Con l'emergenza sanitaria, le aziende in crisi si spingono all'estero (e online)

Con l’emergenza sanitaria, le aziende in crisi si spingono all’estero (e online)

di Luna Saracino

clock image3 minuti

Le aziende in crisi puntano su estero e online

Fronteggiare una crisi come quella che stiamo vivendo non è facile. Soprattutto per le aziende e le attività commerciali, che hanno subito nella stragrande maggioranza dei casi un arresto preoccupante (e si sono trovati costretti a sospendere le attività).

L’emergenza sanitaria ha avuto un impatto considerevole sulla nostra economia, al punto che l’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) ha stimato un aumento della disoccupazione oltre il 12% e il FMI (Fondo Monetario Internazionale) ha previsto un calo di oltre il 12% del PIL (Prodotto Interno Lordo) italiano entro la fine di quest’anno.

Come affrontare la crisi? Alcune aziende sono corse ai ripari puntando tutto sull’acquisizione estera. Si stima, infatti, che durante il 2020 ci siano state 58 acquisizioni estere da parte di aziende italiane e che molte aziende si siano spinte principalmente online, per proseguire con la vendita e la promozione dei propri prodotti.

Le aziende italiane sbarcano online: la sfida del 2020

La digitalizzazione ha avuto un impatto tutto sommato positivo, al netto del periodo delicato che stiamo vivendo. Molte aziende, seppur in crisi, hanno deciso di rimboccarsi le maniche e di fare di necessità virtù, come si suol dire, provando a investire (non senza rischi) e a diversificare il proprio bacino di utenza e di mercato.

Da un lato, sempre più aziende hanno deciso di trasferire online il proprio business, approfittando del fatto che moltissimi italiani erano (e sono) più propensi ad acquistare su e-commerce rispetto ai negozi fisici. Dall’altro lato, le aziende hanno aumentato la propria presenza online, con campagne promozionali dedicate e con un’attività sui social più importante.

Il risultato può dirsi tutto sommato positivo, se si considera la crisi che le aziende stanno vivendo e che si preparano a vivere fino alla fine dell’anno.

Acquisizioni estere: il caso BIP

Un caso più unico che raro, da cui sicuramente bisognerebbe prendere esempio, è quello di BIP (Business Integration Partners) S.p.A., società italiana multinazionale di consulenza per imprese e pubblica amministrazione che ha di recente acquisito la società di consulenza inglese Chaucer. Come affermato da Carlo Capè, CEO di BIP:

La crisi non durerà in eterno. Ci siamo detti: “Abbiamo la possibilità di bloccare le acquisizioni e perdere tutto, o andare avanti”. Noi abbiamo scelto di andare avanti. Siamo convinti che la consulenza nel post pandemia sarà un abilitatore chiave per la ripresa e che solo le società indipendenti, innovative e globali saranno chiamate dai grandi gruppi multinazionali a contribuire a ridisegnare le catene del valore e alla trasformazione digitale per renderle attuabili.

Come BIP, anche altre aziende italiane hanno provato a rafforzare il proprio mercato acquisendo aziende estere: è il caso di Menarini con Stemline (USA), di Amplifon con Attune Hearing Pty Ltd (Australia), di Cellular Italia con WorldConnect (Svizzera). Un modo, questo, per fronteggiare la crisi con positività, nella speranza che tutto passi al più presto.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Le imprese puntano sempre di più sui talenti del ...

Imprese e talenti IT

Secondo un sondaggio di Hays Information Technology, le nuove tendenze del mondo dell’IT stanno cominciando ad apparire anche nel settore della selezione del personale. L’eredità del COVID-19 è piuttosto chiara: le imprese sono alla ricerca sempre di più di “problem solver”, risolutori di problemi, soprattutto per ciò che concerne l’ambito tecnologico e digitale delle aziende. […]

Leggi la news >
N

Il caso eBay: ascoltare i bisogni dei clienti è l...

eBay clienti successo

Le nuove modalità di pagamento di eBay si sono intrecciate con l’emergenza sanitaria e hanno rappresentato un grande rischio, per l’azienda di compravendita più famosa al mondo. Rischio che, alla fine dei conti, si è arginato completamente, rivelandosi invece una scelta di successo. Durante l’evento di Reuters, Strategic Marketing USA, i responsabili di eBay hanno […]

Leggi la news >
N

Se la customer experience è positiva, la fidelizz...

Customer Experience

Secondo uno studio condotto da Zendesk, la customer experience è tutto. Più il cliente è soddisfatto, anche del rapporto che ha intrecciato con il rivenditore, più ci sono possibilità che aumenti la fedeltà al marchio. In poche parole: se il cliente è soddisfatto della sua esperienza di acquisto, molto probabilmente ritornerà. Non ci sarà una […]

Leggi la news >