Utilizzo dei cookie e invio notifiche meno fastidiosi con Chrome e Firefox
N

News

Chrome e Firefox: le richieste di notifica saranno meno invadenti

di Patrizia Motta

clock image2 minuti

Notifiche Chrome meno invadenti

Il Web ha migliorato la comparsa della pubblicità online; sfortunatamente esistono alcuni pop up tutt’ora fondamentali per proteggere l’utente. E’ impossibile evitarli poiché di solito comportano l’autorizzazione diretta.

A cosa ci riferiamo? Al popolare utilizzo dei cookie o all’invio delle notifiche. Proprio quest’ultimo appare meno critico, considerando che quasi tutti gli utenti ignorano la richiesta cliccando “No”.

I creatori dei browser hanno finalmente preso atto della situazione, implementando modi meno fastidiosi per chiedere il permesso agli utenti di proseguire con la navigazione.

Molti siti vogliono inviare notifiche anche quando non ne hanno davvero bisogno. Per farlo, devono prima chiedere l’autorizzazione all’utente. Il popup utilizzato a tale scopo risulta spesso invadente, nonché fastidioso quando appare ripetutamente.

Nonostante sia possibile sfruttare l’impostazione predefinita per ignorare o bloccare tali richieste, Chrome e Firefox hanno scelto di utilizzare modi meno invadenti per chiedere l’autorizzazione online.

Nel caso di Firefox, gli utenti vedranno una piccola icona della finestra di dialogo nella barra degli indirizzi. Potranno scegliere se ignorarla completamente oppure aprirla. La notifica risulterà in questo caso discreta e poco fastidiosa.

L’implementazione di Google Chrome è invece più sofisticata. Gli utenti potranno sfruttare l’opzione a partire dalla versione 80 di Chrome. L’impostazione verrà automaticamente applicata anche senza l’intervento manuale.

Se l’utente bloccherà ripetutamente le notifiche, Chrome attiverà automaticamente la modalità di messaggistica silenziosa, avvisando con discrezione della richiesta di autorizzazione da parte di un sito.

Non solo, Google agirà allo stesso modo anche con i siti dove la richiesta di notifica risulterà quasi sempre bloccata da parte degli utenti. Tuttavia, la società cancellerà dall’elenco i siti in cui il tasso di accettazione migliorerà nel tempo.

image of Patrizia Motta

Patrizia Motta

Patrizia Motta - Ho una passione per la scrittura e nel tempo libero pratico la danza del ventre.

N

News

Bonus Pubblicità e decreto Cura Italia: le nuove ...

Bonus Pubblicità coronavirus

Il Bonus pubblicità è un’agevolazione fiscale pensata per le aziende del settore, concesso sul 30% dell’intero investimento effettuato nel 2020. Come funziona? E’ dedicato a tutti i professionisti, con l’obiettivo di farli investire nelle campagne pubblicitarie per raggiungere i propri obiettivi di business. L’advertising pianificato su testate online, radio e televisioni, richiesto da aziende o […]

Leggi la news >
N

News

Le nuove regole del Business e la crisi provocata ...

Business e crisi Covid-19

La crisi economica non svanirà presto, inutile negarlo. “L’anoressia industriale” (così la definiscono gli esperti), provocherà stravolgimenti, con tagli dei costi e nuove regole. La recessione non dovrà però peggiorare i servizi offerti ai clienti, che col tempo potrebbero stancarsi, allontanandosi per sempre. Le regole della concorrenza ora sono cambiate: le nuove tecnologie imprenditoriali hanno […]

Leggi la news >
N

News

Zoom Video Meeting: la società alza il livello di...

zoom e sicurezza

Zoom è una delle app più utilizzate delle ultime settimane. Consente di organizzare video conferenze con più partecipanti, in modo pratico e veloce. La diffusione del Covid-19 ha causato l’improvvisa crescita dello smart working: tantissime persone si connettono a Zoom per video chattare. Zoom è nato nel 2011, il suo utilizzo principale è sempre stato […]

Leggi la news >