Google App Campaign in arrivo a Luglio: 3 Nuove Funzioni
N

3 Nuove Funzioni per Google App Campaign in arrivo a Luglio

di Eleonora Truzzi

clock image2 minuti

Google App Campaign in arrivo a Luglio

Le nuove Google App Campaign arriveranno a Luglio, arricchite da 3 interessanti funzionalità.

1. Value Bidding:

Proprio come gli inserzionisti Facebook, anche gli utenti Google potranno scegliere il proprio target.

2. Similar Audiencies:

Le campagne per Google App consentiranno agli inserzionisti di trovare nuovi utenti simili ai propri già esistenti. Entrambe le funzionalità miglioreranno radicalmente il ritorno sulla spesa pubblicitaria.

3. Ad Groups:

A partire da luglio, potrai impostare più annunci nella stessa campagna, personalizzando le risorse in ciascun gruppo scegliendo un “tema” o messaggi differenti per i clienti.

Da sempre Google utilizza gli annunci in modo che gli inserzionisti possano promuovere le proprie app su piattaforme differenti, da un unico sistema pubblicitario.

D’ora in poi, potrai creare elementi pubblicitari al posto di interi annunci, utilizzando un’ampia varietà di risorse creative (testi, immagini e video) per ottenere risultati migliori.

A differenza della maggior parte delle campagne per app Google, non verranno progettati singoli annunci; Google sfrutterà infatti idee e risorse del testo per creare un’efficace varietà di inserzioni, su diversi formati e reti.

Tutto ciò che dovrai fare sarà fornire un testo, un’offerta iniziale e un budget, selezionando le lingue e le posizioni per i tuoi annunci. I sistemi automatizzati testeranno diverse combinazioni, mostrando le soluzioni migliori.

L’intelligenza artificiale di Google App Campaign deciderà direttamente come pubblicare gli annunci, piazzandoli su canali differenti, tra cui il Play Store, altre app, Google Research e YouTube.

Come migliorare i risultati?

Ecco alcune strategie vincenti:

  • Aumentare i rapporti Bid-to-Budget;
  • Impostare i rapporti Bid-to-Budget;
  • Studiare il nuovo target di Google che restituisce la spesa pubblicitaria (tROAS);
  • Utilizzare Geo Expansions;
  • Considerare il cluster di mercato per budget ridotti;
  • Apportare piccole modifiche all’offerta;
  • Impostare le offerte all’inizio della giornata;
  • Aggiungere risorse creative ad ogni campagna;
  • Sfruttare il grafico degli algoritmi;
  • Caricare video, immagini, HTML5;
  • Massimizzare le prestazioni della campagna con il Diagramma apposito;
  • Utilizzare il targeting per prodotto automatico, cross-channel e tCPA.
image of Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi - Scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

N

TikTok apre la piattaforma di annunci self-service...

TikTok annunci self service

Dopo averla testata con diversi partner del brand durante gli ultimi mesi, TikTok annuncia che la piattaforma di annunci self-service è ora disponibile per tutte le aziende, a livello globale. L’iniziativa è parte dell’opzione TikTok for Business, recentemente lanciata dalla società. Come spiegato da TikTok: “Le soluzioni pubblicitarie self-service di TikTok offrono ai professionisti del […]

Leggi la news >
N

Instagram: ora gli utenti potranno fissare i comme...

Instagram nuovi commenti da fissare in cima

Il social media ha testato per la prima volta la nuova funzionalità a maggio; ora la modifica diverrà effettiva. D’ora in poi infatti, gli utenti potranno fissare fino a tre commenti preferiti in cima ai propri post pubblicati. Come spiegato dal vicepresidente Vishal Shah di Instagram, l’opzione è stata progettata per incoraggiare discussioni civili e […]

Leggi la news >
N

Brand Reputation, il Gruppo Lego è primo in Itali...

Gruppo Lego miglior reputazione

La classifica stilata da “the RepTrack company” per chi ha una migliore Brand Reputation, ha piazzato il Gruppo Lego al primo posto assoluto in Italia e nel mondo, seguito da Ferrari e Disney. Il brand danese è presente nella top ten della classifica da oltre 10 anni; ha scalato la vetta passo dopo passo, raggiungendo […]

Leggi la news >