Londra: Si riducono i tempi di attesa in aeroporto con una nuova tecnologia

Gatwick sarà il primo aeroporto Inglese che utilizzerà la tecnologia di riconoscimento facciale

di Eleonora Truzzi

clock image2 minuti

Gatwick sarà il primo aeroporto Inglese che utilizzerà la tecnologia di riconoscimento facciale

Il noto aeroporto di London Gatwick sarà il primo centro del Regno Unito che utilizzerà la tecnologia di riconoscimento facciale nel procedimento d’imbarco.

Gatwick ha confermato alla BBC che userà in modo permanente la tecnologia per i controlli di identità, prima che i passeggeri salgano a bordo degli aerei, utile anche per ridurre i tempi di attesa in coda.

Nonostante questa nuova funzionalità, i passeggeri dovranno comunque avere il passaporto a portata di mano durante l’intero viaggio.

L’aeroporto di Gatwicvk ha portato a termine la prima prova di tecnologia di riconoscimento facciale con i clienti di Easy Jet ed è stato un successo. E’ previsto un secondo test, che si terrà durante i prossimi sei mesi, dopodiché la nuova tecnica verrà implementata in tutto l’aeroporto. Se tutto va a buon fine il progetto di estenderà a otto gates entro il 2022.

Questa funzionalità però non sostituisce i documenti: rimane comunque obbligatorio avere con sé la carta d’imbarco e il passaporto per sicurezza. I passaporti verranno scansionati alle porte di partenza, a quel punto, la tecnologia di riconoscimento facciale confronterà il volto reale del passeggero con le informazioni registrate sul sistema.

La tecnologia di riconoscimento facciale si baserà su elaborati sistemi di Intelligenza Artificiale, che elimineranno quasi definitivamente i controlli manuali svolti dal personale “umano”.

Anche l’aeroporto di Heathrow (Londra) prevede di inserire la funzionalità entro la fine dell’anno, dopo aver investito circa 50 milioni di Sterline per i test preliminari avvenuti quest’estate.

 

image of Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi - Scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

N

Google sotto accusa per concorrenza spietata verso...

Google fa concorrenza spietata ai competitors

Il governo degli Stati Uniti denuncia la divisione Google incentrata sulle ricerche online. L’accusa è di aver attuato una concorrenza spietata verso i competitors per aumentare e proteggere il suo monopolio. Dopo 14 mesi di investigazioni, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sta valutando se Google ha virato le ricerche degli utenti verso i […]

Leggi la news >
N

Secondo le previsioni, il 2021 sarà l’anno ...

Previsioni del Content Marketing

Il mondo del marketing e della comunicazione online ha subito un arresto preoccupante, nel 2020. Colpa della pandemia, senza dubbio, perché ha limitato gli investimenti sotto ogni fronte, anche quello commerciale e pubblicitario. Il Content Marketing ha avuto una vita difficile, in questi mesi. Secondo alcune previsioni fatte da PQ Media, azienda leader nel campo […]

Leggi la news >