggere. In questo articolo scoprirai cos’è una strategia di marketing, come si imposta e come costruirne una efficace utilizzando anche gli strumenti di oggi.

Invece, se quello che vuoi è metterti subito a lavorare per costruire il piano di marketing per la tua attività, clicca il pulsante qui sotto e scopri come posso aiutarti.

Cos’è una strategia di marketing

Il marketing non ha dei confini netti ma è sempre più coinvolto, in diverse fasi e livelli, nel processo che conduce alla vendita di prodotti o servizi. Voglio chiarire subito che non vuol dire solo fare pubblicità e attività di promozione.

Le strategie di marketing per le attività commerciali costituiscono piani generali e a lungo termine che hanno come obiettivo il raggiungimento di vantaggi competitivi. Inoltre, affinché abbiano successo devono portare ai benefici per l’azienda ma devono anche soddisfare le esigenze e le aspettative dei clienti.

Significa che la strategia di marketing deve comprendere tutto, dal posizionamento dell’azienda sul mercato e nelle menti dei consumatori, alla creazione vera e propria dei contenuti comunicativi, alla costruzione delle relazioni con il pubblico, fino a portare al momento della conversione o della vendita.

Il marketing è coinvolto in tutto il processo di definizione, creazione e comunicazione del valore.

Ma affinché le attività di marketing funzionino e ti facciano raggiungere i tuoi obiettivi devono essere pianificate strategicamente.

Come?

Lo vediamo nel prossimo paragrafo.

fasi del marketing strategico
Le fasi del marketing strategico

Quali sono le fasi del marketing strategico

Il marketing strategico è per definizione la pianificazione di un processo, composto da una serie di attività, che mira a far differenziare un’azienda dalla concorrenza.

Per esempio, se il tuo desiderio è vendere un prodotto o un servizio, non puoi fare a meno di pianificare una strategia di marketing che ti aiuti ad attrarre consumatori e a convincerli che scegliere te è meglio che scegliere un tuo competitor.

Ma prima ancora di arrivare al funnel di vendita, ci sono una serie di fasi di cui si compone il marketing strategico e che ti permettono di gettare le basi per tutte le attività successive.

Vediamo una per una le fasi principali del marketing strategico.

1. Analisi del contesto e delle opportunità

Prima di lanciarti a capofitto negli investimenti in attività di marketing, è bene che tu sappia dove ti stai buttando.

Questo significa che è necessario valutare il mercato in cui ti vuoi inserire, chi ne fa già parte (cioè i tuoi concorrenti) e quali sono i buchi presenti che puoi colmare.

Le opportunità di mercato vengono analizzate di solito usando le 5 forze di Porter (intensità della concorrenza, fornitori, clienti, potenziali nuovi concorrenti, minaccia di prodotti sostituti) e l’analisi SWOT (punti di forza, di debolezza, opportunità e minacce).

Tutte queste valutazioni ti servono per conoscere bene il settore in cui ti inserisci, fare un’analisi dei consumatori, comprendere i loro bisogni e così via.

Da queste consapevolezze puoi passare alla seconda fase.

strategie di marketing - analisi swot e 5 forze di porter

2. Identificazione degli obiettivi e dei clienti

Per fare impresa e avere successo, non puoi solo pensare ai tuoi interessi, ma devi considerare bisogni e desideri dei tuoi potenziali clienti. Il motivo è semplice, sono loro che devono trovare beneficio dai tuoi prodotti e servizi così da desiderarli, sceglierli e acquistarli.

Inoltre, capire bene a chi ti rivolgi è una chiave fondamentale per comprendere tutta una serie di altre attività strategiche e di marketing. Per esempio, la strategia di comunicazione e il modo in cui veicolare i tuoi messaggi, i canali attraverso cui farli arrivare al pubblico, ecc.

Cambiare il pubblico di destinazione potrebbe anche voler dire cambiare il modo in cui presenti il tuo marchio e tutti i tuoi prodotti. Esistono tanti modi per dire le cose, la modalità che scegli non deve essere solo in linea con la tua azienda e suoi valori, ma anche con il modo di comunicare dei tuoi potenziali clienti.

È un po’ il medesimo concetto che si applica anche alla vendita e al rapporto venditore/acquirente. Solo che il marketing non è un rapporto uno a uno, ma uno a molti.

3. Definizione della proposta di valore

Mentre scopri il mercato in cui ti inserisci e i consumatori a cui rivolgerti, devi identificare anche la tua proposta di valore. In altre parole, devi trovare il tuo posizionamento sul mercato ma anche nel cuore e nelle menti dei consumatori.

Questo significa fare un passo in più rispetto a decidere che cosa fornire e a chi. Ecco le domande a cui devi trovare risposta: come posso aiutare i miei potenziali clienti? Qual è il loro beneficio se comprano il mio prodotto/servizio? Che cosa offro io che non offre nessun altro? Che cosa mi differenzia dai miei concorrenti?

Rifletti bene su questi quesiti e datti delle risposte il più precise possibili. Se questi punti sono forti e ti sono chiari, sarà più semplice riuscire a comunicarli all’esterno ed essere convincente.

Più la tua posizione nel mercato è unica e originale, più riuscirai a dare ai consumatori una percezione diversa della tua azienda rispetto a quella dei tuoi concorrenti. Di conseguenza sarà più difficile sostituirti, rimpiazzarti o superarti.

Il tuo prodotto o servizio deve rispecchiare i valori del tuo marchio e soddisfare quelli dei clienti. Ricordati di essere coerente.

4. Scelta dei canali e della comunicazione

Dopo aver passato le fasi successive e avere un’idea più chiara di chi sei e dove vuoi andare, arriva il momento di agire.

Ora devi scegliere attraverso quali canali fare arrivare i tuoi messaggi e di che tipo saranno le tue comunicazioni. Anche questo è un passaggio cruciale perché devi prendere le tue decisioni valutando differenti variabili.

La scelta del canale di comunicazione potrebbe dipendere dal tipo di contenuto che vuoi veicolare, ma anche dai clienti che vuoi intercettare. Infatti, la cosa più importante quando si comunica è che il messaggio arrivi alle orecchie giuste.

Ecco alcuni strumenti della comunicazione offline:

  • Spot tv;
  • Manifesti, cartelloni, volantini;
  • Brochure e cataloghi;
  • Gadget, packaging e carte fedeltà.

Ora vediamo alcuni canali digitali:

  • Sito web;
  • Social media;
  • Motore di ricerca;
  • Email marketing.

Dipende dal canale anche il formato del contenuto: testi, immagini, video, podcast.

Dopo aver valutato e scelto è il momento di lanciare le tue campagne di comunicazione e vedere quello che succede.

strumenti di comunicazione marketing

5. Analisi, controllo e implementazione

Dopo aver testato un qualche tipo di comunicazione o di strategia di marketing arriva il momento di vedere che risultati porta.

Tenere sotto controllo gli andamenti, raccogliere dati e analizzarli sono attività di grandissima importanza perché ti permettono di capire se le strategie pianificate e attuate funzionano davvero.

Migliori sono le analisi e maggiori possibilità avrai di capire che cosa tenere e ripetere e che cosa, invece, è meglio cambiare. Infatti, non puoi pretendere che tutto vada esattamente secondo le previsioni, ci saranno sicuramente degli aggiustamenti da fare.

Ma allora tutto il lavoro precedente è stato una perdita di tempo?

Assolutamente no! Ti servono proprio per avere una visione d’insieme chiara e precisa e capire che cosa fare per migliorare. Se non agisci strategicamente potresti trovarti con dei successi che non sai da dove arrivano e quindi non sono ripetibili, oppure con dei fallimenti che non ti spieghi e che non sai come frenare.

La consapevolezza è metà dell’opera.

Confronto tra marketing e digital marketing

A proposito di consapevolezza, sempre più imprenditori e professionisti, giustamente, stanno dirigendo i propri sforzi e investimenti verso strategie di web marketing.

Capiamo insieme la motivazione.

Il digitale e internet non sono solo “di moda”, ma si sono trasformati nella nuova normalità. Il marketing è comunicazione e questa sta alla base di tutte le relazioni forti e produttive, anche quelle commerciali.

Dunque, affinché avvenga la comunicazione efficace ci deve essere ascolto e interazione, quindi devi fare in modo che i tuoi messaggi comunicativi arrivino alle orecchie dei tuoi potenziali clienti. Oggi le persone, tra cui i tuoi clienti, si trovano sul web ecco perché il digital marketing fa parte delle attività strategiche di cui non puoi più fare a meno.

Ma non è finita qui.

Il marketing tradizionale esiste ancora e ci sono aziende che lo utilizzano. Pensa agli spot televisivi, ai grandi manifesti in giro per le città, alla pubblicità in radio o a quella ancora presente sui giornali. La domanda che ti faccio e a cui tu devi rispondere è questa: ha senso per te spendere molti soldi in pubblicità cartacea o sui media tradizionali? Sei sicuro che quel tipo di investimento ti porti i ritorni che desideri? E come fai a saperlo?

Ho aperto altre questioni importanti. Primo se la tua pubblicità punta a competere con i brand più famosi, forse è destinata a soccombere. Secondo il marketing tradizionale non ti permette di raccogliere e analizzare tutti i dati come invece puoi fare attraverso il digitale. Di conseguenza con il marketing tradizionale sai quanto spendi ma non hai la certezza da quali investimenti arrivino i tuoi guadagni. Terzo il digital marketing ha dei costi più contenuti e, soprattutto, hai maggiore possibilità di poterli gestire un po’ per volta.

L’efficacia delle tue strategie di marketing dipende da una varietà di elementi, tra cui la scelta del modo e delle vie giuste attraverso cui comunicare. Questo, infine, dipende dai tuoi obiettivi, dal tuo pubblico e, in generale, dal tipo di strategia che decidi di mettere in campo.

Non tutti i prodotti o servizi si vendono bene attraverso i medesimi canali, ecco perché non mi stancherò di dire che a fare la differenza è sempre il pensiero strategico.

Nel prossimo e ultimo paragrafo ti propongo la mia idea di come costruire strategie di marketing vincenti oggi.

Come costruire strategie di marketing oggi

Per imprenditori e professionisti che vogliono aumentare notorietà e profitti, ecco le strategie di marketing per far crescere l’attività più velocemente.

  1. Parti sempre dalle basi, quindi dalla definizione di un piano di marketing strategico, segui tutti i punti di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti;
  2. Costruisci la notorietà e la reputazione del tuo marchio, diffondine i valori attraverso la comunicazione;
  3. Considera l’utilizzo dei canali comunicativi digitali, come i social media, che ti permettono anche di sponsorizzare i tuoi contenuti e ampliare il tuo bacino di potenziali clienti;
  4. Sfrutta il motore di ricerca per posizionarti e farti trovare dagli utenti che fanno ricerche specifiche, l’insieme delle strategie che ti permettono di fare questo si chiama SEO (Search Engine Optimization);
  5. Punta sulla produzione di contenuti strategici utili per entrare in relazione con i potenziali clienti nelle diverse fasi nella canalizzazione o funnel di vendita;
  6. Mantieni i contatti con i clienti nel tempo, per esempio con l’email marketing, per fidelizzare i clienti e farli diventare promotori del tuo marchio.

Per fare tutto questo sono necessarie competenze specifiche nelle varie discipline, continua formazione e capacità di attuazione.

Forse hai già provato alcune di queste strategie di marketing, ma se non sei soddisfatto o desideri di più potresti non aver lavorato nel modo giusto.

Io posso aiutarti! Se vuoi maggiori informazioni o se desideri sviluppare la strategia di marketing adatta al tuo business, clicca il pulsante qui sotto, scopri come possiamo lavorare insieme e prenota la tua consulenza personalizzata.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta