N

Web

Email promozionali dalle imprese per raggiungere i consumatori

di Domiziana Desantis

clock image3 minuti

Mail promozionale imprese

Secondo un recente studio effettuato da Forrester Research, nel 2021 utenti e consumatori potranno ricevere email, messaggi e notifiche push a sfondo promozionale in misura decisamente superiore al passato. Sempre più imprese, infatti, stanno puntando su una comunicazione mirata all’acquisto, già dai primi mesi della pandemia.

La ragione è semplice: per le aziende questo è un modo per entrare in contatto con i consumatori, in modo più diretto che in passato, e aumentare le vendite online. Questo a causa dell’emergenza sanitaria che imporrà sempre di più il distanziamento sociale.

Il report di Forrester Research, “Predictions 2021: B2C Marketing”, crede che il numero di messaggi di marketing aumenteranno del 40% il prossimo anno e sarà un modo, per le aziende, per tenere il più possibile agganciati i consumatori, reali e potenziali.

Email e messaggi promozionali già in aumento all’inizio della pandemia

I consumatori hanno cominciato a notare un flusso maggiore di email da brand e altre aziende già nei primi giorni della pandemia. In quel periodo, le aziende erano alla ricerca di un modo efficace e immediato per raggiungere i propri utenti, che non potevano più recarsi nei negozi fisici per fare acquisti.

La curva della pandemia è in risalita ma potrebbe scendere di nuovo, nella primavera 2021: tuttavia, è molto probabile che le aziende continueranno su questa via, inviando agli utenti e ai consumatori offerte, promozioni e comunicazioni di marketing anche nel prossimo anno.

Secondo il report, i brand investiranno maggiormente sulla fidelizzazione dei consumatori già esistenti, che potrebbero avere difficoltà a spendere per un certo periodo di tempo.

Il pensiero che molte aziende e imprese stanno mettendo in atto è che se i clienti non possono più recarsi nei negozi, saranno i negozi ad andare a trovare i clienti. Quale modo più semplice, immediato ed espresso dell’invio di email e messaggi mirati alla promozione di prodotti potenzialmente utili e interessanti per i potenziali consumatori?

Attenzione alle modalità: il rischio spam è dietro l’angolo

Secondo il report, però, questa modalità potrebbe alla lunga stancare e spingere gli utenti ad allontanarsi dai brand, anziché avvicinarsi. Le aziende che già mettono in atto questa procedura, quindi, dovranno rivalutare il tipo di email e messaggi che mandano ai loro clienti, ma soprattutto lavorare sulla quantità, per evitare di essere eccessivi o tacciati di potenziale spam.

Una soluzione, secondo il team che ha effettuato il report, potrebbe essere quella di proporre ai clienti acquisti similari a quelli già effettuati, così da rendere l’aggancio più morbido e meno premeditato.

image of Domiziana Desantis

Domiziana Desantis

Il potere delle parole mi ha sempre affascinata, tanto che ho fatto della comunicazione la mia professione. Lavoro come Web Content Creator & Editor in Nextre Digital, web Agency di Milano, e scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro
N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >