Utilizzo dei cookie e invio notifiche meno fastidiosi con Chrome e Firefox
N

Chrome e Firefox: le richieste di notifica saranno meno invadenti

di Patrizia Motta

clock image2 minuti

Notifiche Chrome meno invadenti

Il Web ha migliorato la comparsa della pubblicità online; sfortunatamente esistono alcuni pop up tutt’ora fondamentali per proteggere l’utente. E’ impossibile evitarli poiché di solito comportano l’autorizzazione diretta.

A cosa ci riferiamo? Al popolare utilizzo dei cookie o all’invio delle notifiche. Proprio quest’ultimo appare meno critico, considerando che quasi tutti gli utenti ignorano la richiesta cliccando “No”.

I creatori dei browser hanno finalmente preso atto della situazione, implementando modi meno fastidiosi per chiedere il permesso agli utenti di proseguire con la navigazione.

Molti siti vogliono inviare notifiche anche quando non ne hanno davvero bisogno. Per farlo, devono prima chiedere l’autorizzazione all’utente. Il popup utilizzato a tale scopo risulta spesso invadente, nonché fastidioso quando appare ripetutamente.

Nonostante sia possibile sfruttare l’impostazione predefinita per ignorare o bloccare tali richieste, Chrome e Firefox hanno scelto di utilizzare modi meno invadenti per chiedere l’autorizzazione online.

Nel caso di Firefox, gli utenti vedranno una piccola icona della finestra di dialogo nella barra degli indirizzi. Potranno scegliere se ignorarla completamente oppure aprirla. La notifica risulterà in questo caso discreta e poco fastidiosa.

L’implementazione di Google Chrome è invece più sofisticata. Gli utenti potranno sfruttare l’opzione a partire dalla versione 80 di Chrome. L’impostazione verrà automaticamente applicata anche senza l’intervento manuale.

Se l’utente bloccherà ripetutamente le notifiche, Chrome attiverà automaticamente la modalità di messaggistica silenziosa, avvisando con discrezione della richiesta di autorizzazione da parte di un sito.

Non solo, Google agirà allo stesso modo anche con i siti dove la richiesta di notifica risulterà quasi sempre bloccata da parte degli utenti. Tuttavia, la società cancellerà dall’elenco i siti in cui il tasso di accettazione migliorerà nel tempo.

image of Patrizia Motta

Patrizia Motta

Patrizia Motta - Ho una passione per la scrittura e nel tempo libero pratico la danza del ventre.

N

Su LinkedIn sono in arrivo nuovi strumenti di anal...

LinkedIn aggiornamenti Pagine Aziendali

LinkedIn ha implementato una serie di nuove modifiche sulla piattaforma, tra cui l’analisi dei follower per le Pagine aziendali, un’opzione audio inedita e un processo alternativo per limitare gli inviti alle Pagine aziendali. Partiamo dall’inizio: l’analisi dei followers. Attualmente la pagina aziendale di LinkedIn mostra l’opzione “Nuovo” nella scheda Analytics. L’aggiunta rappresenta la lista di […]

Leggi la news >
N

OBE Summit 2020: il Branded Entertainment tra emer...

OBE Summit 2020

Anche quest’anno si è svolta la consueta edizione di OBE Summit 2020, per la prima volta in live streaming, gratuita per tutti gli utenti. L’Osservatorio Branded Entertainment (ovvero l’Associazione che rappresenta le imprese italiane che investono o producono BC&E e i più importanti stakeholder del settore della comunicazione) ha fornito una panoramica generale del mercato […]

Leggi la news >
N

Facebook lancia una nuova campagna educativa per r...

Facebook lotta contro le fake news

Facebook ha lanciato una nuova campagna mirata a educare gli utenti sulle notizie false. La piattaforma di social media marketing spiegherà come riconoscere i contenuti fuorvianti online, al fine di ridurne la diffusione. Come spiegato da Facebook: “Vogliamo fornire strumenti efficaci per verificare l’autenticità delle news presenti online. Per supportare questo sforzo, lanceremo nelle prossime […]

Leggi la news >