Audience digitale in calo durante la Fase 2: ecco i dati Audiweb
N

Audience digitale in calo durante la Fase 2: ecco i dati Audiweb

di Alessandro Aru

clock image2 minuti

Audience digitale in calo nella fase 2

Il boom di traffico Web registrato durante la fase del lockdown frena la crescita, riavvicinandosi alla normalità.

L’arrivo della Fase 2 ha mutato nuovamente le abitudini degli italiani, chiusi in casa dal mese di marzo. Le audience digitali hanno infatti registrato una netta diminuzione.

Il report Audiweb Week ha comunque evidenziato una crescita abbondante rispetto al periodo pre-Covid-19 (+ 26,5%), seppur in diminuzione rispetto alle ultime settimane.

I dati rilevati registrano un calo medio di traffico pari al 6,8%.

I settori di News & Information, che sono stati i più visitati durante l’intera emergenza, hanno visto diminuire le audience del 9% durante la prima settimana di maggio.

I siti della sotto-categoria Current Event & Global News (informazioni) segnano tutt’ora un forte tasso di interesse tra gli utenti, seppur diminuito del 12%.

Vediamo nel dettaglio i dati riguardanti i primi 10 brand di maggio:

Corriere della Sera: 15,9 milioni di utenti unici con una flessione del 14% rispetto alla fine di aprile; 

La Repubblica: 14,6 milioni di utenti con un calo del 5%; 

ilMeteo: 13,3 milioni di utenti con una diminuzione del 3%; 

Il Messaggero: 11,4 milioni di utenti con un calo del 15%;

TgCom: 10,4 milioni di utenti ed una diminuzione del 9%;

Fanpage: 9,3 milioni di utenti e meno 3% rispetto all’ultima settimana di aprile; 

Giallo Zafferano: 8,8 milioni di utenti con una diminuzione del 25%; 

La Stampa.it: 7,6 milioni di utenti ed un calo del 26%;

Il Sole 24 Ore: 7,3 milioni di utenti con una flessione del 16%;

Ansa: 7,3 milioni, resta stabile rispetto all’ultima settimana di aprile registrando un forte incremento (+72%) rispetto al periodo pre-coronavirus.

Leggo, Il Mattino, La7, TPI, Wired e La Gazzetta del Mezzogiorno hanno registrato al contrario nuovi trend positivi.

Anche per quanto riguarda la categoria Home & Fashion, i dati risultano in diminuzione rispetto alla settimana del 20-26 aprile (-15%). L’elemento portante dell’intero settore resta la sotto-categoria Food & Cooking.

La categoria Entertainment ha subito una flessione del 4%, con un aumento pari al 12% rispetto al periodo pre-emergenza.

Il settore Familiy & Lifestyle infine, resta stabile e ancora in crescita (+18%).

image of alessandroaru

Alessandro Aru

Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro Aru e collaboro con Mirko da 3 anni. In questo tempo mi sono lasciato coinvolgere dal suo carisma e vogli...

N

Brand Reputation, il Gruppo Lego è primo in Itali...

Gruppo Lego miglior reputazione

La classifica stilata da “the RepTrack company” per chi ha una migliore Brand Reputation, ha piazzato il Gruppo Lego al primo posto assoluto in Italia e nel mondo, seguito da Ferrari e Disney. Il brand danese è presente nella top ten della classifica da oltre 10 anni; ha scalato la vetta passo dopo passo, raggiungendo […]

Leggi la news >
N

Facebook shopping: nuove opzioni per creare il ...

Facebook Custom Audience

Lo strumento “Shop” per Instagram e Facebook è pronto al lancio; a tal proposito, la società ha implementato nuove opzioni per creare un Pubblico Personalizzato (Custom Audience) in base agli acquisti effettuati, ottimizzando i risultati e-commerce. Per visualizzare la novità, clicca la “Gestione annunci” di Facebook; noterai una nuova opzione per creare un elenco basato […]

Leggi la news >
N

LinkedIn sta selezionando i migliori “Talent...

LinkedIn Green Job

LinkedIn ha recentemente classificato l’Italia come una delle migliori nazioni a livello di carriera “Green Job”. Con questo termine ci riferiamo ai mestieri legati al settore della sostenibilità. Milano si trova al settimo posto nella classifica mondiale, proprio per l’alta concentrazione di professionisti di categoria. Il 2019 ha segnato un aumento del 13% del numero […]

Leggi la news >