Il Data Driven Marketing può migliorare le vendite

Il Data Driven Marketing può migliorare le vendite

di Luna Saracino

clock image3 minuti

data driven marketing

Il mondo del marketing non può procedere per tentativi. Il rischio, facendosi trasportare dalla corrente, è di investire in target sbagliati e, soprattutto, in strategie potenzialmente fallimentari.

Quante volte ci è capitato di leggere online di aziende di comunicazione e marketing, intenzionate a promettere miglioramenti nei profitti e nelle promozioni online delle aziende? Tante volte, senza dubbio. E quante volte queste promesse sono state mantenute? Non abbastanza.

Il Data Driven Marketing

La soluzione c’è – ed è dietro l’angolo. Il modo migliore per incrementare le vendite e migliorare la propria presenza online è semplice e si chiama Data Driven Marketing e si basa sulla lettura e osservazione dei dati.

La maggior parte delle aziende resta ancorata all’idea secondo cui la tua popolarità aumenta in base al numero dei follower sui social o alla quantità di like. La verità è che il marketing dovrebbe andare di pari passo con la lettura dei dati. Una lettura dei dati corretta, infatti, può dare molta più soddisfazione.

Sono le vendite a salvare un mercato, non la visibilità. E perché le vendite siano soddisfacenti è necessario mettere in atto quello che gli inglesi chiamano Data Driven Business (o Marketing): un business (o marketing) guidato dalla lettura dei dati.

Il Data Driven Marketing è il segreto del successo delle aziende, online e non solo, perché è attraverso una lettura dei dati accurata che è possibile valutare le mosse più adeguate al proprio mercato, alla propria clientela, alla propria azienda in generale.

I dati interessati, in queste circostanze, si chiamano Actionable Data: si tratta di informazioni ricavate attraverso la lettura dei dati presentate, però, in una forma chiara e comprensibile.

L’esempio di QVC

QVC è il network di home shopping più famoso al mondo (ha perfino un canale televisivo che trasmette televendite in loop per spingere la sua clientela all’acquisto compulsivo). L’azienda americana utilizza i dati derivati dal marketing per scegliere il prodotto da sponsorizzare maggiormente durante la giornata o addirittura per valutare i trend ed eventualmente sostituire il prodotto sponsorizzato con un altro più “appetibile” per la sua clientela potenziale.

Data Driven Marketing: la lettura dei dati che salva il tuo business

Al di là dell’esempio, sicuramente da seguire, di QVC, l’insegnamento che dovremmo trarre da queste aziende è proprio questo: una lettura accurata dei dati è il modo migliore per incrementare le proprie vendite e la propria posizione nel mercato. Attraverso la lettura dei dati è possibile prevedere l’andamento del proprio mercato, sia in relazione al panorama italiano e internazionale, sia in relazione alle potenziali vendite dei proprio clienti.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Migliorare l’esperienza con il proprio e-com...

esperienza e-commerce imprese

Il distanziamento sociale e lo smart working hanno cambiato le abitudini delle persone, che adesso preferiscono effettuare acquisti online o su e-commerce, senza muovere un passo da casa. Aumentando, quindi, le vendite online, le imprese devono pensare a strategie di marketing in grado di sostenere questa crescita. Come è possibile farlo? Innanzitutto costruendo un rapporto […]

Leggi la news >
N

Cosa aspettarsi da brand e imprese durante le vaca...

Brand Imprese Vacanze

Il settore delle vendite è sotto pressione – e non è solo un problema italiano. In tutto il mondo, il retail si sta preparando ad affrontare una grande sfida, quella delle festività natalizie. I consumatori sono scoraggiati all’idea di effettuare acquisti in-store e si stanno già preparando a farlo online e i rivenditori, dal canto […]

Leggi la news >
N

Costruire un’impresa da zero è possibile: b...

Costruire Impresa

Costruire un business da zero può sembrare un’impresa titanica. La verità, però, è che con gli strumenti giusti è possibile avviare una nuova attività senza troppe difficoltà. Non ci sono tanti imprenditori appassionati di tecnologia, forse non lo sono neppure quelli che avviano attività a sfondo tecnologico. Quello che li smuove maggiormente è la possibilità […]

Leggi la news >