Hacker non ti temiamo. Instagram sta semplificando il recupero account
N

News

Instagram sta semplificando il recupero account dagli hacker

di Giuseppe Tavera

clock image2 minuti

Hacking instagram recupero account

Il recupero account Instagram diverrà più semplice, anche quando indirizzo e-mail e numero di telefono risulteranno compromessi dagli hacker.

Instagram sta testando nuove funzionalità con lo scopo di rendere difficile la vita agli hacker.

Attualmente diversi Influencer sono stati presi di mira.

Gli hacker hanno preso in ostaggio account da migliaia di follower, chiedendo 100 dollari di riscatto per il recupero

Altri, sfruttando account con follower massicci, vendono profili alla “modica” cifra di $100.000.

Le vittime non riescono a riappropriarsi del profilo tramite i metodi tradizionali, poiché gli hacker cambiano quasi sempre l’indirizzo e-mail e il numero di telefono dell’account, proprio per evitare recuperi.

“Sappiamo che perdere l’accesso al proprio account è un’esperienza dolorosa, stiamo sviluppando misure per impedire che i profili vengano hackerati, aiutando gli utenti a recuperarli”. Dichiara Instagram.

“Con dispiacere apprendiamo dalla comunità che le misure attualmente presenti non sono sufficienti, faremo del nostro meglio per rimediare”. Aggiunge.

Instagram consiglia caldamente l’autenticazione a due fattori e l’utilizzo di password più potenti. Gli account possono essere violati in molti modi: tramite link di phishing o con dati password e login utilizzati anche su altri servizi.

In passato le vittime hanno lamentato scarsa collaborazione, da parte del social network, per il recupero del proprio account. Lunedì, Instagram ha annunciato due nuove funzionalità per aiutare gli utenti a ripristinare i profili compromessi dagli hacker.

D’ora in poi, quando Instagram riscontrerà problemi di accesso o rileverà il clic su “Serve altro aiuto” nella pagina di accesso, chiederà di inserire informazioni come e-mail e numero di telefono associati.

Che accade se gli hacker hanno modificato le informazioni di contatto? Potrai domandare un codice di ripristino a sei cifre che arriverà via mail o SMS.

Instagram ha dichiarato che rimuoverà tutti i dispositivi aggiuntivi dall’account dopo aver utilizzato questo metodo di verifica, così da impossibilitare gli hacker a procedere.

E’ stata inoltre sviluppata una funzionalità separata, già disponibile per tutti gli utenti Android e presto lanciata anche su iOS, con l’obiettivo di fermare gli squatter dei nomi. Gli account dei personaggi famosi, infatti, sono spesso presi di mira, hackerati e poi rivenduti a prezzi elevati.

 

 

image of giusetavera

Giuseppe Tavera

Giuseppe Tavera - Apprendista influencer. Vecchio sardo brontolone, mi occupo di sviluppo web e blogging per Nextre Engineering e il blog di...

N

News

LinkedIn: 40% in meno di assunzioni in Cina e Ital...

assunzioni in calo coronavirus

Molte professioni sono state colpite dal lockdown totale messo in atto durante l’emergenza. LinkedIn hiring rate fornisce in anteprima alcuni dati riguardanti l’andamento del mercato del lavoro nel periodo del Coronavirus. L’analisi delle conversioni sul social network, che coinvolge professionisti e aziende, evidenzia nuove modalità di assunzione, con colloqui telematici rapidi ed efficaci. Il team […]

Leggi la news >
N

News

Il recruiting telematico durante l’emergenza...

Assunzioni telematiche sanità

Durante una vera e propria paralisi mondiale, il lavoro punta la lente di ingrandimento sul recruiting del personale sanitario e delle attività essenziali. Per agevolare la situazione, il mondo si è mobilitato in azioni di solidarietà per contribuire alla ricerca delle risorse necessarie contro la crisi. Tutte le più grandi aziende tecnologiche, da Apple a […]

Leggi la news >
N

News

LinkedIn: risorse gratuite a sostegno dei settori ...

LinkedIn settore sanitario

LinkedIn metterà a disposizione risorse gratuite per le assunzioni nel settore sanitario, compresi i produttori di dispositivi medici, gli ospedali, l’assistenza per la salute mentale e gli studi medici. Non solo, la piattaforma sosterrà attivamente magazzini, società di spedizioni, supermarket e organizzazioni no-profit di soccorso. L’obiettivo sarà favorire la ricerca di personale essenziale durante l’emergenza […]

Leggi la news >