5 errori di Leadership da evitare per il tuo business

I dirigenti di oggi devono saper essere manager e leader allo stesso tempo, ma ci sono errori di leadership in cui è possibile incappare e che è meglio evitare.

Essendo il CEO di un’azienda mi capita spesso avere a che fare con altri imprenditori e manager. Alcuni di loro sono molto in gamba su tutti i fronti, o hanno i giusti soci, quindi le loro carriere fioriscono in fretta. Al contrario, altri si sono bruciati velocemente nonostante fossero persone ambiziose.

Questo posto in prima fila nelle vite imprenditoriali altrui mi ha permesso di notare alcuni degli errori in cui sono incappati, soprattutto nella loro mansione di leader.

Vediamo quindi insieme i 5 errori di leadership da evitare per non compromettere la crescita professionale, personale e la vita dell’azienda stessa.

Pensare di dover sapere tutto

Il primo errore che mi viene in mente che un leader potrebbe commettere è avere la presunzione di dover sapere tutto. Una volta ho lavorato con un dirigente che non avrebbe mai ammesso di non essere a conoscenza di qualcosa. Questo lo portava a dare risposte azzardate a domande a cui non sapeva effettivamente rispondere.

Invece di temporeggiare e informarsi meglio preferiva inventare di sana pianta le risposte che a lui sembravano più plausibili. Il suo comportamento lo ha portato a sbagliare più volte creando situazioni di confusione e disagio con i suoi collaboratori. Nel suo sforzo di apparire capace ha invece peggiorato la situazione, soprattutto la propria. Ora non detiene più il ruolo di guida che gli era stato assegnato.

Spesso il capo pensa di non poter fare domande ma dover dare solo risposte. Il timore è quello di perdere il ruolo di guida affidabile agli occhi degli altri.

Non si guadagna credibilità fingendo di essere infallibili.

Anche se sei a capo di un team è meglio ammettere una mancanza rispetto a un determinato argomento così da poterla colmare ed essere pronto per la volta successiva.

Fare finta di sapere ciò che in realtà non sai danneggia sia te stesso sia le persone con cui lavori e, magari, compromette il successo dell’azienda.

Costruire una vera credibilità richiede una buona dose di umiltà. Essere un leader significa anche ammettere che una cosa ancora non la sai ma sei pronto a imparare. Significa essere consapevole dei tuoi limiti, riconoscere i tuoi errori e scusarti quando sbagli. Anche se sembra che mostrare un po’ di vulnerabilità sia controproducente, spesso ti rende più umano e consapevole. Questo aumenta la tua credibilità e, di conseguenza, la tua efficacia come leader.

Non fidarsi del proprio team

Tra i 5 errori in cui un leader può imbattersi c’è l’eccessivo micro-managing, ovvero l’ossessivo bisogno di controllare e approvare ogni piccolo lavoro. Questa mancanza di fiducia nel proprio team porta all’incapacità di delegare anche il compito più semplice. È normale voler cercare di tenere tutto sotto controllo, ma se i tuoi collaboratori sentono che non hai fiducia in loro faticheranno a crescere e a diventare autonomi.

Inoltre, tu stesso sarai sempre carico di lavoro e rischierai di non riuscire a gestire le cose davvero importanti con la giusta concentrazione. Anche a me molte volte viene voglia di intervenire nel lavoro che fanno i miei collaboratori, ma voglio che loro stessi diventino responsabili. Quindi, tenendo sempre d’occhio lo svolgimento dei loro compiti, sono pronto a lasciare loro la possibilità di farcela da soli.

Permetti ai membri del tuo team di prendere l’iniziativa e tieni in considerazione il loro punto di vista, potrebbero regalarti prospettive differenti.

errori di leadership da evitare

Se un capo sta troppo con il fiato sul collo dei propri collaboratori può anche rischiare di contaminare il loro processo creativo e distruggere la voglia di prendere l’iniziativa. Nel tempo questo può essere causa di un team di lavoro che non è di supporto.

Io lascio sempre ai membri del mio team la possibilità di confrontarsi con delle sfide che sono alla loro portata e che li aiutano nella crescita professionale.

Evitare situazioni di confronto

Un buon leader non ha paura del confronto con le persone che lavorano con lui. Può essere un errore di leadership non lasciare spazio a conversazioni anche critiche in cui emergano eventuali problemi. Un confronto aperto è utile a capire come vanno le cose, com’è l’ambiente di lavoro, come procede il rapporto tra i membri del tuo team. Un buon leader deve avere il controllo, deve sapere se qualcosa non va o se ci sono dei problemi con i propri collaboratori. L’importante è sapere come gestire la situazione in azienda e risolvere le situazioni problematiche che si presentano. Fare finta di niente per non alimentare il disagio causerà proprio l’opposto di ciò che desideri. Con il tempo, i problemi non risolti, faranno nascere incomprensioni, criticità e una cattiva gestione generale del lavoro.

Comunica con i tuoi collaboratori perché le situazioni non si risolvono da sole, anzi più si aspetta più diventano grandi, faticose e difficili da affrontare.

Concentrarsi solo sui risultati a breve termine

L’arte della leadership comprende anche la capacità di avere una visione a lungo termine per la propria attività. Qualche tempo fa mi è capitato lavorare con un dirigente di un’altra impresa e ho notato che caricava di costante lavoro il suo team. Erano tutti così concentrati a portare a termine i compiti giorno dopo giorno che non riuscivano a strutturare delle solide strategie sul lungo termine. Non avevano neanche il tempo di confrontarsi tra loro e ragionare su quali fossero le migliori strade da seguire perché le scadenze erano tutte a breve termine e non c’era la possibilità di perfezionare il lavoro.

Porta i tuoi collaboratori alla crescita professionale lasciando loro il tempo di impostare il lavoro.

Non capivo perché il dirigente in questione lavorasse con così tanta foga, allora gliel’ho chiesto. La sua risposta è stata che voleva raggiungere subito i risultati che desiderava. Io gli ho risposto che è assolutamente giusto puntare alla crescita aziendale, ma ci sono momenti in cui è meglio fermarsi un attimo per avere il tempo di pensare e agire in modo che il nostro lavoro porti a profitti più solidi nel lungo periodo. Inoltre, un altro compito di un buon leader è di formare e far crescere il proprio team.

I grandi leader ottengono risultati in modo che possano ottenerli più e più volte.

Essere bloccati nei vecchi modi di lavorare

L’ultimo dei 5 errori di leadership da evitare di cui voglio parlarvi è la convinzione che i propri modi di lavorare siano quelli giusti. Mi è capitato di avere a che fare con leader non disposti a modificati i propri metodi lavorativi perché convinti che fossero in assoluto i migliori. Insomma, anche io conosco il detto “cavallo che vince non si cambia” ma non facciamo l’errore di applicarlo indistintamente ad ogni situazione.

All’interno della dinamicità del mondo e del mercato attuale spesso è conveniente provare nuove modalità di gestione del lavoro.

errori di leadership da evitare

Oggi non è più necessario essere sempre presenti fisicamente in ufficio per svolgere alcuni tipi di lavori. Prova a lasciare ai tuoi collaboratori la possibilità di gestirsi il lavoro facendolo negli orari in cui si sentono più produttivi. A volte è necessario rinfrescarsi le idee staccando dalla scrivania e dall’ufficio. Una mente più libera permette di avere le illuminazioni migliori.

Conclusione

Essere manager e leader per condurre un’azienda non è un’impresa facile. Bisogna saper gestire e organizzare il proprio lavoro  e quello delle altre persone ed essere al tempo stesso un esempio e una guida.

Un buon leader deve pensare anche alla formazione della propria squadra valorizzando il loro lavoro e incentivandola a fare sempre meglio. Attenzione però che per ogni leader è possibile incappare in questi 5 errori di leadership da evitare per progredire professionalmente e fare il bene dell’azienda.


Vuoi far crescere la tua azienda grazie al web?

Questo libro è un vero manuale di sopravvivenza digitale per l’impresa del futuro. Scopri tutte le strategie per ottenere successo grazie al web e governa da protagonista la trasformazione digitale della tua azienda.


Potrebbe piacerti anche