Essere Leader o Capo fa la differenza nello sviluppo della tua azienda

Essere Leader o Capo fa la differenza per lo sviluppo della tua azienda

di Mirko Cuneo

clock image9 minuti

differenza tra leader e capo

Conoscere la differenza tra Leader e Capo è diventato importantissimo se vuoi prendere le decisioni migliori per far crescere la tua azienda oggi.

Leader e Capo non sono termini interscambiabili. Non sono due parole per definire la stessa cosa.

La verità è che ci sono alcuni capi che sono semplicemente questo, dei capi. Persone che hanno raggiunto una posizione di rilievo al vertice della piramide aziendale, che hanno un bell’ufficio e magari anche un posto auto assegnato.

Un capo ha il potere di prendere le decisioni che influenzano l’andamento dell’attività e il lavoro altrui. Controlla come vengono spesi i soldi e che tutto fili liscio esattamente come vuole lui.

Essere un leader, però, non è questo.

Certo, anche il leader prende le decisioni, ha un posto di rilevanza e di comando, si occupa della gestione dell’azienda.

Ma è il modo di pensare e di agire che cambia.

Uno dei fattori chiave del successo della tua azienda è la qualità della leadership dimostrate ai tuoi collaboratori. Quella del leader è la figura di domani, mentre quella del capo di ieri.

Quindi, la vera domanda è: cosa trasforma un capo in un leader?

Qual è la differenza tra Leader e Capo?

C’è una grossa distinzione tra essere un capo ed essere un leader. Uno gestisce l’azienda e il personale in maniera fredda, l’altro ispira all’innovazione.

Ogni team o ogni azienda possono avere un capo, ma quello di cui si ha bisogno oggi è il leader. Una persona che pensi in modo creativo e in linea con i cambiamenti nel mercato e nel mondo del lavoro.

Anche se potresti trovare delle somiglianze tra queste due figure, in realtà la differenza è enorme. I leader sono davvero stimolanti ed efficaci nel guidare le persone. Ed è proprio qui la chiave per raggiungere davvero i tuoi risultati oggi.

Tu in chi ti riconosci?

La figura del Capo

Quando sentiamo parlare di un “Capo” o un “Boss” ci viene in mente il concetto di autorità. Questi termini si portano dietro sensazioni negative.

Per noi, il capo, è quello che ha il potere e che dà gli ordini che devono essere eseguiti. Istruisce gli altri su ciò che devono fare perché è colui che prende le decisioni.

Il capo è quello di cui ci si lamenta all’interno di un gruppo o di un’organizzazione. Questo perché viene associato a comportamenti poco o per nulla empatici, che non si cura degli altri ma solo di se stesso.

Il capo detta le regole senza pensare alle necessità dei propri collaboratori, gestisce l’azienda facendo quadrare i conti senza prendere in considerazione le opinioni altrui.

5 qualità indispensabili per essere un Leader

Si parla tantissimo di leadership oggi. E sai perché? Perché i tempi sono cambiati ed è il leader colui che oggi viene seguito e apprezzato.

Il leader ha le stesse responsabilità pratiche del capo. Quello che fa la grande differenza è il modo in cui gestisce e organizza l’azienda e il gruppo di persone.

Il leader supporta i propri dipendenti, tiene in considerazione le idee e le capacità di ognuno. È in grado di portare i collaboratori verso il raggiungimento dell’obiettivo finale, senza impartire ordini ma motivando le persone.

Il leader dà sempre il buon esempio, anche nel momento in cui sbaglia perché è il modo di affrontare l’errore che fa la differenza.

Se ti senti di più un capo, la buona notizia è che puoi imparare ad essere un leader.

Bastano due cose principali per riuscirci.

La prima è che tu voglia davvero cambiare il tuo mindset per essere un leader e far crescere la tua attività.

La seconda è conoscere le caratteristiche di leadership e applicarle in maniera concreta.

Adesso vediamo insieme le qualità che fanno la differenza tra leader e capo. Coltiva queste abilità per avere un impatto positivo sulle persone e sulla tua azienda.

differenza tra leader e capo
Le caratteristiche che fanno la differenza tra Leader e Capo

1. I leader sono empatici

Il vero Leader esce dalle mura del proprio ufficio e si interessa di ciò che stanno facendo i collaboratori. Non per un’eccessiva mania di controllo, ma perché trova il tempo per le persone e per ciò che stanno facendo.

Sapere come i tuoi dipendenti si sentono mentre lavorano ti permette di avere anche la visione di come va il lavoro e di capire da dove derivano eventuali problemi.

La mancanza di comunicazione e di interazione in ufficio porta ad essere scontenti. I tuoi collaboratori sono esseri umani e per lavorare bene devono stare bene.

Questo aspetto in passato non veniva preso in considerazione, ma adesso le cose sono diverse. Le risorse più valide scelgono luoghi di lavoro in cui si sentono valorizzate e in cui hanno la possibilità id crescere.

È nel loro interesse fare un ottimo lavoro, ma vogliono essere messe nelle condizioni di farlo.

Se le persone sentono che sei davvero aperto nei loro confronti, si sentiranno molto meno stressate e riusciranno a portare molte più idee nel lavoro.

Tutto questo ti aiuta a rendere l’ambiente di lavoro più produttivo.

2. I leader dicono “noi”

Per essere un leader esercitati a sviluppare una mentalità di squadra.

Se pensi sono a te stesso e ti metti sempre al centro del discorso, le persone intorno a te faranno davvero fatica a sentirsi parte del progetto.

Un’azienda non la puoi portare avanti da solo, se così fosse non avresti avuto bisogno di assumere altre risorse.

Perciò, se hai un team lo devi anche saper gestire. Fai sentire ognuno dei membri del gruppo come parte indispensabile per arrivare, tutti insieme, all’obiettivo finale.

Tu definisci l’obiettivo e poi la strada per arrivarci dovete trovarla insieme. Devi sfruttare le qualità delle persone per lavorano con te e metterle in sinergia tra loro per arrivare al risultato complessivo e alla crescita di ognuno.

Una mentalità basata sul “noi” cambia il modo stesso di lavorare. Ogni persona all’interno dell’ufficio avrà come obiettivo la collaborazione con gli altri per raggiungere il fine comune. Lo spirito di squadra alimenta la condivisione delle conoscenze e delle capacità individuali. Questo aumenta esponenzialmente il sapere condiviso a livello di team.

Questa è una caratteristica essenziale nel mondo di oggi e in prospettiva di quello di domani.

3. I leader investono sulle persone

Il capo usa le risorse per ottenere ciò che vuole. Questa è ancora una mentalità me first, ovvero incentrata sull’io. Un comportamento tossico all’interno di qualsiasi gruppo.

Concentrati sulle esigenze dei membri del tuo team e pensa a come puoi aiutare le persone a svolgere al meglio il proprio lavoro. Un vero leader vuole vedere crescere le proprie risorse perché, di conseguenza, queste impiegheranno il loro sapere nel raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Devi conoscere le carenze delle persone e aiutarle a colmare quelle lacune.

Questo ti permetterà di guadagnare la stima del tuo team che vorrà impegnarsi sempre di più per non deluderti. Inoltre, alimenterai un atteggiamento positivo nell’ambiente di lavoro.

Senza stress si lavora meglio, in maniera più efficace e si ottengono più risultati.

4. I leader premiano i collaboratori

I leader sanno che le vittorie dei propri collaboratori sono vittorie anche loro.

Infatti, il capo tende a prendersi il merito di ogni cosa, mentre il leader si affida anche alle idee dei collaboratori e gliene riconosce il valore.

Consultati con le persone che lavorano con te sulla strada migliore da percorrere per raggiungere l’obiettivo e sottolinea che è un risultato condiviso.

Concedi delle gratificazioni per i successi raggiunti perché saranno uno stimolo per fare ancora meglio ogni volta. Premia l’impegno delle persone, anche se non raggiungono subito i risultati eccellenti che speravi. Aiutale a trovare la motivazione nel lavoro e lo affronteranno sempre con energia e dedizione.

Fai sapere ai tuoi collaboratori quando stanno andando bene così sapranno che tu ne sei consapevole e che il loro lavoro è apprezzato. Lo stesso vale anche quando le cose non vanno per il verso giusto: ricerca le motivazioni e dai l’aiuto necessario alle risorse che ne hanno bisogno.

5. I leader sanno delegare

La delega è una dimostrazione di fiducia ed è su questa che si basa ogni tipo di rapporto.

Se non ti fidi delle persone che lavorano con te le ragioni possono essere due. O non sono le persone giuste, o se tu ad avere dei problemi ad affidarti agli altri.

In entrambi i casi hai un problema. Se non ti fidi di quelle persone è il caso di trovare delle persone di cui ti fidi. Se non ti fidi mai di nessuno devi trovare il modo di fidarti delle persone giuste.

Come puoi fare?

Se riconosci che le persone hanno un valore e delle competenze, inizia ad affidargli dei compiti.

Probabilmente non faranno ogni cosa esattamente come avresti fatto tu, ma questo non significa che la loro strada sia sbagliata. Ci sono diversi modi per risolvere un problema e diversi percorsi per arrivare all’obiettivo, valuta il risultato.

Se poi ti accorgi che potevano utilizzare una scorciatoia ma non l’hanno fatto, diglielo, ma solo alla fine. Sarà per loro un insegnamento per la prossima volta. Intanto avrai la conferma del valore della tua risorsa che è arrivata all’obiettivo.

La differenza tra leader e capo si gioca su tanti fronti e si vede in diverse cose. È un argomento molto più articolato di quello che può sembrare.

Essere un vero leader determina la qualità del tuo lavoro e il successo della tua azienda, sicuramente oggi e sempre di più nel domani.

Se vuoi maggiori informazioni, scarica la mia la guida Come essere un vero Leader in cui troverai tutto quello di cui hai bisogno per diventare il leader della tua azienda.

Imparare ad essere un leader è un’avventura

Questo elenco sulle caratteristiche deve avere un leader chiarisce qual è la direzione che sta prendendo il mondo del lavoro.

Un leader è empatico, inclusivo, generoso e operoso per il bene della propria squadra. Crea un’atmosfera di collaborazione e di rispetto ed è proprio questo che cercano le migliori menti.

Che tu sia nuovo nell’ambiente di lavoro o un imprenditore esperto, queste caratteristiche di leadership ti aiuteranno a fare un salto in avanti.

Se eccelli come leader avrai un impatto positivo sulle persone intorno a te e, insieme, porterete a grandi risultati l’attività.

Se vuoi maggiori informazioni sull’argomento, segui il mio blog. Leggi gli articoli, guarda i video e ascolta i podcast per trovare le risposte alle tue domande.

Alla prossima lettura!

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Coltivo interessi apparentemente lontani tra loro perché mi permettono di guardare le cose da diversi punti di vista e di trovare soluzioni...