N

Web

Amazon compie 25 anni: ecco come ha cambiato il mondo

di Patrizia Motta

clock image2 minuti

Amazon compie 25 anni

Amazon compie 25 anni.

Il 5 luglio 1994 nasceva l’azienda divenuta famosa in tutto il mondo per la vendita sul web, inizialmente creata per l’acquisto di libri online.

Il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, decise poi di ampliare la scelta dei prodotti offerti sul sito. L’azienda non solo si trasformò in un negozio a 360°, bensì divenne una società completa in ogni dettaglio.

Oggi, 25 anni dopo, Amazon ha re-inventato definitivamente la vendita al dettaglio online. È una delle tre aziende più ricche al mondo, con una capitalizzazione di mercato che si aggira attorno al trilione di dollari USA, superiore al PIL di quasi 200 paesi.

Se avessi comprato 100 dollari di azioni IPO nel 1997, oggi varrebbero circa 120.000 dollari.

Amazon è conveniente, rende lo shopping a portata di tutti. Prima del 1994, gli acquirenti dovevano recarsi nei negozi per scoprire oggetti particolari. Oggi è tutto a portata di click, in qualsiasi posto, a qualsiasi ora.

In seguito alla prima sperimentazione della spedizione gratuita con il programma di affiliazione Amazon Prime, l’iniziativa si rivelò un successo. Oggi circa 100 milioni di acquirenti in tutto il mondo sono iscritti a Prime.

L’azienda ha reso lo shopping più semplice attraverso molte funzionalità immediate: acquisto con un click, consegna personalizzata, ritiro del pacco presso gli hub e gli armadietti di Amazon, ordine dei prodotti con il pulsante Dash e consegna a domicilio con Amazon Key.

Gli utenti possono addirittura ordinare oggetti con un semplice comando vocale, oppure cliccando un’immagine Instagram o Pinterest. Amazon ha persino un negozio chiamato “Amazon Go” (senza cassa) a Seattle.

Amazon ha contribuito alla chiusura dei negozi fisici, che non riescono a tenere il passo con i cambiamenti della vendita online. Gli analisti temono una “apocalisse al dettaglio”.

L’impatto di Amazon si estende anche in altri settori, come tra i dispositivi di consumo intelligenti (Alexa), il servizio cloud (Amazon Web Services) e i servizi tecnologici (droni).

Amazon è inoltre il più grande datore di lavoro tecnologico attivo in tutto il mondo. Lo scorso anno è stato creato un luogo per il suo secondo quartier generale, nonostante le pesanti accuse sullo sfruttamento del personale.

image of Patrizia Motta

Patrizia Motta

Patrizia Motta - Ho una passione per la scrittura e nel tempo libero pratico la danza del ventre.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Nel 2020 abbiamo scaricato 200 miliardi di applica...

Aumento dello scaricamento delle applicazioni

Secondo App Annie State of Mobile Report 2021, nel 2020 sono state scaricate circa 200 miliardi di applicazioni sui dispositivi mobili, sia da App Store che da Google Play. Praticamente circa il 7% in più rispetto all’anno precedente. Si tratta di un traguardo senza precedenti che non ha alcuna intenzione di arrestarsi e che, anzi, […]

Leggi la news >
N

Cosa possono fare le imprese per riprendersi dalla...

Le imprese si riprendono dalla crisi

Il 2020 è stato un anno impegnativo, sia dal punto di vista sociale che economico. Moltissime imprese si sono ritrovate a dover ricominciare daccapo e rivedere le proprie priorità. Le sfide messe in atto sono state tantissime e altrettante ce ne saranno nei mesi a venire. Le imprese devono prepararsi ad affrontare i problemi nel […]

Leggi la news >
N

LinkedIn introduce nuovi strumenti di controllo de...

controllo delle pubblicazioni su LinkedIn

LinkedIn ha aggiunto di recente alcune funzionalità che consentono di controllare meglio i post pubblicati. Si tratta di strumenti di pubblicazione che consentono di restringere il campo di visualizzazione dei post a un determinato pubblico. In questo modo, sarà possibile anche su LinkedIn decidere chi può vedere ed eventualmente commentare un tuo post o un […]

Leggi la news >