N

Social

Facebook stringe accordi per aiutare le aziende in smart working

di Luna Saracino

clock image2 minuti

Workplace e Deloitte per lo smart working

L’emergenza sanitaria provocata dal COVID-19 ha spinto le aziende a riprogrammare le sue priorità e trasformare i posti di lavoro in remote working. Tantissimi lavoratori, dalla sera alla mattina si sono ritrovati a ripensare la propria vita e il proprio workflow. Se da un lato il lavoro da remoto ha semplificato tantissime operazioni, dall’altro lato si è rivelata una vera e propria sfida, soprattutto per quelle realtà che non avevano mai sperimentato questa modalità di lavoro.

Le aziende, quindi, si sono spinte verso nuove piattaforme, per imparare a gestire al meglio il loro lavoro. Realtà come Microsoft Teams, Slack e Facebook Workplace si sono consolidate, in questi ultimi mesi, offrendo a lavoratori e dirigenti nuovi strumenti di collaborazione.

Facebook ha annunciato un’alleanza con Deloitte, multinazionale di consulting a livello internazionale. Lo scopo di tale accordo è quello di offrire un supporto alle aziende nell’utilizzo di Workplace, lo strumento che assiste le imprese nella gestione dello smart working.

Si riducono i pendolari in Gran Bretagna. I “commuters” sono al 59%

I cosiddetti pendolari si sono ridotti sensibilmente: basti pensare che in Gran Bretagna, nella scorsa settimana, solo il 59% dei cittadini si è spostato con i mezzi di trasporto da casa al lavoro. Il restante, probabilmente, è rimasto a casa a lavorare in smart working.

Considerando, poi, che i contagi da COVID-19 sono nuovamente in aumento, le aziende spingeranno sempre di più verso un lavoro a distanza, permettendo ai dipendenti di rimanere a casa e di gestire i propri tempi con maggiore autonomia.

Deloitte, dal canto suo, ha intenzione di organizzare una specie di supporto all’interno di Workplace, chiamato “Future of Work”, per aiutare i clienti a utilizzare la piattaforma di Facebook per connettersi con le loro realtà lavorative.

Sempre più persone utilizzano Workplace. E i numeri sono destinati a crescere

Il vice presidente di Deloitte, Julian Codorniou, ha dichiarato:

Workplace ha raggiunto e superato i 5 milioni di utenti paganti in meno di tre anni e siamo sicuri che questi numeri cresceranno nell’immediato. Siamo contenti di aver creato questa partnership, perché ci consentirà di monitorare i bisogni degli utenti e di puntare tutto sulla digital transformation. Lo scopo finale sarà quello di semplificare il mondo del lavoro, anche grazie alla tecnologia.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >