N

Web

Audience digitale in calo durante la Fase 2: ecco i dati Audiweb

di Alessandro Aru

clock image2 minuti

Audience digitale in calo nella fase 2

Il boom di traffico Web registrato durante la fase del lockdown frena la crescita, riavvicinandosi alla normalità.

L’arrivo della Fase 2 ha mutato nuovamente le abitudini degli italiani, chiusi in casa dal mese di marzo. Le audience digitali hanno infatti registrato una netta diminuzione.

Il report Audiweb Week ha comunque evidenziato una crescita abbondante rispetto al periodo pre-Covid-19 (+ 26,5%), seppur in diminuzione rispetto alle ultime settimane.

I dati rilevati registrano un calo medio di traffico pari al 6,8%.

I settori di News & Information, che sono stati i più visitati durante l’intera emergenza, hanno visto diminuire le audience del 9% durante la prima settimana di maggio.

I siti della sotto-categoria Current Event & Global News (informazioni) segnano tutt’ora un forte tasso di interesse tra gli utenti, seppur diminuito del 12%.

Vediamo nel dettaglio i dati riguardanti i primi 10 brand di maggio:

Corriere della Sera: 15,9 milioni di utenti unici con una flessione del 14% rispetto alla fine di aprile; 

La Repubblica: 14,6 milioni di utenti con un calo del 5%; 

ilMeteo: 13,3 milioni di utenti con una diminuzione del 3%; 

Il Messaggero: 11,4 milioni di utenti con un calo del 15%;

TgCom: 10,4 milioni di utenti ed una diminuzione del 9%;

Fanpage: 9,3 milioni di utenti e meno 3% rispetto all’ultima settimana di aprile; 

Giallo Zafferano: 8,8 milioni di utenti con una diminuzione del 25%; 

La Stampa.it: 7,6 milioni di utenti ed un calo del 26%;

Il Sole 24 Ore: 7,3 milioni di utenti con una flessione del 16%;

Ansa: 7,3 milioni, resta stabile rispetto all’ultima settimana di aprile registrando un forte incremento (+72%) rispetto al periodo pre-coronavirus.

Leggo, Il Mattino, La7, TPI, Wired e La Gazzetta del Mezzogiorno hanno registrato al contrario nuovi trend positivi.

Anche per quanto riguarda la categoria Home & Fashion, i dati risultano in diminuzione rispetto alla settimana del 20-26 aprile (-15%). L’elemento portante dell’intero settore resta la sotto-categoria Food & Cooking.

La categoria Entertainment ha subito una flessione del 4%, con un aumento pari al 12% rispetto al periodo pre-emergenza.

Il settore Familiy & Lifestyle infine, resta stabile e ancora in crescita (+18%).

image of alessandroaru

Alessandro Aru

Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e collaboro con Mirko da 3 anni. In questo tempo mi sono lasciato coinvolgere dal suo carisma e voglia di fare. Sono onorato di aiutarlo a gestire questo progetto di blogging.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >