N

Web

Rilasciato Drupal Gutenberg 1.0, pronto per i siti online

di Giuseppe Tavera

clock image2 minuti

Rilasciato Drupal Gutenberg 1.0

Il modulo Drupal Gutenberg 1.0, creato da Fronktom, è stato finalmente rilasciato sul mercato internazionale.

La nuova versione elimina la necessità di utilizzare Gutenberg-JS, sfruttando direttamente i file principali del programma.

Si basa sulla versione Gutenberg 5.6.1, rilasciata all’inizio dello scorso maggio e il modulo vanta un’impeccabile gestione dei file multimediali, aggiungendo supporto per titoli, didascalie e testi alternativi.

Aggiunge inoltre l’interfaccia utente “Allowed Blocks UI” alla scheda amministrativa del tipo di contenuto, in modo da limitare eventuali blocchi in eccesso visualizzati nei diversi settori.

Il project manager di Frontkom, Thor Andre Gretland, afferma:

“Abbiamo risolto l’organizzazione dei blocchi per una versione più stabile; ora siamo pronti per i siti online. Presteremo massima attenzione alle modifiche della struttura, eseguiremo percorsi di aggiornamento e creeremo test automatici per verificare le funzionalità cruciali”.

L’aggiornamento del modulo RC-1 potrebbe richiedere passaggi aggiuntivi e probabilmente gli utenti dovranno aggiornare il database. 

Sarà inoltre necessario navigare verso i vari tipi di contenuto, salvandoli per abilitare nuovamente Gutenberg (così che possa memorizzare i blocchi consentiti nel database).

In caso di notifiche su blocchi non validi, si consiglia di provare l’opzione Attempt Block Recovery option.

“Si tratta di un aggiornamento piuttosto grande”, riferisce Gretland.

“Pensavamo di aggiungere giusto un paio di nuove funzionalità prima di rilasciare la versione 1.0 di Gutenberg, in realtà le novità saranno numerose e sorprendenti”.

Il modulo presenta tuttavia un problema tutt’ora critico, su cui Frontkom sta lavorando da tempo.

I blocchi riutilizzabili, infatti, non funzionano con l’ultima versione di Gutenberg. Gli utenti ricevono messaggi di allerta quando tentano di inserirli (“this block is unavailable or deleted”).

Nel frattempo, sarà possibile tornare a RC1 per ripristinare nuovamente l’opzione e tornare a utilizzare la versione precedente di Gutenberg.

Finora il modulo Gutenberg è stato ben accolto dal pubblico. Sono stati registrati più di 12.000 download, per un utilizzo totale pari a 494 siti.

 

image of giusetavera

Giuseppe Tavera

Giuseppe Tavera - Apprendista influencer. Vecchio sardo brontolone, mi occupo di sviluppo web e blogging per Nextre Engineering e il blog di Mirko Cuneo. Scrivo da quando si spammava su MySpace.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

I consumatori preferiscono contattare le imprese v...

I consumatori contattano le imprese via chat

L’e-commerce è il commercio del futuro. Lo è già da diversi anni, a dire il vero, ma l’emergenza sanitaria ha spinto tantissime persone all’interno delle proprie case, portandole ad acquistare sempre di più online, anche beni di prima necessità. La parola chiave del 2020 è stata trasformazione, sia digitale che strutturale delle imprese, che non […]

Leggi la news >
N

Gli strumenti fondamentali per una buona strategia...

Strategie ABM secondo LinkedIn

Per far fronte alle sfide degli esperti di marketing, LinkedIn sta provando a elaborare soluzioni che coinvolgano le strategie ABM, quelle che riguardano il cosiddetto account-based marketing. La strategia ABM consiste nell’individuare le aziende che fanno parte di un determinato target e costruire progetti dedicati con lo scopo di attirare quante più persone possibili. Un […]

Leggi la news >
N

Quali sono le tendenze del settore ICT previsti pe...

Tendenze nell'ICT nel 2021

Con l’acronimo ICT si intendono le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ovvero l’insieme di tecniche con cui si trasmettono, ricevono o elaborano dati e informazioni, anche attraverso le tecnologie digitali. Gli esperti del settore ICT, nel corso del 2020, si sono trovati a dover affrontare uno scenario apocalittico, dal punto di vista delle previsioni future. […]

Leggi la news >