Aziende e Covid-19: come evitare la crisi durante l’emergenza

di Mirko Cuneo

clock image2 minuti

L’economia è in crisi, l’Italia sta affrontando uno dei periodi storici più difficili dal dopo guerra. Il Covid-19 sta penalizzando decine di aziende.

Dopo un mese esatto dal cosiddetto “Paziente 1”, il nostro Paese è stato travolto da uno tsunami del tutto inatteso. Le conseguenze non sono lievi.

Avremo tempo per contare i danni sulla spesa pubblica. Ora sarebbe prematuro, ma aspettiamoci un conto salato.

Le restrizioni messe in atto per salvaguardare la salute dei cittadini hanno impattato negativamente su diversi settori, cultura e viaggi in primis.

AdClarity, società tecnologica che si occupa di analisi degli investimenti nella pubblicità online, ha raccolto alcuni dati piuttosto significativi.

Il 12 marzo l’Italia ha registrato un crollo pari all’80% delle impression in alcuni settori come Cinema e Travel.

La stessa sorte è toccata ai brand del Lusso, calati del 65% circa rispetto al 20 febbraio 2020.

Chi opera nel commercio dovrà trovare il modo di solidificare il rapporto con i consumatori. Come fare?

In questo momento le aziende devono concentrarsi sulle persone, evitando di immaginarle come semplici “numeri”. E’ importante curare la comunicazione, evitando di interromperla bruscamente.

I messaggi devono essere contestuali, è inutile far finta di niente. I clienti cercano soluzioni immediate per affrontare meglio il momento critico.

E’ importante non creare urgenze, lanciando per esempio offerte last minute. Strategie come queste allarmano i clienti, generando effetti negativi. L’azienda deve dimostrare vicinanza al consumatore, offrendo iniziative positive e concrete.

L’Italia è smarrita, i cittadini cercano assiduamente informazioni affidabili. L’audiweb (società che raccoglie e pubblica i dati di audience di internet in Italia) segna in questi giorni un traffico in crescita costante per tutti i giornali online. E’ importante che le aziende comunichino l’essenziale, evitando toni commerciali.

E’ il momento giusto per stoppare la tradizionale comunicazione del prodotto. Bisogna scegliere toni costruttivi, in grado di aiutare le persone durante la crisi.

Il digitale diviene più che mai importante per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Smart Working e classi virtuali possono continuare a far funzionare il Paese. Il Web ci avvicina anche se siamo distanti; è una risorsa preziosa, da non lasciarci sfuggire.

Questo settore offre significative opportunità, che torneranno utili anche in futuro.

Attenzione all’ambiente, responsabilità sociale e sostenibilità: questi sono i nuovi valori della vita e del lavoro, da non scordare mai più.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta

N

La grammatica del nuovo mondo nel libro di Filippo...

50 parole chiave ordinate alfabeticamente a partire da 50 racconti di cronaca: premessa-testamento del filosofo Salvatore Veca, scomparso il 7 ottobre 2021. Radicale come la prima, la seconda, la terza e la quarta rivoluzione industriale. È la rivoluzione universale del covid, quella che ha cambiato per sempre la nostra vita. Non solo, dunque, una tragica […]

Leggi la news >
N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >