Pubblicizzare post su Instagram per ottenere più follower e più clienti

di Mirko Cuneo

clock image21 minuti

pubblicizzare post su instagram

Vuoi sfruttare Instagram per promuovere il tuo brand o la tua azienda?

Bene, allora devi pubblicizzare i tuoi post su Instagram nel modo giusto. Solo così potrai davvero ottenere in poco tempo molti più follower, trasformarli in clienti e aumentare le tue vendite.

Prospettiva allettante vero?

Allora non lasciare che il tuo desiderio rimanga un miraggio. Anzi, inizia immediatamenteperché molti dei tuoi concorrenti si stanno già dando da fare e tu rischi di rimanere indietro.

Hai presente quando alle corse campestri della scuola tu dovevi ancora finire il primo giro e già vedevi passarti davanti le stesse persone che erano con te alla partenza? Insomma, a me è capitato, ma poi ho deciso di allenarmi e un paio di traguardi da vincente sono riuscito a tagliarli.

Invece, se tu sei quello che doppiava gli altri allora è già nella tua natura comportarti da vincitore. Perché adesso dovrebbe essere diverso?

Quando si parla di pubblicità sponsorizzate su Instagram il discorso non cambia. Nel senso che non basta pubblicare un post per ottenere milioni di like e nemmeno investirci un budget ma senza fare una pianificazione.

Per pubblicizzare post su Instagram e trovare nuovi clienti servono strategie accurate e ben studiate, altrimenti farai solo un buco nell’acqua. Forse è quello che ti è già capitato quando hai provato a fare da solo o ad affidarti a chi non era in grado di aiutarti come si deve.

Ma non abbatterti, quello che ti serve è avere le conoscenze e le strategie giuste per arrivare a tutti coloro che sono già pronti a fare i loro acquisti online. Infatti, tra ciò che emerge dal Trend Report Instagram 2022, il 27% degli utenti appartenenti alle generazioni più giovani è predisposto a fare acquisti online attraverso i canali digitali.

Dunque, è arrivato il momento di agire per riscuotere successo attraverso il web e le opportunità che ti offre grazie ai suoi strumenti e canali.

In questo articolo ti racconto tutto quello che devi sapere, da come creare il tuo profilo aziendale a tutte le tipologie di annuncio. Ma se vuoi passare subito alla fase operativa e iniziare a promuoverti su Instagram, clicca il pulsante qui sotto e richiedi la tua consulenza personalizzata. Ti aiuterò a impostare e a mantenere la strategia giusta per il tuo business.

Partiamo con le novità di Instagram

Il gruppo Meta, che comprende Instagram, Facebook e WhatsApp, sta lavorando per mantenere il social media più famoso per immagini e video al centro dell’attenzione del pubblico.

Lo si poteva notare già con la volontà di puntare sui Reels, così da non essere troppo differente dall’ormai rivale TikTok. Questo lo ha portato all’aggiunta del text-to-speech e di effetti vocali fuori campo come strumento di narrazione dei video. Si tratta dell’opzione “Sintesi vocale” che permette di scegliere un tipo di voce da inserire all’interno del Reel.

Inoltre, non si può non ricordare la scomparsa di IGTV e l’avvento di Instagram Video, unico formato che ingloba tutti i video.

La verità è che Instagram, come quasi tutti i social network, è un continuo cantiere di novità, alcune vedranno la luce mentre altre rimarranno solo dei tentativi che non andranno a buon fine. Casa Meta, per esempio, sta lavorando e valutando l’introduzione dei Mi Piace nelle Storie come anche dei moderatori nei video in diretta. O ancora, la possibilità di eliminare singolarmente foto o video dagli album pubblicati sul proprio profilo; funzionalità che per ora è limitata a iOS ma che dovrebbe approdare anche su Android.

Infine, ma sicuramente non per importanza, Instagram ha annunciato che nel 2022 i post sul feed torneranno a essere visualizzati dagli utenti in ordine cronologico, o quasi. Si tratterà di una nuova versione dotata solo di leggeri correttivi creati con un algoritmo.

Dopo queste interessanti e doverose notizie, torniamo al fulcro del nostro argomento e immergiamoci nel mondo di Instagram e dei suoi post sponsorizzati.

Insomma, è davvero vantaggioso promuovere il proprio business su Instagram?

Perché scegliere Instagram per il tuo business?

Sai quante persone visitano ogni mese Instagram? Più di 1 miliardo.

Alla domanda “Perché fare pubblicità su Instagram?” la prima risposta sarà sicuramente: perché qui trovi i tuoi clienti!

Ma ne esiste anche una seconda.

Ovvero che la pubblicità su Instagram funziona! Secondo le stime, gli annunci a pagamento su Instagram possono raggiungere oltre 1,2 miliardi di persone al mondo. Tutti dati diffusi dallo stesso social network.

Quindi, quello che ti dovresti chiedere è: perché no?!

Infatti, non è un segreto che le persone attive su Instagram tendono ad acquistare maggiormente anche da marchi che prima non conoscevano. È l’effetto delle immagini e dei video che permetto agli utenti di vedere in modo più approfondito i prodotti e di convincersi ad effettuare l’acquisto.

Inoltre, la funzionalità delle Storie permette alle aziende di creare e diffondere contenuti temporanei in grado di attrarre gli utenti e ridurre le distanze. Quello che si instaura è quasi uno scambio alla pari, orientato alla bi-direzionalità: le aziende si mostrano ai propri clienti con regolarità e gli utenti sono pronti ad accogliere e dare ascolto a quello che l’azienda comunica.

Le sponsorizzate su Instagram, oltretutto, permettono di aumentare il bacino dei potenziali clienti facendo arrivare contenuti mirati sul feed di un maggior numero di utenti, proprio come succede su Facebook.

Con le strategie di Instagram Marketing ecco che puoi incrementare il coinvolgimento degli utenti, aumentare il numero dei tuoi follower e trasformare ogni tua comunicazione in una vendita.

Ok, ma quando costa tutto questo?

Prima però, per avere subito un’idea più chiara dell’argomento, guarda il mio video. Così, in pochi minuti saprai come muoverti strategicamente per far crescere il tuo brand e la tua attività.

Sei pronto? Perfetto, mettiti comodo e buona visione. Invece, se sei ancora un fan della parola scritta, buona lettura! Troverai subito un paragrafo in cui ti parlo delle ultime novità della piattaforma.

Quanto costa la pubblicità su Instagram?

Qui la risposta è un po’ meno ovvia rispetto alle precedenti.

Non esiste un costo fisso su Instagram, o un costo consigliabile. Perché il budget si basa su una miriade di variabili diverse, tra cui: il tuo target, i tuoi competitor, il periodo dell’anno e così via.

Prima di entrare nel merito di questi fattori, facciamo una breve premessa sul funzionamento della pubblicità su Instagram.

Gli annunci possono essere:

  • CPC: costo per click;
  • CPM: costo per mille impressioni.

Il funzionamento, come quello di Facebook, si basa sulle aste degli annunci.

Questa è una delle variabili che incide sul prezzo. Oltre all’asta, il costo dipende dal pubblico, dall’ora nella quale si decide di pubblicare, dal giorno della settimana, dal pubblico, ecc.

Tuttavia, gli inserzionisti hanno il pieno controllo delle loro cifre e possono decidere come allocarle. Per esempio, puoi scegliere tra un budget giornaliero oppure uno totale da dilazionare nel tempo.

In ogni caso, puoi controllare il tuo bilancio tramite la pianificazione degli annunci, il metodo di pubblicazione e l’importo dell’offerta.

Per darti un’idea generale di quanto costa pubblicizzare un post su Instagram puoi considerare circa 0,90€ il costo per click, se l’utente è nuovo anche più di 1€. Mentre, circa 6€ il costo medio per mille impressioni.

Quindi, la domanda che devi porti non è tanto quanto costa la pubblicità ma come vuoi gestire il tuo budget e la tua comunicazione in maniera strategica.

Prima di capire come pubblicizzare i post su Instagram, ti spiego come trasformare il tuo profilo Instagram in un profilo aziendale, perché solo così potrai pubblicizzare i tuoi post.

Come creare un profilo aziendale su Instagram

Come stavo dicendo, per fare sponsorizzate su Instagram devi avere un account business. Se non ce l’hai puoi semplicemente convertire il tuo profilo privato in profilo aziendale.

Come?

In pochi e immediati passaggi:

  • vai sull’app di Instagram ed effettua il login con le tue credenziali (oppure iscriviti se non hai un account);
  • clicca sull’omino stilizzato in basso a destra (così accedi alla sezione del tuo profilo);
  • clicca sul simbolo dei tre puntini o delle tre lineette in alto a destra;
  • vai su Impostazioni;
  • premi sulla voce “Account” e ti si aprirà un’altra pagina;
  • clicca su “Passa a un account aziendale”.

Dopodiché ti si apriranno due scelte:

  • Creator: l’ideale per personaggi pubblici, artisti e influencer;
  • Azienda: perfetto per i negozi, business locali, brand, organizzazioni e fornitori.

Da qui si aprono schede informative che ti illustrano le caratteristiche che otterrai con il profilo aziendale, leggile, seleziona la categoria e poi clicca su Fatto.

A questo punto segui tutte le indicazioni che ti fornisce la app stessa, è molto intuitiva.

Clicca su Scegli Pagina e poi seleziona, nella pagina che ti si apre, il nome della pagina che vuoi collegare. Premi su Avanti e su Fine (lo trovi sempre in alto a destra) fino a completare tutto il processo.

Alla fine ti troverai con un account business di Instagram e, se tutto è andato a buon fine, un messaggio di benvenuto con la conferma del passaggio da profilo privato ad aziendale.

Avere questo tipo di profilo ti permette, appunto, di pubblicizzare i tuoi post e di utilizzare gli strumenti per il reperimento dei dati statistici a riguardo.

Ora è tutto pronto per iniziare a pubblicizzare i tuoi post, o quasi.

creare account aziendale

Come sponsorizzare post su Instagram

In realtà ci sono ancora un paio di passaggi da fare per capire come si promuove un post su Instagram.

Te li riassumo qui brevemente così da darti un’idea generale e una visione chiara del tutto:

  1. collega il tuo account Instagram alla tua Pagina Facebook;
  2. costruisci la tua campagna pubblicitaria;
  3. crea il tuo set di annunci;
  4. analizza e ottimizza i tuoi post.

È possibile pubblicizzare post su Instagram cliccando sul tasto Promuovi che compare direttamente sul tuo contenuto (foto o video). Altrimenti, come ho scritto al punto 1, devi collegare il tuo profilo Instagram alla tua pagina Facebook.

In questo modo potrai utilizzare il Business Manager di Facebook, questo è uno strumento più professionale che consente di creare contemporaneamente più inserzioni. Se hai un’azienda o un’attività ti consiglio di utilizzare questo secondo modo, un po’ più laborioso ma sicuramente di maggiore qualità.

Così andrai a creare le tue campagne pubblicitarie e i tuoi annunci ben studiati e specifici per le tue necessità. Infatti, puoi anche costruire il tuo pubblico target ad hoc che ti permette di impostare la tua comunicazione in maniera più mirata.

Quando sponsorizzi ricorda sempre di impostare il tuo obiettivo, il budget e i posizionamenti che vuoi far avere ai tuoi annunci.

Non mi stancherò mai di ripetere che è necessario studiare una strategia precisa per fare in modo che le azioni funzionino. Quindi, se vuoi ottenere risultati soddisfacenti per te e per la tua azienda, contattami e lavoriamo insieme al raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Imposta i tuoi obiettivi

Quando fai pubblicità su Instagram, puoi scegliere tra diversi obiettivi della campagna. Gli obiettivi possibili per pubblicizzare post su Instagram sono come quelli dell’Advertising su Facebook.

Ecco di seguito gli obiettivi:

  1. Notorietà del brand: questo serve principalmente per far conoscere il tuo brand, il tuo prodotto o servizio;
  2. Copertura: mostra le inserzioni al numero massimo di persone;
  3. Traffico: l’obiettivo in questo caso è di portare traffico verso il tuo sito web per un’offerta o per far conoscere il tuo portale online a più persone;
  4. Interazione: da utilizzare se vuoi ottenere più like e commenti sui post, più “Mi piace” alla pagina o risposte ad un evento;
  5. Installazioni dell’app: se hai un’app e vuoi convincere gli utenti a scaricarla subito;
  6. Visualizzazioni del video: perfetta se hai a disposizione un video e vuoi che venga visto dal maggior numero di persone;
  7. Generazione di contatti: questo obiettivo è la raccolta di informazioni e contatti degli utenti per poterli ricontattare in futuro;
  8. Messaggi: mostra alle persone messaggi che consentono di entrare in contatto con te su Messenger, WhatsApp o Instagram Direct;
  9. Conversioni: questo è, in generale, l’obiettivo delle aziende e potrebbe essere un’ottima scelta per chi possiede un e-commerce e vuole aumentare le vendite;
  10. Vendita dei prodotti del catalogo: in questo caso utilizzi un pubblico targetizzato per mostrare gli articoli che sono presenti all’interno del tuo catalogo;
  11. Traffico nel punto vendita: mostra l’inserzione alle persone che abitano nelle vicinanze di un negozio fisico e che potrebbero essere interessate a visitarlo.
pubblicizzare post su instagram - obiettivi di campagna

Ad ogni obiettivo devi associare il giusto contenuto e selezionare il tuo target di riferimento. I segmenti di pubblico personalizzati ti permettono di intercettare esattamente gli utenti potenzialmente già interessati al tuo prodotto o servizio.

Ovviamente devi sapere a chi ti vuoi rivolgere.

Seleziona il pubblico in target

Hai trovato l’obiettivo per la tua campagna? Ora devi indirizzarlo al pubblico giusto.

Questo è il vero segreto della pubblicità su Instagram: se non identifichi il target ideale, la tua campagna sarà destinata al fallimento.

Se hai appena iniziato con le sponsorizzazioni, ti trovi a dover selezionare il tuo primo pubblico. Se, diversamente, hai abbastanza familiarità con il Business Manager trovare utile salvare uno o più pubblici da riutilizzare in seguito.

Ecco gli elementi che puoi scegliere per selezionare il tuo pubblico:

  • Luoghi: in questo campo puoi specificare uno o più Paesi, regioni, province, città, codici postali e puoi sia includere che escludere determinate località;
  • Età: puoi selezionare un segmento di età a cui vuoi dirigere la tua campagna, ma ricorda che esistono degli scaglioni che è meglio selezionare per investire al meglio il tuo budget;
  • Genere: scegli fra tutti, uomini o donne;
  • Lingue: puoi selezionare anche la lingua che è consigliabile lasciare vuota a meno che la lingua non sia diversa rispetto alla posizione del target;
  • Targetizzazione dettagliata: qui puoi aggiungere dati demografici, interessi o comportamenti utili per selezionare in modo specifico il tuo pubblico;
  • Connessioni: puoi selezionare le persone connesse alla tua pagina, a un’app o a un evento.

Sul lato destro della schermata Facebook ti segnala con una freccia se il tuo pubblico è specifico o ampio. Magari potresti non dargli troppo peso, ma ti consigliamo di farlo perché è un indicatore importante all’interno delle campagne.

Scegli il budget

Questo passaggio può sembrarti molto impegnativo. Ma niente paura, Facebook ti fornisce delle linee guida che puoi seguire.

Sappi fin da ora che la buona riuscita delle campagne pubblicitarie si basa sui tentativi, ogni volta affinando un aspetto dei tuoi annunci.

Inoltre, se fai partire la campagna, e il budget ti sembra mal distribuito, puoi sempre metterla in pausa o interromperla.

Il budget può essere selezionato:

  • Su base giornaliera;
  • In totale.

Dopodiché, dovrai programmare:

  • Solo la data di inizio;
  • Una data di inizio e una di fine.

Per controllare gli orari di maggior copertura, puoi utilizzare gli Insights raccolti dal tuo account Instagram.

Se selezioni solo la data di inizio poi devi ricordarti che devi anche interromperla prima o poi!

La parte un po’ più spinosa delle campagne a pagamento è quella dell’ottimizzazione per la pubblicazione delle inserzioni. Puoi scegliere fra 3 alternative:

  • Interazione con i post: mostrerai le tue inserzioni alle persone giuste per ottenere il massimo dal tuo obiettivo;
  • Copertura giornaliera unica: mostra le tue inserzioni alle persone una sola volta al giorno;
  • Impression: mostra le tue inserzioni più volte possibile.

Se te la senti, Facebook ti dà anche la possibilità di ottenere il maggior numero di risposte con la strategia del costo inferiore. Ma si tratta di una scelta opzionale che è meglio se lasci da parte se ti sei approcciato da poco a questo settore.

Crea l’annuncio

Questa è la parte più divertente!

Prima di tutto devi sapere che puoi creare un annuncio sia con un post nuovo che con uno già esistente.

Dopo aver scelto la pagina Facebook e quella Instagram sulla quale vuoi pubblicare, non ti resta che scegliere la tipologia del formato:

  • Immagine singola: questa è la forma più classica di annuncio dove si vede una unica foto di impatto;
  • Video: se hai un bel video, una strategia per creare maggior engagement è sicuramente quella di sponsorizzarlo;
  • Carosello: se hai più foto che meritano tutte di essere pubblicate questo è lo strumento giusto per inserirle a scorrimento nello stesso annuncio;
  • Slideshow: crea un video in loop di massimo 10 immagini;
  • Storia: pubblica il tuo annuncio non nel feed ma direttamente nella sezione delle storie.

Ma ora non ci dilunghiamo più di tanto su questa parte perché la analizzeremo nel dettaglio fra pochissimo.

Passiamo, invece, a parlare di una fase che non può assolutamente mancare quando decidi di pubblicizzare post su Instagram ed è quella dell’analisi.

Analizza i dati

La fase di monitoraggio è decisiva. Solo in questo modo puoi sapere se la tua campagna sta raggiungendo l’obiettivo che ti sei prefissato oppure no.

Se hai utilizzato Business Manager, poco dopo l’inizio della sponsorizzata, vedrai apparire i primi dati sull’andamento e potrai capire se il target che hai scelto risponde, se la grafica è performante e qual è l’orario che ha dato maggiori risultati.

Diversamente, se stai utilizzando l’applicazione, devi accedere al tuo profilo, selezionare il post di cui desideri visualizzare gli Insights e toccare su “Visualizza dati di Insights”.

Anche in questo caso ti vorrei far notare che i dati hanno un valore se sai come leggerli, altrimenti rimangono solo delle cifre senza significato. Ecco perché è importante avere una conoscenza molto approfondita e aggiornata dell’argomento, oppure avviare una collaborazione con un professionista che si occupa di questo ogni giorno. Solo così riuscirai a prendere davvero le scelte giuste per la tua attività avendo la sicurezza di essere sulla strada giusta senza perdere tempo e denaro.

Intanto, andiamo avanti perché ti voglio parlare di un’altra cosa importante, le Storie di Instagram.

Pubblicizzare le Storie su Instagram

A differenza delle immagini statiche e dei video che si pubblicano nel feed, le Storie di Instagram si visualizzano nei cerchi evidenziati in alto e permettono un’esperienza a schermo intero.

Piacciono particolarmente agli utenti perché sono molto dinamiche. Possono essere create con una serie di immagini, arricchite di adesivi, o con brevi video correlati tra loro e che, in successione, raccontano vicende complete. Ovviamente questo dipende anche dall’abilità nel crearle.

Le Storie pubblicizzate appaiono tra le altre Stories e si inseriscono in maniera fluida all’interno dell’esperienza dell’utente. È vero che richiamano un metodo di pubblicità push, ovvero di interruzione rispetto a quello che il soggetto sta fruendo, ma è altrettanto vero che si inseriscono nel momento in cui sta già avvenendo uno stacco tra la Storia precedente e quella successiva.

Inoltre, le Storie durano pochi secondi e sono a tempo determinato. Quindi se il tuo contenuto ha la capacità di attrarre l’attenzione dell’utente, questo sarà disposto ad approfondire immediatamente l’argomento per non rischiare di perderlo.

Proprio per questo gli annunci Instagram Stories sono uno dei metodi migliori per raggiungere nuovi segmenti di pubblico e ti danno modo di mostrare il tuo brand e i tuoi prodotti o servizi.

Le Storie, come i post sponsorizzati, sono un ottimo canale di acquisizione clienti, dalla call to action sul tuo annuncio, ovvero l’invito all’azione, puoi portare il tuo potenziale cliente all’interno del tuo funnel di vendita e sempre più vicino al momento dell’acquisto.

Il processo per creare Storie sponsorizzate non è diverso da quello per pubblicizzare i post su Instagram: trova un pubblico di destinazione, sperimenta con video e immagini, veicola un messaggio chiaro e non dimenticare di mettere la Cta per portare l’utente al tuo profilo o al tuo e-commerce.

Le opzioni e i formati disponibili per creare post e annunci sponsorizzati sono molteplici e adesso ti mostro tutte le possibilità che Instagram ti offre per pubblicizzare il tuo business.

Tipologie di annunci per fare pubblicità su Instagram

L’ampia gamma di formati con cui creare i tuoi contenuti su Instagram ti permette di scegliere il modo migliore per comunicare con i tuoi potenziali clienti.

Ricorda che questa scelta ha molto a che fare con l’obiettivo che ti poni per la tua campagna a pagamento, oltre al pubblico di riferimento a cui è indirizzata, perciò devi farla con cura.

Vediamo un po’ più nello specifico i diversi formati.

1. Immagini o fotografie

Il formato immagine singola ti consente di pubblicizzare una foto, jpg o png, in formato originale o quadrato.

Sono adatte per campagne con contenuti accattivanti che possono essere facilmente trasmessi anche attraverso una singola immagine. È anche possibile aggiungere del testo all’immagine, ma Instagram consiglia di limitare la sovrapposizione di testo per ottenere risultati migliori.

A livello di contenuto, questi sono gli annunci più semplici dal momento che hai bisogno solo di un’immagine o di una foto.

Ovviamente, ricorda che ad attrarre l’attenzione dell’utente e a invogliarlo a cliccare sul cuoricino sono sempre la qualità e la pertinenza.

Questo formato supporta qualsiasi obiettivo tu scelga per la campagna.

pubblicizzare post su instagram - immagini

2. Video

Il video è molto amato dagli utenti. È intenso, coinvolgente, emozionale.

Puoi caricare video sul feed di soli 3 secondi fino ad una durata di 60 secondi, mentre per le Storie il limite è di 15 secondi a Storia. Quando si parla di Instagram Live, simile a Facebook, puoi ospitare live video fino a un massimo di 60 minuti.

Non dimenticare mai che il video deve essere di qualità per essere apprezzato e portare dei risultati concreti. Inoltre, il ragionamento da affrontare è sempre strategico: qual è il formato migliore per il tuo brand? Che cosa vuoi o devi comunicare? A chi ti rivolgi?

Tutte queste valutazioni devono essere fatte nel momento della definizione della strategia, altrimenti potrai anche avere dei video impeccabili dal punto di vista dell’esecuzione, ma non ti porteranno alcun risultato.

Anche il formato video supporta un buon numero di obiettivi.

pubblicizzare post su instagram - video

3. Caroselli

Questo formato è davvero divertente! Ti consente di inserire più foto o video nello stesso annuncio che gli utenti possono scorrere.

Possono apparire sia nel feed che nelle Storie, contenere un pulsante di invito all’azione (cta) o un collegamento a scorrimento verso l’alto per portare gli utenti direttamente ai tuoi prodotti.

Gli utenti possono visualizzarle scorrendo orizzontalmente passando dal contenuto precedente al successivo, e viceversa.

È un formato che funziona molto per chi si occupa di food, abbigliamento, destinazioni per i viaggi, ecc.

Supporta però meno obiettivi:

  • Copertura;
  • Notorietà del brand;
  • Traffico;
  • Generazione di contatti;
  • Conversioni;
  • Vendita prodotti del catalogo.
pubblicizzare post su instagram - carosello

4. Reels

Con il successo ottenuto dai Reels, Instagram ha annunciato la possibilità di fare sponsorizzate anche all’interno di questo posizionamento.

Prima di tutto voglio chiarire che i Reels sponsorizzati sono uguali a quelli degli utenti ma con l’aggiunta di un piccolo testo e un pulsante in cui inserire un link che porta all’e-commerce o a una landing page.

Adesso vediamo qualche specifica in più:

  • Funzionano per campagne di conversione, traffico, copertura, notorietà del brand e visualizzazione video;
  • Si possono utilizzare solo video e non foto;
  • I video devono durare al massino 30 secondi;
  • Il formato deve essere verticale.

La volontà è che vengano creati sempre più video brevi e di intrattenimento, come ha detto espressamente Adam Mosseri, capo di Instagram.

5. Storie

Delle Instagram Stories Ads te ne ho parlato già prima, ma adesso voglio fare un piccolo approfondimento. Sono tra i tipi di annunci disponibili per le aziende e sono quelle che vantano il più grande successo.

Semplicemente, nel momento in cui devi decidere il posizionamento del tuo annuncio foto o video, dovrai scegliere la voce Stories.

In fondo, sono oltre 500 milioni le persone che caricano ogni giorno contenuti nelle stories, di movimento ce n’è! Qui in mezzo si può posizionare anche il tuo annuncio.

Gli obiettivi che supportano sono:

  • Copertura;
  • Traffico;
  • Installazione dell’app;
  • Generazione di contatti;
  • Conversioni.

Le migliori inserzioni sono quelle che appaiono come Storie normali senza saltare all’occhio forzatamente come delle pubblicità. In questo modo gli utenti si tratteranno a osservarle prima di capire che si tratta di un annuncio. A quel punto avrai attirato l’attenzione e, si spera, anche suscitato l’interesse di cui hai bisogno.

pubblicizzare post su instagram - storie

Inizia a creare i tuoi annunci su Instagram

Ognuno dei passaggi di cui ti ho parlato ha necessità di essere sostenuto da strategia e pianificazione.

Ogni scelta che operi potrebbe essere quella che ti avvicina o ti allontana dal risultato che vuoi raggiungere.

Sicuro di voler gestire da solo, o da sola, tutta questa responsabilità?

Io ti posso aiutare a impostare le tue campagne su Instagram mettendoti già nella direzione giusta e facendoti risparmiare risorse di tempo e denaro dovute a tentativi che vanno a vuoto.

Quello che accomuna, attraverso gli anni, le attività che hanno successo, è di avere la prontezza e la capacità di essere presenti laddove si trovano i potenziali clienti. Se un tempo era nella piazza principale o nelle vie più in voga della città, adesso si tratta del web e del mondo online.

Non importa dove si trova il tuo negozio e nemmeno se ne hai uno, oggi puoi promuovere i tuoi prodotti o servizi ovunque, dal piccolo paese di origine fino all’altra parte del mondo. Tutto quello che devi fare è dotarti degli strumenti giusti per fare in modo che le tue azioni di business e di vendita siano efficaci.

Come?

Clicca il pulsante qui sotto e prenota la tua consulenza personalizzata per scoprire i metodi con cui aumentare clienti e profitti.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI