Il Data Driven Marketing può migliorare le vendite

Il Data Driven Marketing può migliorare le vendite

di Luna Saracino

clock image3 minuti

data driven marketing

Il mondo del marketing non può procedere per tentativi. Il rischio, facendosi trasportare dalla corrente, è di investire in target sbagliati e, soprattutto, in strategie potenzialmente fallimentari.

Quante volte ci è capitato di leggere online di aziende di comunicazione e marketing, intenzionate a promettere miglioramenti nei profitti e nelle promozioni online delle aziende? Tante volte, senza dubbio. E quante volte queste promesse sono state mantenute? Non abbastanza.

Il Data Driven Marketing

La soluzione c’è – ed è dietro l’angolo. Il modo migliore per incrementare le vendite e migliorare la propria presenza online è semplice e si chiama Data Driven Marketing e si basa sulla lettura e osservazione dei dati.

La maggior parte delle aziende resta ancorata all’idea secondo cui la tua popolarità aumenta in base al numero dei follower sui social o alla quantità di like. La verità è che il marketing dovrebbe andare di pari passo con la lettura dei dati. Una lettura dei dati corretta, infatti, può dare molta più soddisfazione.

Sono le vendite a salvare un mercato, non la visibilità. E perché le vendite siano soddisfacenti è necessario mettere in atto quello che gli inglesi chiamano Data Driven Business (o Marketing): un business (o marketing) guidato dalla lettura dei dati.

Il Data Driven Marketing è il segreto del successo delle aziende, online e non solo, perché è attraverso una lettura dei dati accurata che è possibile valutare le mosse più adeguate al proprio mercato, alla propria clientela, alla propria azienda in generale.

I dati interessati, in queste circostanze, si chiamano Actionable Data: si tratta di informazioni ricavate attraverso la lettura dei dati presentate, però, in una forma chiara e comprensibile.

L’esempio di QVC

QVC è il network di home shopping più famoso al mondo (ha perfino un canale televisivo che trasmette televendite in loop per spingere la sua clientela all’acquisto compulsivo). L’azienda americana utilizza i dati derivati dal marketing per scegliere il prodotto da sponsorizzare maggiormente durante la giornata o addirittura per valutare i trend ed eventualmente sostituire il prodotto sponsorizzato con un altro più “appetibile” per la sua clientela potenziale.

Data Driven Marketing: la lettura dei dati che salva il tuo business

Al di là dell’esempio, sicuramente da seguire, di QVC, l’insegnamento che dovremmo trarre da queste aziende è proprio questo: una lettura accurata dei dati è il modo migliore per incrementare le proprie vendite e la propria posizione nel mercato. Attraverso la lettura dei dati è possibile prevedere l’andamento del proprio mercato, sia in relazione al panorama italiano e internazionale, sia in relazione alle potenziali vendite dei proprio clienti.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a ...