Emergenza Covid: i consumatori inglesi puntano al risparmio

Emergenza Covid, i consumatori inglesi puntano al risparmio durante il lockdown

di Luna Saracino

clock image3 minuti

consumatori inglesi

I consumatori inglesi hanno deciso di risparmiare anziché investire. Secondo il GfK’s monthly consumer confidence index (indice mensile di fiducia dei consumatori), la popolazione inglese avrebbe approfittato dell’emergenza sanitaria per cominciare a mettere da parte qualche soldo, riducendo all’osso almeno le spese superflue.

Se da un lato questa sembra una mossa coscienziosa, dall’altro lato ha provocato un duro colpo nell’economia inglese. Secondo l’indice di GfK, infatti, l’intenzione di acquisto maggiore di Luglio è scesa di 26 punti, ma è comunque un traguardo positivo, se si pensa che l’indice di Giugno era -32. Gli indici del risparmio registrano, invece, un calo di 21 punti.

I consumatori sono ottimisti

La popolazione inglese si dice ottimista, se pensa alla sua condizione economica attuale. Rispetto a Giugno, infatti, ha registrato un aumento di 4 punti: un aumento che fa ben sperare, soprattutto se si pensa alla crisi degli ultimi mesi.

Nonostante i cali registrati dagli studi di GfK, è importante guardare questi numeri come un atteggiamento positivo, molto prezioso per riuscire a vincere anche i periodi di crisi che sembrano insuperabili. Nonostante si continuino a registrare cali di mese in mese (e questa è certamente colpa della pandemia, che ha messo in ginocchio praticamente l’economia mondiale), ci sono comunque buone prospettive di ripresa, nei prossimi mesi. Occorre, come sempre, avere pazienza.

Le sensazioni riguardanti la situazione economica generale negli ultimi 12 mesi hanno registrato un calo di 48 punti a Giugno e 41 punti a Luglio (anche qui, a Luglio c’è stato un lieve miglioramento): nel 2019, il calo era di 32 punti.

I primi mesi della pandemia sono stati preoccupanti, perché i consumatori si sono resi conto della crisi guardandola con i loro stessi occhi. Tantissime persone hanno perso il posto di lavoro in pochissimo tempo e tanti altri sono stati messi in congedo temporaneo (e, quindi, lasciati senza stipendio).

Se si pensa, però, che la fiducia dei consumatori inglesi è passata da -34 ad Aprile e Maggio a -27 a Giugno, questi numeri – seppur negativi – in realtà ci fanno ben sperare.

Risparmiare oggi per reinvestire domani

Questi dati, in realtà, ci raccontano anche un elemento molto importante, specie in tempi di crisi: la popolazione inglese, durante il lockdown e l’emergenza sanitaria, è riuscita a risparmiare. A comunicare questo dato è il direttore delle strategie del cliente di GfK, Joe Staton:

Il modo in cui percepiamo il nostro portafoglio futuro è fondamentale perché è uno di quegli ambiti su cui possiamo avere un controllo giornaliero ed è anche un ottimo indicatore delle prospettive finanziarie personali per gli anni a venire.

A pensarci bene, il fatto che i consumatori inglesi stiano risparmiando in questo periodo fa pensare che possano ricominciare ad acquistare in tempi piuttosto brevi. È il momento giusto, dunque, per le aziende per reinventarsi e rafforzare le proprie certezze.

Cibo e vendite online in crescita

Nonostante il calo delle vendite in molti ambiti, ci sono settori che invece hanno registrato una ripresa straordinaria, proprio in questi mesi: cibo, bevande, fai da te, acquisti online – e tutto ciò che era possibile utilizzare e sfruttare durante un isolamento.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a ...