Come si amministra un’azienda di successo - Mirko Cuneo

Come si amministra un’azienda di successo

di Mirko Cuneo

clock image9 minuti

come si amministra un'azienda

Per ottenere successo negli affari servono coraggio e flessibilità. Ma oltre a questo, come imprenditore, devi preoccuparti di come amministrare la tua azienda.

Sono molti coloro che hanno una buona idea iniziale, magari riescono anche a partire, ma che poco dopo vanno alla deriva sul versante dell’amministrazione.

Se vuoi raggiungere i risultati che sogni in termini economici e di soddisfazione personale, devi sviluppare buone capacità di pianificazione e di organizzazione.

Per fare della tua impresa una realtà di successo non bastano la creatività, i giusti strumenti e le persone che lavorano. Questi elementi sono alla base, ma insieme ad essi è necessaria la gestione aziendale.

Come deve essere la gestione? Da un lato efficace, ossia devi porti degli obiettivi chiari da raggiungere sulla base di un metodo, e dall’altro lato efficiente, ossia devi allocare nel modo giusto tutte le tue risorse.

Quindi come si amministra un’azienda nel modo giusto? Leggi questa guida e capirai come far crescere la tua azienda, dirigere risorse umane, budget e tempo per raggiungere gli obiettivi.

Come organizzare un’azienda

Abbiamo utilizzato il verbo “amministrare” che, visto così, può sottintendere un mare di diverse attività. Prima di passare alla parte pratica è fondamentale capire cosa rientra all’interno di questo verbo.

L’amministrazione di un’azienda dipende da tantissimi fattori diversi.

  • Gestione delle variabili tecniche: all’interno di questo gruppo rientra la gestione finanziaria, degli strumenti, quella dei processi produttivi, ecc.;
  • Abilità di leadership: non devi solamente saper gestire la parte materiale della tua azienda ma anche le risorse umane e un leader sa motivare, coinvolgere e condurre un team di lavoro.

A questo proposito, scarica la mia guida gratuita su Come essere un vero Leader, in cui troverai tutte le caratteristiche da sviluppare e allenare per guidare il tuo team e la tua azienda.

La gestione di un’azienda è una disciplina complessa che si basa su 5 funzioni diverse che devi saper padroneggiare:

  • Pianificazione: per ogni progetto studia la migliore strategia da applicare, le attività da mettere in atto, le risorse di cui hai bisogno e chi se ne può occupare;
  • Organizzazione: all’interno di un’azienda organizzata ogni membro sa qual è il proprio compito e riesce a lavorare in sinergia con gli altri per raggiungere gli obiettivi;
  • Controllo: monitora sempre l’andamento dei progetti per capire quanto sei vicino o lontano al raggiungimento degli obiettivi, e cosa puoi fare per accorciare i tempi;
  • Assunzione del personale: è molto importante saper scegliere i giusti dipendenti le cui capacità di intersechino alla perfezione e in grado di portare valore aggiunto all’azienda;
  • Leadership: devi essere il leader del tuo gruppo, saperlo ispirare, motivare e guidare per il raggiungimento di obiettivi comuni.

Lo so, la teoria su come si amministra un’azienda sembra complessa. Ma sono felice di dirti che è finita e che ora possiamo passare alle azioni concrete per gestire al meglio la tua attività.

come di amministra un'azienda

1. Delinea vision e obiettivi

Non puoi guidare una nave se non sai dove si trova il porto. Prima di occuparti del budget, delle persone e del tempo, devi individuare il motivo per cui ti alzi ogni mattina e vai a lavorare nella tua azienda.

Qual è il tuo obiettivo? O meglio, qual è la tua vision?

La vision aziendale racchiude al suo interno uno o più obiettivi che ti sei posto per la tua azienda sul lungo periodo.

Avere una vision non è importante. Avere una vision è necessario.

A volte la vision viene unita (o spesso confusa) con la mission, ossia l’insieme di valori dell’azienda, il motivo per cui esiste. Questi due elementi, combinati tra loro, ti permettono di dichiarare lo scopo della tua azienda, i risultati che vuoi raggiungere e la strada per arrivarci.

Sulla vision e sulla mission si basa la cultura aziendale che deve essere condivisa tra i manager, ma anche tra dipendenti e collaboratori. È importante perché sarà il timone per la gestione di tutta l’azienda, ispirare i dipendenti nel loro lavoro, guidare i processi e stabilire la tipologia di esperienza che si vuole far vivere al cliente all’interno dell’azienda.

Ma ora sorge un altro problema. Se la vision delinea gli obiettivi, come si identificano questi ultimi? 

Ti dico solo una sigla: SMART. Secondo il metodo introdotto da George T. Doran nel 1981, un obiettivo deve essere:

  • Specific = specifico
  • Measurable = misurabile
  • Achievable = realizzabile
  • Relevant = rilevante
  • Time-based = temporizzabile
come si amministra un'azienda - obiettivi smart

Se gli obiettivi rispettano questi canoni, la tua vision sarà sicuramente realizzabile.

2. Analizza il budget e distribuiscilo

Saper allocare il budget è fondamentale per la gestione di un’azienda. Se non sai fare questo, rischi di spendere più di quello che guadagni.

Tu non vuoi che questo accada, vero? Nemmeno io, perciò ti darò alcuni consigli che io stesso ho seguito.

Iniziamo con il capire perché è importante saper analizzare il budget.

Se stai aprendo una nuova attività, riuscire a studiare il budget ti consente di capire se hai abbastanza liquidità per aprire senza intoppi, quindi per pagare locali, materiali o fornitori senza correre il rischio di spendere soldi che non hai.

Tuttavia, è importante saperlo fare anche se hai un’azienda già avviata perché dovresti analizzare il tuo budget regolarmente (più volte all’anno). Solo così puoi capire quanto stai guadagnando, quanto stai spendendo, dove puoi risparmiare e se puoi osare in qualche nuovo progetto.

Ecco le best practice per gestire al meglio il budget:

  • Effettua uno studio di settore: devi sapere quali sono i costi e i guadagni che caratterizzano la tua nicchia;
  • Crea un business plan: è un documento che sintetizza tutti gli elementi importanti di un progetto imprenditoriale, tra cui anche il budget; per ogni voce del tuo progetto (marketing, vendita, pubblicità, ecc.) scrivi a fianco il budget che intendi stanziare;
  • Taglia i costi dove puoi: in questo passaggio è molto utile il business plan per capire dove puoi togliere soldi per investirli in altri ambiti;
  • Cambia fornitore se necessario: se un fornitore è troppo costoso, non aver paura di sceglierne un altro che a parità di qualità ti offra un prezzo migliore;
  • Rivedi il budget regolarmente: mese dopo mese tieni traccia di entrate e uscite per allocare meglio il budget.

Appena prenderai confidenza con il budget capirai come gestire al meglio le tue risorse per far prosperare il tuo business.

3. Gestisci le tue risorse umane

Dopo aver stabilito gli obiettivi e sistemato le spese, devi occuparti di chi lavorerà ogni giorno con te per far prosperare la tua azienda, ossia dipendenti e collaboratori.

Non prendere alla leggera l’attività di gestione delle risorse umane perché a mandare avanti l’azienda ogni giorno sono le persone.

Se i tuoi collaboratori hanno competenze trasversali possono lavorare in sinergia tra di loro e se tutti saranno focalizzati sulla vision la tua azienda crescerà.

Quindi, come gestire i tuoi collaboratori? Vediamolo insieme:

  • Crea sinergie: scegli persone con conoscenze e competenze diverse, meglio se hanno seguito percorsi specifici e non generali, così da portare ciascuna un valore aggiunto;
  • Imposta la comunicazione nel team: i dipendenti devono comunicare tra di loro e tu devi farlo nei loro confronti; mostrati come esempio della comunicazione aperta e trasparente che vuoi sia tenuta in azienda;
  • Risolvi i conflitti: nel caso in cui dovesse esserci un attrito, dai sempre il buon esempio e impegnati per risolvere subito il problema;
  • Ascolta i tuoi collaboratori: la serenità del tuo lavoratore deve essere un pensiero costante perché se i tuoi collaboratori stanno male psicologicamente, di conseguenza faranno male anche il proprio lavoro;
  • Offri formazione continua: è importante assumere persone già qualificate per la posizione, ma questo non esclude l’offrire loro formazione per migliorare sempre di più;
  • Dai feedback sul lavoro: riconosci i meriti e sottolinea in modo costruttivo ciò che potrebbe essere fatto diversamente;

La tua azienda va avanti anche grazie alle persone che lavorano con te, non dimenticarlo mai.

come si amministra un'azienda

Come gestire un’azienda di successo

Vuoi essere un leader efficace? Allora non devi limitarti a spostare somme da una parte all’altra del business plan e a dire ai dipendenti come devono comportarsi.

Costringere i dipendenti a condividere una vision in cui non credono, o a lavorare nel modo che gli indichi, potrebbe creare dei dissapori.

Com’è possibile raggiungere tutti gli obiettivi che abbiamo appena visto in modo naturale? Grazie alle tue doti di leadership.

Come imprenditore sei il collante che tiene unita l’azienda e sei l’unico che può farla funzionare in modo efficace ed efficiente.

Ecco come devi condurre la gestione della tua azienda in veste di leader.

Stabilisci obiettivi di squadra

Vuoi che il tuo team raggiunga risultati importanti? Allora impegnati affinché tutta la squadra lavori insieme.

Questo significa fornire obiettivi raggiungibili da tutti, e non solo da pochi elementi. Se tu darai un obiettivo al tuo manager, tutti gli altri si sentiranno esclusi dalla tua decisione e il tuo team diventerà un banale gruppo.

Come abbiamo detto più volte nel corso di questa guida, tutti i membri devono impegnarsi in un lavoro di squadra, devono avere un obiettivo comune ed essere motivati a raggiungerlo.

Tu, come leader, hai il compito di trovare il modo giusto per ispirare la tua squadra, ricordando che ogni decisione che prenderai deve coinvolgere tutti, nessuno escluso.

Massimizza il potenziale umano

Puoi scegliere le menti più brillanti che riesci ad accalappiare ma, se nel corso del tempo non riuscirai a mantenerle motivate, non porteranno nessun valore aggiunto alla tua azienda.

Nel momento in cui lanci l’idea di un progetto, ascolta le opinioni di tutti e incoraggia visioni creative da parte del team.

Proprio in questo momento mi è venuta in mente una scena del film “L’attimo fuggente” (se non l’hai visto, ti consiglio di rimediare stasera). Il professor Keating sale in piedi sulla cattedra e dice agli alunni:

Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a vedere voi stessi. Coraggio! È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva. Anche se può sembrarvi sciocco o assurdo, ci dovete provare.”

Cosa voglio dirti attraverso questa immagine? Che non devi rimproverare un dipendente perché ha espresso una propria opinione, ma devi incoraggiare a trovare punti di vista sempre nuovi. Solo così la tua azienda potrà distinguersi.

Conclusione

I consigli che ti ho fornito durante questa chiacchierata sono delle linee guida che puoi sfruttare come traccia per capire meglio come si amministra un’azienda, o meglio, la tua azienda.

Se saprai essere un buon leader, i risultati che sogni per la tua azienda non tarderanno ad arrivare. Perciò, se vuoi sapere quali sono tutte le caratteristiche che accomunano i leader di successo, scarica la mia guida gratuita su Come essere un vero Leader e inizia davvero a fare la differenza.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta