N

Social

Instagram è dannoso per gli adolescenti, le neuroscienze lo confermano

di Domiziana Desantis

clock image2 minuti

Icone di Instagram

Perché Instagram è dannoso?

Grazie allo sviluppo cerebrale in corso e alla forte sensibilità della dopamina (un neurotrasmettitore associato a motivazione e piacere), gli adolescenti hanno maggiore necessità di provare esperienze basate sulla ricompensa.

Poiché la loro corteccia prefrontale è ancora in via di sviluppo, le interazioni sociali influenzano notevolmente il controllo degli impulsi e del pensiero critico.

Nell’era degli smartphone, dei social media, dei follower e dei like, i comportamenti dei ragazzi sono sempre più associati all’approvazione online.

Instagram ha più di 1 miliardo di utenti sparsi in tutto il mondo, di cui la metà si collega ogni giorno. Di questi, circa il 60% sono donne di età inferiore ai 34 anni. Non è una coincidenza.

Sei una di queste? Ecco alcune cose che devi sapere prima che la situazione ti scappi di mano.

  • Rispetto a Twitter, Facebook o YouTube, Instagram porta un maggior confronto tra noi e gli altri. Ciò provoca ansia, depressione e sensazioni di inadeguatezza. Perché? L’alta presenza di immagini femminili “idealizzate” porta alla diminuzione della propria felicità.
  • Molte analisi dimostrano che l’alto numero di Mi piace (spesso falsi) altera il fascino della foto osservata, rendendola più interessante. Quando gli adolescenti vedono un’immagine apprezzata, il cervello la percepisce migliore, a prescindere dal contenuto.

Come affermano i ricercatori dell’UCLA, i ragazzi reagiscono positivamente a ciò che considerano “approvato” dai coetanei.

Grazie agli smartphone, il 92% dei ragazzi naviga ogni giorno sui social network. Di questi, il 24% ammette di essere online “quasi costantemente”. Secondo uno studio del Pew Research Center, l’utilizzo è equo tra razze e culture.

Tuttavia, si è concluso che le ragazze afroamericane usano gli smartphone più dei loro coetanei bianchi e ispanici (85% rispetto al 71%).

  • Instagram attrae le ragazze più dei ragazzi, che sembrano preferire i videogiochi ai social media. Filtri, trucco, illuminazione, angoli e posa creano immagini finte, surreali. A differenza di un videogioco (dove l’utente riconosce ciò che è falso), i post Instagram sfocano la realtà.
  • Gli influencer vengono pagati fino a 1 milione di dollari per sponsorizzare prodotti. La teenager media trascorre 6-10 ore al giorno sui social media, acquistando oggetti non funzionanti solo perché pubblicizzati da un personaggio famoso sul web.

I social media sono una grande invenzione, dobbiamo solo capire come usarli correttamente, senza lasciarci travolgere.

image of Domiziana Desantis

Domiziana Desantis

Il potere delle parole mi ha sempre affascinata, tanto che ho fatto della comunicazione la mia professione. Lavoro come Web Content Creator & Editor in Nextre Digital, web Agency di Milano, e scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Le competenze digitali che serviranno ai direttori...

Competenze digitali dei direttori finanziari

Secondo Gartner, i direttori finanziari dovranno sviluppare una serie di competenze digitali nei mesi a venire, se vogliono trarre vantaggio economico dagli investimenti fatti in ambito digitale fino a oggi. Il capo delle ricerche di ambito finanziario di Gartner, Alexander Bant, è convinto che i CFO (cioè i direttori finanziari) si stanno spingendo sempre di […]

Leggi la news >
N

Imparare a gestire le spese per migliorare la prop...

Migliorare i costi dell'impresa

Nel 2020 abbiamo assistito a una profonda trasformazione, sia dal punto di vista economico che sociale. Sono diminuiti gli spostamenti, le persone hanno cominciato a vivere maggiormente all’interno delle proprie mura domestiche, le imprese hanno migliorato la propria presenza online. Nonostante questo, però, è ancora molto difficile per molti brand aumentare le vendite online dei […]

Leggi la news >
N

Google Cloud lancia una suite dedicata ai rivendit...

nuova suite di Google Cloud

Nelle scorse ore, Google Cloud ha annunciato il lancio di una suite dedicata ai rivenditori, per aiutarli a rafforzare l’e-commerce e a migliorare la customer experience. La suite, chiamata Product Discovery Solutions for Retail, consentirà ai rivenditori di risolvere problematiche correlate al proprio e-commerce, sfruttando gli algoritmi dell’Intelligenza Artificiale unitamente all’infrastruttura scalabile di Google Cloud. […]

Leggi la news >